S&P Futures Fall, “Panic Selling” in Cina mentre gli Stati Uniti-Cina aumentano

S&P Futures Fall, "Panic Selling" In China Mentre US-China Spat intensifica Tyler Durden Fri, 24/07/2020 – 07:59

I futures su indici azionari statunitensi sono scesi e le azioni cinesi sono crollate venerdì a seguito di un'altra escalation delle tensioni tra gli Stati Uniti e la Cina e quando le azioni di Intel sono crollate dopo aver segnalato un ritardo nello sviluppo di una nuova tecnologia di chip. Il dollaro ha continuato a scivolare sulla scia dell'euro e della forza dello yen, mentre i tassi di interesse e l'oro sono rimasti sostanzialmente invariati.

Le azioni globali subirono un colpo dopo che Pechino ordinò a Washington di chiudere il suo consolato nella città di Chengdu, rispondendo a una richiesta degli Stati Uniti questa settimana che la Cina chiudesse il suo consolato di Houston. Intel è scesa del 12% sul mercato dopo che la società ha dichiarato di essere in ritardo di sei mesi nello sviluppo della tecnologia dei chip a 7 nanometri e prenderebbe in considerazione la possibilità di dedicare più lavoro alle fonderie di semiconduttori esterne. I micro dispositivi avanzati della concorrenza hanno guadagnato il 6% sui problemi di Intel. American Express è scesa nel trading pre-market dopo aver perso le stime dei ricavi. Le azioni di FAAMGs – Facebook, Amazon.com, Apple, Microsoft e Google – che sono state fondamentali per guidare la ripresa del mercato azionario negli ultimi mesi, sono scivolate tra l'1,0% e l'1,4% venerdì.

Giovedì, l'S & P 500 si è ritirato da un massimo di cinque mesi appesantito dalle perdite nelle scorte tecnologiche, da un aumento a sorpresa delle richieste di disoccupazione negli Stati Uniti e dal tiro alla fune di Washington per le misure di stimolo. I repubblicani del Senato presenteranno la loro proposta la prossima settimana per un nuovo round di aiuti al coronavirus, compresi più pagamenti diretti agli americani e una parziale estensione delle prestazioni di disoccupazione rafforzate, ha detto giovedì il leader della maggioranza del Senato Mitch McConnell.

Anche le azioni europee sono crollate, a seguito di una pesante sessione in Asia che ha visto crollare le azioni cinesi del 4%.

Come riporta Bloomberg , i commercianti cinesi, gli addetti ai lavori delle società e gli investitori esteri stanno fuggendo dal mercato azionario del paese. Il sentimento sta rapidamente peggiorando nel mezzo della più grande minaccia ai legami diplomatici di Pechino con Washington da anni. I commercianti con sede al di fuori della Cina continentale hanno venduto oltre $ 2,3 miliardi di azioni cinesi venerdì, uno dei maggiori deflussi di sempre tramite i collegamenti di scambio di Hong Kong. Alcuni azionisti di controllo della tecnologia cinese stanno uscendo il più presto possibile. L'indice CSI 300 è sceso del 4,4% alla chiusura, mentre l'indice ChiNext è sceso del 6,1%, il più dal 3 febbraio. Le perdite si sono accelerate nel pomeriggio dopo che il ministero degli Esteri cinese ha dichiarato di aver ordinato agli Stati Uniti di chiudere il proprio consolato nella città sud-occidentale di Chengdu. L'amministrazione Trump all'inizio di questa settimana ha ordinato la chiusura di un consolato cinese a Houston. Gli investitori esteri hanno venduto 16,4 miliardi di yuan di azioni cinesi venerdì, il più da quando il record è stato scaricato 17,4 miliardi di yuan il 14 luglio. Il fatturato è salito a 1,3 trilioni di yuan, la 17a sessione sopra il segno di 1 trilione di yuan.

