La liquidità in eccesso nell’eurozona è raddoppiata a 4 trilioni di euro in un anno: quali sono i costi

La liquidità in eccesso nell'eurozona è raddoppiata a 4 trilioni di euro in un anno: quali sono i costi

Di Soniya Sadeesh, stratega del credito presso Deutsche Bank

La liquidità in eccesso nell'Eurozona ha superato i 4 tn € questa settimana, essendo stata di circa 2 tn € un anno fa. Continuerà a crescere, anche se a un ritmo più lento in futuro, poiché i programmi di acquisto sono in corso (ipotizzando una riduzione del PEPP) e con un contributo molto inferiore atteso dalle OMRLT.

Il grafico di oggi considera il costo di questa liquidità per il sistema bancario in aggregato. Una semplice metrica considera la liquidità addebitata al tasso di deposito rispetto all'importo guadagnato tramite l'OMRLT (supponendo che il benchmark di prestito sia soddisfatto e che venga raggiunto il prezzo di subdepo).

Quando il tiering è stato introdotto nel 2019, il costo della liquidità in eccesso ( ovvero quella addebitata al tasso sui depositi ) si è approssimativamente dimezzato. All'inizio del 2020 è aumentato di nuovo poiché i blocchi hanno reso necessari interventi e, successivamente, i termini OMRLT3 aggiornati hanno determinato un netto impulso per il sistema bancario. La finestra in cui le banche possono guadagnare -1% attualmente termina a giugno 2022 e l'effetto, dato l'aumento della liquidità in eccesso, è netto.

Il semplice esercizio illustra anche perché è probabile che la BCE debba rivedere i termini OMRLT3 all'avvicinarsi della fine della finestra del tasso speciale. Un'estensione (potenzialmente a condizioni meno favorevoli) è un risultato plausibile, ma lo è anche un aumento del moltiplicatore di tiering. Sebbene la BCE sia raddoppiata con l'OMRLT, vale la pena notare che la BNS e la BoJ hanno entrambe nel tempo adeguato le soglie di esenzione per alleviare il costo dei tassi negativi (ei tassi overnight sono aumentati nel tempo).

L'impatto di entrambe le opzioni sul front-end è diverso e dipenderà dalla calibrazione. Il mercato sta attualmente scontando circa 3 punti base di tagli, dove il minimo è nei rossi; ciò potrebbe anche riflettere in parte i rischi di una tendenza al ribasso dei fixings in quanto la liquidità in eccesso continua a crescere. Tuttavia, come si può vedere, un taglio di 10 punti base al tasso sui depositi contribuisce in modo sostanziale al costo netto e dovrà probabilmente essere accompagnato da altre misure di mitigazione che potrebbero anche ridurne il passaggio.

Tyler Durden Dom, 04/11/2021 – 17:40


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/3gGOvGQTZF4/excess-liquidity-eurozone-has-doubled-eu4-trillion-one-year-what-are-costs in data Sun, 11 Apr 2021 14:40:00 PDT.