I CEO di Big-Tech rilasciano le loro osservazioni preparate prima dell’udienza storica

I CEO di Big-Tech rilasciano le loro osservazioni preparate in vista dell'udienza storica Tyler Durden mer, 29/07/2020 – 09:45

Tra poche ore (alle 12ET), i CEO di Amazon, Google, Apple e Facebook testimonieranno davanti ai legislatori della Camera delle accuse di pratiche anticoncorrenziali. Per i membri della sottocommissione antitrust della magistratura della Camera, sarà la loro sesta udienza nelle loro indagini sulle accuse antitrust della Silicon Valley.

Foto composita tramite Business Insider

I quattro CEO hanno ora rilasciato le loro osservazioni preparate:

Jeff Bezos, CEO di Amazon:

Tim Cook, CEO di Apple:

CEO di Google Sundar Pichai:

Mark Zuckerberg, CEO di Facebook:

* * *

Come osserva Politico , "La sessione arriva anche mentre il controllo dei behemoth sta aumentando in tutto il mondo, tra cui un caso antitrust del Dipartimento di Giustizia atteso contro Google e il recente lancio di due sonde europee di potenziali comportamenti anticoncorrenziali da parte di Apple".

Contrassegnerà anche la prima volta che Jeff Bezos, la persona più ricca del mondo, ha offerto testimonianza prima del Congresso, anche se tramite videoconferenza , mentre i legislatori della Camera giudiziaria parteciperanno virtualmente e di persona in un formato ibrido, secondo il rapporto.

Detto questo, lo "showdown" di oggi potrebbe andare in due modi; fuochi d'artificio o snoozefest . Se i Democratici della Camera saltassero di scena da questioni antitrust e premessero i CEO sul discorso di odio online, o se i membri del GOP li esercitassero su pregiudizi anti-conservatori, le cose potrebbero diventare interessanti.

Anche il formato dell'interrogatorio – quattro amministratori delegati d'élite, tutti presenti in videoconferenza a causa della pandemia di coronavirus – potrebbe rendere più difficile per i membri mettere un guanto sui vari problemi delle aziende, che vanno dal comando di Google e Facebook delle entrate pubblicitarie digitali a Il controllo di Apple sul suo App Store e domande sul fatto che Amazon abbia fuorviato il Congresso. – Politico

"La discussione andrà ben oltre l'antitrust", ha affermato Carl Szabo, vicepresidente e consigliere generale di NetChoice, un gruppo commerciale tecnologico che conta come membri Google, Amazon e Facebook. "Entrerà in questioni di interferenza elettorale, di pregiudizio conservatore o di qualsiasi altra questione de jour su cui ci piace sella la tecnologia".

Come dettagliato in precedenza , ecco cosa aspettarsi supponendo che le cose vadano secondo i piani:

I legislatori probabilmente metteranno in dubbio Bezos se un avvocato di Amazon abbia ingannato il comitato giudiziario la scorsa estate affermando che la società non utilizza i dati raccolti da fornitori di terze parti per lanciare prodotti concorrenti .

In effetti, secondo il Wall Street Journal , i dipendenti di Amazon hanno fatto proprio questo, il che ha spinto i leader della magistratura a chiedersi se un rinvio penale fosse appropriato per le accuse di falsa testimonianza. La società ha contestato la relazione della WSJ e ha affermato di non aver "fuorviato intenzionalmente" il Comitato, promettendo al contempo di condurre un'indagine interna.

Mark Zuckerberg di Facebook probabilmente affronterà le domande sulle acquisizioni degli ex rivali WhatsApp e Instagram, mentre la senatrice Elizabeth Warren (D-MA) e altri hanno chiesto ai regolatori di rompere il gigante dei social media.

Altri elementi di indagine includeranno il modo in cui Facebook gestisce i suoi dati raccolti da oltre 2 miliardi di utenti, incluso se è a fini anticoncorrenziali.

"C'è una vera paura che nessun altro concorrente possa mai lanciare con successo una piattaforma di social media perché non potrebbe mai eguagliare le scoperte di dati di Facebook, che, dato il loro record, è una seria minaccia per gli utenti", Rep. Joe Neguse (D-CO) detto a Politico .

Sundar Pichai di Google dovrà rispondere se l'azienda amplifica i propri servizi di ricerca a scapito di concorrenti e consumatori che cercano mappe, video o altri servizi.

Separatamente, verranno poste domande sul fatto che il loro dominio sulla pubblicità online abbia danneggiato le piccole imprese e le agenzie di stampa.

Il comitato ha anche accusato la società di essere meno che schietta nella sua testimonianza passata, anche su domande come la percentuale di ricerche sul motore dell'azienda che portano a riferimenti a siti web non su Google.

Google è stato separatamente un bersaglio frequente delle accuse repubblicane di parzialità anti-conservative sulla sua piattaforma di condivisione video YouTube, un argomento che dovrebbe tornare di nuovo all'udienza di lunedì. Google e le altre principali piattaforme tecnologiche negano tali addebiti. I democratici, nel frattempo, hanno contestato il modo in cui la società gestisce i discorsi di odio e la disinformazione su YouTube. – Politico

Infine, il CEO di Apple Tim Cook affronterà le domande su come la società ha gestito il suo app store.

" A causa del potere di mercato di cui dispone Apple, sta imputando canoni di locazione esorbitanti – rapina in autostrada, fondamentalmente – bullismo alle persone per pagare il 30 percento o negare l'accesso al loro mercato ", ha dichiarato il rappresentante David Cicilline (D-RI) a The Verge a giugno. "Sta schiacciando i piccoli sviluppatori che semplicemente non possono sopravvivere con questo tipo di pagamenti. Se ci fosse una vera concorrenza in questo mercato, questo non accadrebbe. "


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/05-rFTwDevs/big-tech-ceos-release-their-prepared-remarks-ahead-historic-hearing in data Wed, 29 Jul 2020 06:45:00 PDT.