"Le preoccupazioni per le relazioni Cina-USA domineranno il mercato", ha affermato Raymond Chen, gestore di portafoglio di Keywise Capital Management (HK) Ltd. "Le persone seguiranno da vicino le reazioni degli Stati Uniti alla chiusura del consolato di Chengdu. Mi aspetto una maggiore vendita di panico a breve termine. "

L'Eurostoxx 600 è sceso di oltre il 2% con la tecnologia, i rivenditori e le scorte minerarie che hanno registrato forti perdite. La maggior parte degli indici azionari scende in rosso per la settimana, spazzando via i dati preliminari di PMI di luglio ampiamente solidi, FTSE MIB sottoperforma a margine. Il mercato europeo ha completamente ignorato gli ultimi dati PMI più forti del previsto. Come osserva Globman, dopo un record, miglioramento cumulativo migliore del previsto di 34,8 punti percentuali su maggio e giugno, il PMI composito dell'area dell'euro è ulteriormente migliorato, da 6,3 punti a 54,8 a luglio, in particolare al di sopra delle aspettative, in linea con un continuo impulso positivo a attività economica da misure di blocco più semplici e miglioramenti nei dati ad alta frequenza. In tutti i settori, la ripresa è stata di ampia portata e leggermente più forte nei servizi. La composizione complessiva delle PMI di luglio è stata forte. I nuovi ordini hanno continuato a migliorare tra la più solida domanda interna ed estera. Anche le PMI composite tedesche e francesi hanno registrato aumenti superiori alle attese e sono salite comodamente sopra i 50. Complessivamente, le PMI di luglio indicano una continua ripresa, principalmente guidata dalla domanda, nell'attività economica nell'area dell'euro, con una significativa crescita positiva dell'attività a luglio (ma più lento rispetto a maggio e giugno).

Numeri chiave:

  • PMI composito dell'area dell'euro (luglio, Flash): 54,8, exp. 51.1, ultimo 48.5.
  • PMI dell'area dell'euro manifatturiera (luglio, Flash): scadenza 50.1, ultimo 47.4.
  • PMI dell'area dell'euro (luglio, Flash): 55.1, exp. 51.0, ultimo 48.3.
  • Germania Composite PMI (luglio, Flash): 55.5, exp. 50.2, ultima 47.0.
  • France Composite PMI (luglio, Flash): 57.6, exp. 53.5, ultimo 51.7.

Le azioni australiane sono affondate insieme ai coetanei regionali sull'escalation USA-Cina. L'indice S & P / ASX 200 è sceso dell'1,2% per chiudere a 6.024,00.

In volatilità, il VIX è scattato brevemente a un 28-handle mentre il V2X europeo si trova ai massimi della settimana, appena sotto un 27-handle.

In FX, lo yen giapponese ha guidato i guadagni in valuta del G-10 in un ampio sentimento di risk-off, e l'indice Bloomberg Dollar Spot è diminuito, mentre i Bund sono scesi a segno che l'attività tedesca si stava espandendo. L'euro e la sterlina sono sulla buona strada per il loro più grande aumento settimanale rispetto al dollaro dall'inizio di giugno a seguito di incoraggianti dati economici provenienti dalla Germania, dall'area dell'euro e dallo yuan cinese La Cina è scesa dello 0,28% a 7,0238 rispetto al biglietto verde, il più debole da luglio 8.

In termini di tassi, i richiedenti rifugio hanno spinto i rendimenti dei titoli del Tesoro a 5 anni a un livello record e i futures azionari statunitensi sono scivolati dopo le crescenti tensioni USA-Cina. Il commercio è stato instabile: i future sul Bund sono saliti ai massimi per la settimana vicino a 177,00, prima di sbiadire il passaggio tra i peggiori livelli di giovedì. I titoli di stato cinesi hanno ampliato i guadagni, con contratti a termine su titoli decennali che hanno raggiunto lo 0,36% al massimo dal 3 luglio. Il rendimento del debito dovuto in un decennio è sceso di 5 punti base al 2,86%, il più basso dal 1 luglio.

Nelle materie prime, il petrolio era piatto mentre l'oro ha chiuso a $ 1.900 l'oncia, avvicinandosi al suo massimo intraday di tutti i tempi. Il dollaro ha esteso lo scivolo di questa settimana e lo yuan offshore è sceso. Le obbligazioni core europee sono diminuite dopo che i titoli del Tesoro USA sono diminuiti.

Nel calendario economico, le indagini PMI sulla produzione e sui servizi di Markit sono previste alle 9:45 ET, mentre i dati sulle vendite di nuove case sono attesi alle 10.

