Gli Stati Uniti affermano che il “tamburo della guerra suona forte” dopo che la Russia ha dichiarato i colloqui a un “vicolo cieco”

Gli Stati Uniti affermano che il "tamburo della guerra suona forte" dopo che la Russia ha dichiarato i colloqui a un "vicolo cieco"

Un alto funzionario della sicurezza degli Stati Uniti in Europa ha avvertito che il "tamburo della guerra suona forte" durante la serie di colloqui di questa settimana con la NATO e la Russia, anche mentre Washington e Bruxelles continuano a condannare l'accumulo di truppe russe vicino all'Ucraina.

" Siamo di fronte a una crisi della sicurezza europea. I tamburi della guerra risuonano forte e la retorica è diventata piuttosto acuta ", ha affermato giovedì l' ambasciatore degli Stati Uniti presso l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) Michael Carpenter.

Fonte: Associated Press

"Se i russi si allontanano da questi colloqui, sarà chiaro che in primo luogo non hanno mai preso sul serio la diplomazia ", ha aggiunto. Tuttavia, la parte russa è rimasta contrariata quando, proprio all'inizio dei colloqui lunedì a Ginevra (e successivi colloqui a Bruxelles e Vienna), gli Stati Uniti hanno dichiarato che la loro richiesta principale di non più espansione della NATO verso est sarebbe stata una "non partenza" nei colloqui .

La parte statunitense è ancora ferma su questo, accusando anche di recente Mosca di utilizzare il suo posizionamento di truppe vicino all'Ucraina – che si dice siano fino a 100.000 – per presentare "ultimatum" all'Occidente. Inoltre, Carpenter ha presentato la parte statunitense come se avesse teso una mano aperta al dialogo, che i funzionari di entrambe le parti si sono fermati ben prima di riconoscere come "negoziati" a qualsiasi livello.

"Siamo disposti a tendere, abbiamo già teso una mano, per offrire un dialogo serio e genuino ", ha aggiunto l'inviato. Quindi, per ora, dopo i colloqui di giovedì conclusi nella settimana di tre incontri, la domanda chiave rimasta è se il dialogo sarà esteso. "Dobbiamo vedere se i russi sono pronti a impegnarsi", ha concluso Carpenter. Ma resta che :

… gli Stati Uniti hanno affrontato seriamente i tre incontri ma non avrebbero negoziato i "principi fondamentali" richiesti dalla parte russa , come l'opzione per qualsiasi paese di proporre l'applicazione alla NATO e altre discussioni su discussioni e alleanze bilaterali sulla sicurezza.

Nel frattempo, il ministero degli Esteri russo si è allontanato dall'impegno di questa settimana con i funzionari della NATO, degli Stati Uniti e persino dell'Ucraina (a Vienna) dicendo che ha portato a una sana diffusione delle richieste ma ha raggiunto un "vicolo cieco"

Il viceministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov, che ha guidato la delegazione russa nei tre incontri, sembrava respingere la possibilità di discussioni in corso, affermando in una conferenza stampa dopo la sessione dell'OSCE di giovedì che non vedeva "nessun motivo" per continuare i colloqui .

"C'è, in una certa misura, un vicolo cieco o una differenza negli approcci ", ha detto Ryabkov, citando nessuna reale flessibilità proveniente dalla parte statunitense. "Non vedo ragioni per sedersi nei prossimi giorni, per riunirsi di nuovo e iniziare queste stesse discussioni". La delegazione russa ha affermato che le proposte dell'Occidente per motivi per continuare i colloqui sarebbero state presentate al presidente Putin per ulteriori considerazioni, ma ha mostrato un tono pessimista.

* * *

Secondo il commento di Rabobank

La Russia afferma che i recenti colloqui con la NATO sono stati un fallimento; Il senatore statunitense Rubio afferma che è "quasi certo" Putin si sposterà in alcune parti dell'Ucraina "molto presto"; Il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Sullivan afferma di "fare il punto" e di cercare di prevenire un'invasione russa "potenzialmente massiccia"; il direttore degli studi russi presso la CAN afferma: “ I preparativi russi per un'operazione stanno avanzando costantemente. Supporto e logistica in arrivo, formazioni con personale inviato da Eastern MD. Le prospettive, a mio avviso, sono peggiorate. ”; Il capo della NATO Stoltenberg afferma che Svezia e Finlandia saranno accettate nell'organizzazione "molto rapidamente" se decideranno di aderire; Der Spiegel riferisce che la NATO si sta preparando a scenari ancora peggiori, come un conflitto armato con l'Occidente oltre l' Ucraina; e il viceministro degli Esteri russo suggerisce che Mosca potrebbe inviare truppe in Venezuela e Cuba se non ottiene ciò che vuole.

Tyler Durden Ven, 14/01/2022 – 10:31


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL https://www.zerohedge.com/geopolitical/drumbeat-war-sounding-loud-us-says-after-russia-declares-talks-dead-end in data Fri, 14 Jan 2022 07:31:17 PST.