Crollo delle vendite di autovetture cinesi del 6,5% a giugno dopo il rimbalzo del gatto morto a maggio

Crollo delle vendite di autovetture cinesi del 6,5% a giugno dopo il rimbalzo del gatto morto a maggio Tyler Durden ven, 07/10/2020 – 20:45

Nonostante infiniti incentivi governativi e una ripresa a forma di V finta, la realtà sembra nuovamente affondare nel mercato automobilistico cinese.

Pechino ha annunciato oggi che il paese aveva venduto 1,68 milioni di unità a giugno , secondo la China Passenger Car Association (CPCA). Ciò segna un calo del 6,5% su base annua nonostante il rimbalzo del gatto morto di maggio , dove i numeri sono aumentati dell'1,9% rispetto all'anno precedente, principalmente a causa di facili complicazioni.

L'associazione ha definito la prova numerica di una "continua ripresa" nel mercato delle autovetture, secondo Reuters .

Come nel caso di maggio, le case automobilistiche di lusso hanno superato il mercato mentre le vendite di veicoli NEV hanno raggiunto 85.600. Tesla rappresentava il 23% del settore dei veicoli elettrici a batteria pura nel mese e il segretario generale della CPCA Cui Dongshu ha dichiarato che si aspetta che le vendite di veicoli elettrici superino le prestazioni nella seconda metà del 2020.

Questi numeri non saranno una sorpresa troppo grande per i lettori di Zero Hedge. Abbiamo notato giorni fa che i numeri delle vendite in uscita da giugno sembravano essere un altro mese in crisi per la Cina. Pochi giorni fa, il CPCA ha dichiarato che le vendite di auto al dettaglio sono diminuite del 37% su base annua per la quarta settimana di giugno.

Le vendite medie giornaliere sono scese a 51.627 durante il 22-27 giugno, il che ha segnato un calo sequenziale del 6% rispetto alla stessa settimana di maggio, indicando un po 'di tregua o miglioramento dalla pressione della pandemia di coronavirus sul settore. PCA ha accusato "fattori stagionali" il calo, che è un modo divertente di dire "virus di origine cinese che sta devastando l'intero pianeta".

Abbiamo detto giorni fa:

"Questo consente anche un brutto quadro per il nuovo numero di vendite di auto del mese di giugno, dal momento che abbiamo riportato circa 3 settimane fa che la prima settimana di giugno è stato anche fuori ad un inizio brutto. In quell'articolo, abbiamo notato che le vendite di auto al dettaglio sono diminuite del 10% anno su annoma soprattutto il 20% rispetto allo stesso periodo di maggionella prima settimana di giugno ".

Questa notizia arriva nonostante i risultati migliori del previsto a maggio, dove le vendite hanno mostrato un aumento del 12% anno su anno.

Secondo The Detroit Bureau , le vendite al dettaglio di auto premium e di lusso hanno guidato la carica a maggio, aumentando del 28% il mese scorso rispetto ai risultati dell'anno scorso. I veicoli di lusso hanno mantenuto la propria forza a giugno.

Il governo cinese continua a cercare di stimolare la domanda con nuove politiche volte ad attirare gli acquirenti.

Ricordiamo, recentemente abbiamo notato che anche i produttori di automobili statunitensi stanno incentivando ingenti incentivi per riportare gli acquirenti negli showroom. L'Europa sta seguendo l'esempio, con la Volkswagen che avvia un'iniziativa di vendita per rilanciare la domanda, incluso un miglioramento delle condizioni di leasing e finanziamento.

Le prospettive per l'anno in Cina rimangono tutt'altro che ottimistiche. Il CAAM prevede che le vendite scenderanno dal 15% al ​​25% per l'anno , a seconda che il paese sia in grado di rallentare ulteriormente la diffusione del virus.


    Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/mTi3wT2HZZo/china-passenger-car-sales-slump-65-june-after-dead-cat-bounce-may in data Fri, 10 Jul 2020 17:45:00 PDT.