Istantanea del mercato

  • I futures S&P 500 sono scesi dello 0,5% a 3.211,75
  • STOXX Europe 600 in calo dell'1,9% a 366,44
  • MXAP in calo dello 0,9% a 165,19
  • MXAPJ in calo dell'1,8% a 542,36
  • Nikkei in calo dello 0,6% a 22.751,61
  • Topix in calo dello 0,6% a 1.572,96
  • Indice Hang Seng in calo del 2,2% a 24.705,33
  • Shanghai Composite in calo del 3,9% a 3.196,77
  • Sensex in calo dello 0,3% a 38.025,57
  • Australia S & P / ASX 200 in calo dell'1,2% a 6.024,00
  • Kospi in calo dello 0,7% a 2.200,44
  • Rendimento tedesco a 10 anni invariato a -0,48%
  • Euro in aumento dello 0,1% a $ 1,1612
  • Brent Futures in rialzo dello 0,4% a $ 43,46 / bbl
  • Il rendimento italiano a 10 anni è sceso di 5,3 bp allo 0,858%
  • La resa spagnola a 10 anni è salita da 0,7 bp allo 0,33%
  • Brent Futures in rialzo dello 0,4% a $ 43,46 / bbl
  • Spot dell'oro in rialzo dello 0,4% a $ 1.894,65
  • Indice del dollaro USA in calo dello 0,03% a 94,66

Principali notizie notturne

  • La Cina ha reagito alla decisione degli Stati Uniti di chiudere la sua missione a Houston ordinando a Washington di chiudere il suo consolato a Chengdu, un posto di ascolto chiave per gli sviluppi del Tibet
  • L'economia dell'area dell'euro ha visto l'attività crescere per la prima volta in cinque mesi a luglio, ma la domanda debole significa che le aziende continuano a ridurre il personale
  • Le banche non sono sufficientemente preparate per le riforme dei parametri sui tassi di interesse che sostengono attività per un valore di trilioni di euro, ha affermato la Banca centrale europea
  • I governi dell'Unione europea sono pronti ad approvare un "pacchetto coordinato" di misure per sostenere Hong Kong di fronte alla nuova legislazione sulla sicurezza nazionale della Cina per l'hub finanziario

Le azioni APAC sono state negoziate al ribasso su tutta la linea mentre la regione ha preso spunto dalle perdite di Wall Street, dove l'S & P ha registrato una serie di vittorie di quattro giorni e il Nasdaq ha sottoperformato a seguito del sell-off delle principali azioni tecnologiche . Inoltre, le azioni Intel sono crollate del 10% dopo le ore nonostante i guadagni ampiamente positivi, poiché la sua avanzata transizione del prodotto con chip da 7 nanometri deve affrontare un ulteriore ritardo, sebbene la concorrenza AMD sia cresciuta del 7,5% sulle notizie. Le perdite in Asia-Pac hanno preceduto il previsto annuncio di ritorsione dalla Cina, dove ha confermato che chiederà agli Stati Uniti di chiudere il suo consolato a Chengdu, come pubblicizzato da fonti. ASX 200 (-1,2%) è stato pesato dalle perdite tra i suoi minatori e finanziari dei pesi massimi. Il KOSPI (-0,7%) ha preso una pausa dalla sottoperformance di ieri e mentre i nuovi casi in Corea del Sud continuano a diminuire di ritmo. Hang Seng (-2,2%) è stato messo sotto pressione da una serie di titoli a grande capitalizzazione in rosso e con il timore che la chiusura del consolato americano ad Hong Kong sia nell'arsenale cinese, sebbene ciò sarebbe simile a un'opzione nucleare. Allo stesso modo. Shanghai Comp (-3,8%) ha sottoperformato in quanto gli investitori hanno preso le chips dal tavolo in seguito alla mossa di ritorsione della Cina, mentre gli esperti citati dal Global Times hanno dichiarato che Pechino potrebbe anche prendere in considerazione uno sciopero mirato come l'espulsione di centinaia o più diplomatici statunitensi nella Cina continentale e Hong Kong. Come promemoria, i mercati giapponesi sono stati chiusi in osservanza della Festa nazionale dello sport.

