“Davvero, davvero cattolica” Amy Coney Barrett risponde al bigottismo antireligioso

"Davvero, davvero cattolica" Amy Coney Barrett risponde al bigottismo anti-religioso Tyler Durden Sab, 26/09/2020 – 13:00

Scritto da Tyler O'Neil tramite PJMedia.com,

Il presidente Donald Trump nominerà una donna per succedere al giudice della Corte Suprema Ruth Bader Ginsburg sabato, e gli osservatori si aspettano che scelga Amy Coney Barrett, un giudice della settima corte d'appello del circuito. Venerdì, dopo che i notiziari hanno riferito che Trump avrebbe scelto Barrett, il conduttore della HBO Bill Maher ha salvato la potenziale candidata per la sua fede cattolica romana. Eppure forse nessuno ha dato una risposta migliore a tale fanatismo antireligioso della stessa Barrett.

“A quanto pare, la scelta sarà Amy Coney. Diremo spesso il nome perché è un fottuto pazzo. Religione, avevo ragione anche su questo ", ha detto Maher .

“Amy Coney Barrett. Cattolico. Veramente cattolico. Voglio dire davvero, davvero cattolico, come parlare in lingue. Non crede ai preservativi, che ha in comune con Trump, perché neanche lui. Lo abbiamo imparato da Stormy Daniels ", ha scherzato Maher.

L'obiezione di Maher a Barrett sembra essere fondata sull'idea che i carismatici cattolici romani sono una pericolosa setta anti-scientifica e quindi non possono trattare le questioni legali in modo spassionato. Piuttosto che attaccare semplicemente il cattolicesimo, ha attaccato la più ampia tendenza cristiana di credere che le persone parlano ancora in lingue a causa dello Spirito Santo (una posizione controversa nel cristianesimo, ma che si estende a una vasta fascia di cristiani). Ha anche suggerito che non ci si poteva fidare di Barrett a causa della "religione".

Eppure Barrett è un'originalista , il che significa che mira a sostenere il significato pubblico originale della Costituzione, piuttosto che reinterpretarlo al fine di modificare unilateralmente la Costituzione, scrivendo le sue preferenze politiche di diritto come ha fatto la Corte Suprema in Roe v. Wade (1973) ), creando un nuovo "diritto" all'aborto.

Maher era ben lungi dall'essere la prima ad attaccare Barrett per la sua fede.

Altri attacchi alla fede di Barrett

Durante l'udienza di conferma di Barrett per la 7th Circuit Court of Appeals, la senatrice Dianne Feinstein (D-Calif.) Ha notoriamente imposto una sorta di prova religiosa.

"Il dogma vive forte dentro di te", ha detto Feinstein, suggerendo che le convinzioni religiose di Barrett l'hanno squalificata dal servizio sulla panchina federale.

Dopo la morte di Ginsburg, alcuni a sinistra si sono precipitati a demonizzare Barrett. Il critico di libri del Washington Post Ray Charles ha suggerito che c'era qualcosa di nefasto nell'affermazione di Barrett che intendeva perseguire "il regno di Dio". Al contrario, il “regno di Dio” è una frase cristiana comune che ha più a che fare con l'amore per il prossimo tuo come te stesso che con la realizzazione di qualche tipo di teocrazia.

Allo stesso modo, Newsweek ha pubblicato una storia sostenendo che Barrett apparteneva a un'organizzazione segreta simile a un culto che ha ispirato il libro di Margaret Atwood The Handmaid's Tale . In verità, il gruppo pentecostale a cui apparteneva Barrett, People of Praise, non aveva alcun legame con People of Hope, il gruppo a cui Atwood si era aggrappato. Newsweek ha corretto la storia ma non l'ha ritratta.

La risposta di Amy Coney Barrett a tali attacchi

L'anno scorso, a un evento con l'Hillsdale College, la studentessa di Barrett Stephanie Maloney ha chiesto al giudice "Che ruolo dovrebbe avere la fede di un candidato nel processo di conferma?"

Barrett ha detto: "Nessuno".

“Voglio dire, abbiamo una lunga tradizione di tolleranza religiosa in questo paese. E infatti, la clausola del test religioso nella Costituzione rende incostituzionale imporre un test religioso a chiunque ricopra una carica pubblica, ha spiegato il giudice.

"Quindi se qualcuno è cattolico o ebreo o evangelico o musulmano o non ha alcuna fede è irrilevante per il lavoro", ha aggiunto Barrett.

“Ho una cosa che voglio aggiungere a questo, però. Penso che quando fai un passo indietro e pensi al dibattito sul fatto che la religione di qualcuno abbia qualche rapporto con la loro idoneità all'ufficio, mi sembra che la premessa della domanda sia che le persone di fede avrebbero difficoltà in modo univoco a separare la loro morale impegni derivanti dall'obbligo di applicare la legge. E penso che le persone di fede dovrebbero rifiutare questa premessa ", ha aggiunto.

“Tutte le persone, ovviamente – beh, speriamo, la maggior parte delle persone – hanno convinzioni morali profondamente radicate, che provengano o meno dalla fede. Le persone che non hanno fede, le persone che non sono religiose, hanno convinzioni morali profondamente radicate ”, ha osservato Barrett. “Ed è altrettanto importante per quelle persone essere sicure – ho appena passato del tempo a parlare del lavoro di un giudice che consiste nel mettere da parte le convinzioni morali, le convinzioni morali personali e le preferenze personali e seguire la legge. Questa è una sfida per coloro che hanno fede e per coloro che non hanno fede ".

"Quindi penso che il pubblico dovrebbe essere assolutamente preoccupato se un candidato per una carica giudiziaria sarà disposto e in grado di mettere da parte le preferenze personali, siano esse morali, siano esse politiche, qualunque siano le convinzioni", ha spiegato Barrett. "Il pubblico dovrebbe essere preoccupato se un candidato può mettere da parte quelli a favore del rispetto della legge".

Ma non è una sfida solo per le persone religiose. Voglio dire, è una sfida per tutti. E quindi penso che sia una strada pericolosa da percorrere per dire che solo le persone religiose non sarebbero in grado di separare le convinzioni morali dal loro dovere ”, ha detto.


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/RvPdKEr34LA/really-really-catholic-amy-coney-barrett-responds-anti-religious-bigotry in data Sat, 26 Sep 2020 10:00:00 PDT.