La Casa Bianca sbatte la decisione SCOTUS mettendo Nevada Entertainment davanti alle chiese

La Casa Bianca sbatte SCOTUS Decisione mettendo Nevada Entertainment davanti alle chiese Tyler Durden Sab, 25/07/2020 – 11:21

Venerdì sera una Corte Suprema divisa ha respinto la richiesta di una chiesa rurale del Nevada di revocare un limite di 50 persone ai servizi religiosi.

In una sentenza 5-4, i giudici hanno negato la richiesta della Cappella del Calvario Dayton Valley, una chiesa cristiana situata al di fuori della capitale dello stato, Carson City, che doveva essere soggetta alle stesse restrizioni COVID-19 che consentono a bar, casinò, palestre e ristoranti per operare al 50% della capacità.

La Cappella del Calvario Dayton Valley ha affermato che il limite di frequenza ai servizi religiosi è una violazione incostituzionale del diritto al Primo Emendamento di esprimere liberamente la regione. Ha sottolineato la volontà di rispettare le regole di allontanamento sociale e ha anche chiesto di essere trattati come tutti gli altri.

Il giudice supremo John Roberts, un conservatore, si unì ai quattro giudici liberali della corte rifiutando la richiesta della chiesa senza spiegazioni. La maggioranza non ha elaborato la sua decisione.

In un dissenso fortemente formulato accompagnato dai giudici Clarence Thomas e Brett Kavanaugh, il giudice Samuel Alito scrisse che non era una sorpresa che "il Nevada avrebbe discriminato a favore della potente industria dei giochi e dei suoi dipendenti, … ma la volontà di questa Corte di consentire tale discriminazione è deludente."

"Abbiamo il dovere di difendere la Costituzione e persino un'emergenza di sanità pubblica non ci assolve da tale responsabilità, ha scritto Alito.

Ha continuato, "Da mesi ormai, gli Stati e le loro suddivisioni hanno risposto alla pandemia imponendo restrizioni senza precedenti alla libertà personale, incluso il libero esercizio della religione".

Alito ha aggiunto che Washington non ha la capacità di "ignorare la Costituzione fintanto che il problema medico persiste".

Il giudice Neil Gorsuch ha scritto,

"In Nevada, a quanto pare, è meglio essere nel divertimento che nella religione. Forse non è una novità. Ma il Primo Emendamento proibisce una discriminazione così evidente contro l'esercizio della religione".

David Cortman, consulente senior dell'Alleanza per la difesa della libertà in Georgia che rappresenta la chiesa, ha dichiarato ad AP News che "il governo tratta le chiese peggio di casinò, palestre e parchi di divertimento al coperto nella sua risposta COVID-19, viola chiaramente la Costituzione", aggiungendo che era molto deluso dalla sentenza.

Alcuni sui social media non erano contenti della sentenza:

La Casa Bianca ha sbattuto l'alta corte per mettere i casinò davanti alle chiese.


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/eI8pzCs_Um8/white-house-slams-scotus-decision-putting-nevada-entertainment-ahead-churches in data Sat, 25 Jul 2020 08:21:40 PDT.