Principali notizie asiatiche

  • Il panico vende i titoli cinesi dopo che le tensioni negli Stati Uniti sono peggiorate
  • Glove Mania aumenta il valore di mercato della Malesia per sfidare Singapore

Le azioni europee sono quotate in ribasso su tutta la linea (Eurostoxx 50 -1,5%) a seguito di una chiusura negativa ieri a Wall Street, insieme alle crescenti tensioni tra Stati Uniti e Cina dopo che la Cina ha confermato che chiederà agli Stati Uniti di chiudere il consolato di Chengdu in risposta alla chiusura del consolato cinese negli Stati Uniti. Inoltre, l'Europa è anche ostacolata dalle prestazioni dei nomi tecnici dopo che Intel (-11,1% pre-market) ha riportato ieri dopo le ore. Nonostante le metriche finanziarie siano ampiamente positive, si è constatata delusione dopo le notizie secondo cui la transizione avanzata del prodotto a chip da 7 nanometri della società affronta un ulteriore ritardo. Alla luce di quanto sopra, una serie di stampe PMI ampiamente ottimistiche provenienti da tutta l'Eurozona ha provocato solo un modesto rialzo del sentiment, con i mercati che forse guardano alle settimane / mesi a venire per determinare se tali letture sono indicative della ripresa che verrà . Altrove in termini di prestazioni a livello settoriale, i nomi delle telecomunicazioni vengono soppesati da Vodafone (-5,2%) dopo che le vendite del primo trimestre del Co. non sono state all'altezza delle aspettative, pur annunciando che sta puntando all'inizio del 2021 per un elenco di Francoforte dei suoi affari dell'albero. I nomi energetici stanno andando decisamente meglio dei coetanei, anche se ancora più bassi nel corso della giornata con una certa ripresa concessa da prezzi dell'energia leggermente più solidi ed Equinor (+ 1,8%) dopo che la Co. ha riportato utili precedenti del previsto, supportati da attività di trading. Centrica (+ 20,0%) è il chiaro surclassatore dello Stoxx 600 con la Co. che annuncia la proposta di vendere la vendita di energia diretta a NRG Energy per 3.625 miliardi di dollari in contanti insieme ai guadagni di H1.

Principali notizie europee

  • UK luglio Flash Composite PMI 57.1 contro 47.7; Est 51.7
  • Vallourec cade sulla notizia di aver cercato un aiuto di Stato
  • La BCE pesa la pubblicazione dei tassi composti a termine ESTR

In FX, la mancanza di coinvolgimento giapponese e la potenziale offerta di esportazione / corporativa potrebbe esacerbare la mossa, ma l'avversione al rischio su fattori ben documentati e familiari ha spinto un aumento più pronunciato e diffuso della domanda per lo Yen rifugio. In effetti, Usd / Jpy ha fatto una svolta decisiva tra i minimi minimi di 107,00, 106,67-65 recenti e ora si sta avvicinando al numero circolare sotto il quale il supporto risiede a 106,07 (base del 23 giugno) in vista di livelli tecnici al ribasso più forti sotto forma di un doppio o pinzetta inferiore a 105,99 (trogoli consecutivi dal 6 al 7 maggio). Allo stesso modo, l'Eur / Jpy si è invertito bruscamente dai massimi di stimolo fiscale post-UE alla zona bassa di 123,00, poiché la moneta unica perde slancio in generale.

  • EUR / GBP – Sostenuto da PMI preliminari migliori del previsto e incoraggianti, tra cui il settore manifatturiero tedesco che ritorna dalla profonda contrazione alla soglia di espansione, ma ostacolato d'altra parte da un sentimento di rischio più ampio e nessun progresso sul fronte commerciale della Brexit. Quindi, l'Euro sta trovando l'altitudine rara sopra 1.1600 contro il Greenback e la Sterlina continua a lottare sulla maniglia di 1.2700, sebbene formando una base più solida sopra i 200 DMA di Cable (bang sulla grande cifra oggi).
  • AUD / CAD / NZD – Ulteriore erosione da picchi elevati rispetto alla loro controparte statunitense, in quanto il DXY riduce alcune perdite da un nuovo nadir del 2020 tra 94.569-810 parametri, con l'Aussie sotto-0.7100, Loonie sotto 1.3400 e Kiwi vicino al fondo di una gamma 0,6653-19. Piccola reazione indipendente a decenti miglioramenti dei CBA PMI o un surplus commerciale più stretto della Nuova Zelanda durante la notte, con il primo in qualche modo guastato da più casi COVID-19 in Victoria e l'Aud monitorano anche un altro ritiro YUAN inferiore a 7,0000 dopo la conferma della rappresaglia del consolato cinese contro gli Stati Uniti.
  • EM – Il tono di rischio aspro sopra menzionato e le crescenti infezioni virali stanno pesando sulle valute regionali, ma il Rublo sta ottenendo un supporto di base dal Brent che tiene sopra Usd 43 / brl in attesa dell'imminente chiamata del tasso CBR tra le aspettative per una riduzione di 50 bp, ma nessuna garanzia dopo che il Governatore Nabiullina ha dichiarato che è possibile una pausa dopo la facilità di giugno all'attuale ATH del 4,5%.

