“Siamo fregati”: i peggiori mesi sia per gli affittuari che per i proprietari restano ancora avanti

"Siamo fregati": i peggiori mesi sia per gli affittuari che per i proprietari restano ancora avanti Tyler Durden Sab, 08/01/2020 – 22:30

Negli ultimi due mesi , l' affitto è appena arrivato negli Stati Uniti, mentre il paese continua a confrontarsi con un'economia decimata a causa della pandemia di coronavirus. L'unico motivo per cui molti proprietari non sono andati a braccetto a fianco dei rispettivi inquilini è stato il "sollievo" di emergenza fornito dal governo sotto forma di incessante stampa, distribuzione e distruzione del dollaro USA.

Ora, con ulteriori finanziamenti di emergenza ancora in sospeso e le moratorie di sfratto stanno per scadere, sta iniziando a emergere un brutto quadro sia per gli affittuari che per i loro proprietari. In effetti, Bloomberg prevede che il "peggio deve ancora venire".

Il 33% degli affittuari non ha effettuato il pagamento completo nella prima settimana di luglio, secondo un recente sondaggio. Ciò significa che nei prossimi quattro mesi 12 milioni di affittuari potrebbero subire sfratti. In luoghi come New York e Houston, oltre il 20% degli affittuari afferma di non avere "alcuna fiducia" nella propria capacità di pagare l'affitto il mese prossimo.

John Pollock, procuratore del Public Justice Center, ha commentato: “Dovresti tornare alla Grande Depressione per trovare il tipo di numeri che stiamo osservando in questo momento. Non c'è quasi nessun precedente per questo, motivo per cui è così spaventoso. "

Se pensa che i numeri economici siano spaventosi, dovrebbe esaminare il modo in cui la Fed sta cercando di farcela – è ancora più spaventoso.

La pandemia ha causato licenziamenti in tutto il paese a partire da marzo e, da allora, molti cittadini statunitensi hanno fatto affidamento sul governo, sulle carte di credito o scavando nei loro risparmi per sopravvivere. Circa 11 milioni di affittuari spendono almeno la metà delle loro entrate solo per mantenere un tetto sopra la testa, scrive Bloomberg.

Mentre le misure di stimolo – tra cui $ 1.200 assegni emessi mesi fa e moratorie di sfratto – hanno aiutato il problema, il governo sta ancora lottando per estenderle. Anche le indennità di disoccupazione, che sono state aumentate di $ 600 a settimana durante la pandemia, rimangono sconosciute.

Un'analisi afferma che i proprietari potrebbero finire per perdere più di $ 22 miliardi di affitto nei prossimi quattro mesi a causa dell'economia. Chuck Sheldon, che gestisce circa 1.650 appartamenti nel New Mexico, ha affermato che l'aumento di $ 600 della disoccupazione è stato una parte "enorme" di lui che è ancora in grado di incassare la maggior parte degli affitti in tempo.

Mary Cunningham, vicepresidente del Metropolitan Housing and Communities Policy Center presso l'Urban Institute, ha dichiarato: "Se il Congresso non fa nulla, penso che siamo in autunno e in inverno bui".

John Pawlowski, analista senior presso la società di ricerche immobiliari Green Street Advisors, ha un approccio diverso. Pensa che non ci sarà un incidente "immediato" se le indennità di disoccupazione non vengono estese: "Le persone hanno ancora bisogno di un posto dove vivere".

L'ex barista e il 33enne Brooke Martin non sono d'accordo. Ha detto a Bloomberg che non può coprire il suo appartamento da $ 1800 al mese in caso di disoccupazione, dopo aver pagato i prestiti e le utenze degli studenti.

Ha concluso: "Alla fine del mese, siamo fregati. Non ci sono due modi per farlo."


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/pL66sqeJpa8/were-screwed-worst-months-both-renters-and-landlords-still-lie-ahead in data Sat, 01 Aug 2020 19:30:00 PDT.