Nelle materie prime, WTI e Brent sono più solidi questa mattina in quello che sembra essere un consolidamento da alcune delle ore negative degli Stati Uniti date le preoccupazioni di stimolo e le tensioni USA-Cina; anche se, i parametri di riferimento hanno ancora qualche strada da fare per riconquistare il declino di ieri. In termini di flusso di notizie non c'è nulla di fondamentalmente nuovo per il complesso, che è stato il tema per l'intera settimana. Per il momento, abbiamo il conteggio settimanale del rig di Baker Hughes che potrebbe attirare qualche attenzione, ma a parte l'azione sui prezzi probabilmente seguirà, almeno direzionalmente, il sentimento del rischio ancora una volta. Questa mattina ha visto i guadagni di Equinor e in termini di commenti più qualitativi, il CEO vede una pressione al ribasso sui prezzi dato che l'OPEC allenta le loro quote di produzione riducendo le quote ma alla fine continua ad aspettarsi che il mercato raggiunga l'equilibrio nel 2022. Per i metalli, l'azione al rialzo per i metalli preziosi continua con l'oro e l'argento entrambi più solidi nel giorno aiutati dal rovescio del dollaro. Il metallo giallo deve ancora eclissare USD 1900 / oz con il massimo della sessione USD ~ 2 / oz da questa maniglia dopo che il massimo storico di USD 1921,75 / oz si trova come un possibile punto critico.

Calendario degli eventi degli Stati Uniti

  • 9:45: Markit US Manufacturing PMI, est. 52, precedente 49.8
    • Markit US Services PMI, est. 51, precedente 47.9
    • Markit US Composite PMI, precedente 47.9
  • 10: Vendite di case nuove, stima 700.000, prima delle 676.000
  • 10: MoM vendite nuove case, stimato 3,55%, precedente 16,6%

Jim Reid di DB conclude l'involucro notturno

Sono nella casa del cane oggi. Dato che il mio golf club si è aperto per mangiare all'aperto, ieri ho portato Maisie a pranzo e ad un'ora rara dalla scrivania. Le mancavano i loro gelati ed era così entusiasta di tornare. Le ho anche comprato un putter rosa da usare sul green da allenamento. Abbiamo fatto un pranzo delizioso e alle 13.00 sono tornato alla mia scrivania. Alle 17:00 mia moglie si avvicina al mio studio e dice "Quanto gelato hai dato a Maisie? È stata iperper tutto il pomeriggio e non riesco a controllarla. È un incubo ”. Ho risposto innocentemente che ha mangiato 3 misurini. Mia moglie ha detto: “Jim, ha solo 4 anni. Non dovrebbe avere più di un piccolo misurino. Non 3 adulti. Ha ancora così tanto zucchero che scorre nelle vene. Molte grazie". All'epoca non avevo idea, anche se mi chiedevo perché continuasse a battere i pali dal green.

È giusto dire che le relazioni tra Stati Uniti e Cina continuano a deviare dal fairway e nel profondo e agitato discorso del Segretario di Stato americano Pompeo la scorsa notte non ha aiutato le cose. In esso il Segretario ha invitato il popolo cinese a cambiare la direzione del Partito Comunista al potere. Ha anche affermato che "una nuova alleanza di democrazie" dovrebbe essere fatta per respingere "i disegni del partito comunista cinese sull'egemonia". Nel complesso, il discorso era di natura piuttosto falco. Ciò è avvenuto poche ore dopo che è stato riferito che la Cina è "destinata a chiudere il consolato americano" a Chengdu (confermato dall'oggi al domani). È strategicamente importante dato l'interesse americano per il Tibet ed è apparentemente in rappresaglia agli ordini all'inizio di questa settimana di chiudere il consolato cinese a Houston.

Poco dopo che una bozza del discorso di Pompeo è stata inviata alle principali reti di notizie, le attività di rischio statunitensi hanno iniziato a scivolare, in particolare i titoli tecnologici. Ricorda che questi erano più sensibili al flusso di notizie negative durante la guerra commerciale dell'anno scorso.

Oggi, tuttavia, l'attenzione sarà rivolta alle PMI flash per luglio, che sarà una delle prime indicazioni di come le diverse economie hanno registrato risultati nel mese. Durante la notte abbiamo visto i numeri fuori dall'Australia, che ha mostrato una continua ripresa con i servizi PMI in stampa a 58.5 (contro 53.1 del mese scorso) mentre la produzione è arrivata a 53.4 (contro 51.2 del mese scorso) portando il PMI composito a 57.9 (contro 52.7 lo scorso mese). In Europa e negli Stati Uniti le aspettative di consenso sono che la maggior parte delle PMI attraverserà i 50 punti cruciali che separano l'espansione dalla contrazione, ma ovviamente questo sta seguendo mesi di contrazioni spesso gravi, quindi c'è ancora molta strada da fare prima di tornare a dove eravamo. Una grande attenzione sarà se gli Stati Uniti potranno tenere il passo rispetto all'Europa, dato il rallentamento delle riaperture nella prima e la costante normalizzazione nella seconda.

Stamattina tutti i mercati asiatici sono stati scambiati in ribasso, con borse cinesi in testa alle flessioni tra le nuove tensioni con gli Stati Uniti. L'Hang Seng (-1,83%), Shanghai Comp (-2,25%), CSI (-2,99%), Kospi (-0,66%) e Asx (-1,17%) sono tutti in calo. Nel frattempo, anche l'affermazione durante la notte del presidente Trump secondo cui l'accordo commerciale con la Cina "significa meno per me adesso rispetto a quando l'ho fatto" sembra pesare sul sentimento. In segno di rischio, lo yen giapponese è aumentato di + 0,43% questa mattina. Anche i futures sull'S & P 500 sono in calo del -0,46% dopo una forte chiusura negli Stati Uniti. Altrove, i mercati del Giappone continuano a rimanere chiusi per una vacanza e anche l'avvertimento di Intel in merito a un ritardo della produzione ha visto un calo dopo le ore del titolo (-1,06%).

In vista del discorso di Pompeo di ieri, le attività di rischio hanno esaurito il ritmo dei dati degli Stati Uniti poveri e poi hanno accelerato più in basso sulla debolezza dei titoli Tech. L'indice S&P 500 è sceso dell'1,23% dal suo massimo post-pandemia del giorno precedente. Sono stati i titoli tecnici "Mega-cap" a guidare le flessioni, prima sui titoli USA / Cina, per poi scendere di nuovo più in basso nella sessione, potenzialmente su notizie normative. È stato riferito che Apple potrebbe trovarsi di fronte a una sonda di protezione del consumatore multi-stato. Anche il panel della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti si riunirà la prossima settimana (il 27 luglio) per discutere di Google (-3,07%), Facebook (-3,03%), Apple (-4,55%) e Amazon (-3,66%) su potenziali questioni antitrust. Il panel è stato programmato, ma i risultati potrebbero avere un controllo più attento da parte degli investitori, data la recente sovraperformance del complesso. La sottoperformance dei titoli tecnologici ha visto la chiusura del NASDAQ del -2,29%, il più grande ritiro in quasi un mese. Ricordiamo che Apjit Walia, il nostro stratega tecnologico, ha pubblicato un rapporto in cui esplora l'imminente guerra fredda tecnologica tra Stati Uniti e Cina (toccato per la prima volta nella nostra ultima rivista Konzept). Ciò potrebbe costare al settore 3,5 miliardi di dollari nei prossimi cinque anni in una guerra fredda in piena regola. Link al nuovo video qui.

Con la maggior parte degli Stati Uniti che perde più tardi nella sessione, le azioni europee sono sopravvissute con pochi cambiamenti, con lo STOXX 600 che è riuscito a ottenere un anticipo di + 0,06%. Nel frattempo, il DAX ha visto una minuscola perdita dello -0,01%, ma ha comunque posto fine a una serie di 10 sessioni successive in cui aveva superato lo STOXX 600.

Insieme al rincalzarsi delle tensioni tra Stati Uniti e Cina e alle conseguenti notizie tecnologiche, l'umore tra gli investitori è stato ulteriormente attenuato dalle iniziali richieste di sussidi di disoccupazione settimanali dagli Stati Uniti, che hanno riguardato la settimana terminata il 18 luglio. Hanno mostrato un aumento delle richieste a 1.416 milioni (rispetto a 1,3 milioni previsti), segnando la prima volta che i reclami settimanali sono aumentati dalla fine di marzo, portando a termine una serie di 15 declini successivi. Certamente questa è una metrica a cui prestare attenzione dato il risorgere del virus negli Stati Uniti, e l'aumento aumenterà solo le preoccupazioni che i recenti progressi nella riduzione della disoccupazione negli ultimi due rapporti di lavoro probabilmente rallenteranno nei prossimi mesi. Detto questo, abbiamo ricevuto notizie più positive dai continui reclami della settimana precedente (conclusasi l'11 luglio), che sono scesi a 16.197 milioni (contro i 17.1 milioni previsti), con un tasso di disoccupazione assicurato che è sceso all'11.1%.

Sul coronavirus, la Florida ha riportato ieri un record di 173 morti, poiché i casi sono aumentati del 2,6%, che è inferiore alla media di 7 giorni del 3,3% ma rappresenta ancora oltre 10.000 nuovi casi. Anche alla luce della raccolta delle vittime e dell'elevato tasso di casi assoluti, il governatore DeSantis ha affermato che non è necessario imporre nuove restrizioni, citando la maschera emanata localmente e le misure di allontanamento. Nel frattempo, la California ha segnalato 5.975 nuovi casi nelle ultime 24 ore o un aumento del 2,9%, che è superiore alla media di 7 giorni del 2,5%, indicando che lo spread è ancora in corso nello stato anche se hanno implementato alcune restrizioni alla fine dello scorso mese. D'altra parte, l'Arizona sta probabilmente vedendo i primi ritorni sulle loro restrizioni, poiché gli esperti di sanità pubblica dello stato hanno affermato che il virus potrebbe aver raggiunto il picco. I casi sono aumentati dell'1,3% rispetto alla media a 7 giorni del 2,0% e la media a 7 giorni di nuovi casi è scesa da meno di 4000 al giorno a poco più di 2000 nell'ultima settimana. Dati i dati sui sinistri iniziali che peggiorano negli Stati Uniti, sarà importante controllare quali stati possono tenere sotto controllo il recente focolaio e quanto tempo ci vuole per farlo. Altrove, anche paesi asiatici come Hong Kong, Giappone, India e lo stato australiano del Victoria stanno assistendo a preoccupanti tendenze virali.

Rimanendo con gli Stati Uniti, sembra che il sostegno fiscale possa essere un po 'più lontano, dato che il leader della maggioranza del Senato Mitch McConnell ha dichiarato durante la notte che il presidente della commissione e altri repubblicani inizieranno a introdurre componenti del loro piano di stimolo lunedì. Questo può significare che la Fed decide di dover fare di più quando si riunirà la prossima settimana. In altri dettagli sul piano di stimolo in programma durante la notte, invece di una riduzione delle tasse sui salari, il GOP ora sosterrà $ 1.200 assegni per persone che realizzano fino a $ 75.000 all'anno, esattamente come nel conto dello stimolo di marzo.

Tornando ai mercati ieri e nel reddito fisso, il calo della propensione al rischio ha visto i rendimenti dei Treasury a 10 anni scendere di ulteriori -2,0 pb allo 0,577%, un minimo di 3 mesi e solo 3,7 pb dal minimo storico di marzo. In Europa c'era ancora un'altra divergenza tra core e periferia a seguito dell'accordo sul fondo di recupero. In particolare, i rendimenti sui BTP italiani a 10 anni sono scesi al di sotto dell'1% per la prima volta dopo il blocco, e lo spread dei rendimenti a 10 anni italiani (-6,2 pb), spagnolo (-2,0 pb) e portoghese (-2,9 pb) rispetto ai pacchi è sceso a Minimi di 4 mesi.

Rimanendo in Europa, l'ultimo round di colloqui sulla Brexit si è concluso ieri sul Regno Unito e sulle future relazioni dell'UE. Tuttavia, è chiaro da ciò che entrambe le parti hanno affermato in seguito che rimanevano gravi lacune tra le rispettive posizioni. A giudicare da entrambe le affermazioni, i due punti critici continuano a essere la questione della parità di condizioni, in cui l'UE cerca garanzie che il Regno Unito non lo taglierà con standard più bassi, insieme alla pesca. Il capo negoziatore del Regno Unito, David Frost, ha affermato che "permangono notevoli lacune nelle aree più difficili", mentre il capo negoziatore europeo Michel Barnier ha affermato in particolare che il "rifiuto del Regno Unito di impegnarsi in condizioni di concorrenza aperta ed equa e di un accordo equilibrato sulla pesca" significava che "il Regno Unito rende improbabile un accordo commerciale a questo punto".

Detto questo, ci sono stati alcuni segnali promettenti, con indicazioni che ci fossero stati movimenti da entrambe le parti sulla questione di come sarebbe stato regolato un futuro accordo, nonché progressi sulla questione della partecipazione del Regno Unito ai programmi dell'UE. Le due parti hanno tempo fino alla fine dell'anno per concludere un accordo, al termine del periodo di transizione Brexit. In pratica sarà probabilmente necessario un accordo prima di quello, a causa del processo di ratifica che deve avvenire. Lo stesso Barnier ha precedentemente fissato questa scadenza effettiva alla fine di ottobre, quindi dovrebbe essere un mese ricco di eventi.

In termini di ultimo nel rally dei metalli preziosi, l'oro è avanzato ieri di un ulteriore + 0,86% nella sua 5a mossa consecutiva verso l'alto, raggiungendo un nuovo massimo di 8 anni di $ 1887 / oz. Si noti che ora siamo a meno dell'1% di distanza dal massimo storico di chiusura in termini nominali per l'oro di $ 1900 / oz nel settembre 2011, con il massimo intraday di $ 1921 / oz raggiunto anche quel mese. Tuttavia, il rally ha esaurito il ritmo altrove, con l'argento in calo del -1,77% e anche il platino (-0,47%) e il palladio (-0,07%) si sono spostati verso il basso.

Infine, ieri non c'erano molti altri dati. Tuttavia, la lettura anticipata della fiducia dei consumatori da parte della Commissione europea nell'area dell'euro a luglio è inaspettatamente tornata a -15,0 (contro -14,7 a giugno), suggerendo che il rimbalzo potrebbe non essere vigoroso come previsto. Negli Stati Uniti, nel frattempo, l'indice manifatturiero della Fed di Kansas City è salito a 3 (contro i 5 previsti).

Prima del giorno prima alcuni annunci pubblicitari di alcuni interessanti video di ricerca DB recenti. Il nostro team di Economia APAC ha ricevuto un numero insolitamente alto di domande sul futuro del pegging HKD nelle ultime settimane. Ciò che è particolarmente insolito è che i partecipanti al mercato sono preoccupati per la svalutazione di una valuta che è stata negoziata sul lato positivo della banda di convertibilità per la maggior parte degli ultimi quattro mesi. Video e relazione qui da Michael Spencer, capo della ricerca APAC. Soggiornare in APAC Yi Xiong, capo economista cinese, ha pubblicato un rapporto su come, dopo un forte rimbalzo nel secondo trimestre, la divergenza tra i settori sarà probabilmente il prossimo tema principale per l'economia cinese. Video e relazione qui.

Per il giorno a venire ora, e il momento clou sarà probabilmente le letture PMI PMI di cui sopra. Altrimenti, ci sono vendite al dettaglio nel Regno Unito per giugno, l'indice di fiducia dei consumatori in Italia per luglio e le vendite di nuove case negli Stati Uniti per giugno. Altrove, la banca centrale russa prenderà la sua ultima decisione di politica monetaria, mentre i punti salienti degli utili includono Verizon, NextEra Energy, T-Mobile e American Express.


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/PyMOfGuT9b4/sp-futures-fall-panic-selling-china-us-china-spat-escalates in data Fri, 24 Jul 2020 04:59:55 PDT.