Nonostante l’hype, Remdesivir di Gilead non farà nulla per porre fine alla pandemia di COVID-19

Nonostante l'hype, Remdesivir di Gilead non farà nulla per porre fine al pandemonico COVID-19 Tyler Durden mer, 27/05/2020-17 : 25

Autore di Sharon Lerner tramite The Intercept,

Remdesivir di Gilead Sciences è stato annunciato come la nostra migliore speranza nella lotta contro la pandemia di coronavirus. Sfortunatamente, il farmaco antivirale non sembra di grande aiuto ai pazienti con Covid-19, la malattia causata dal coronavirus. E mentre l'implementazione intelligente della società ha generato eccitazione tra investitori, politici e pubblico, una combinazione di farmaci generici che sembra essere più efficace nella lotta contro il coronavirus è volata sotto il radar.

La disperazione per la fornitura limitata di remdesivir è così grande che Virginia organizzerà una lotteria per determinare quale dei quasi 1.500 pazienti gravemente malati dello stato sarà in grado di ottenere le sue centinaia di dosi donate del farmaco. Nel Minnesota, i funzionari statali hanno elaborato un piano d'azione per allocare la fornitura del trattamento Covid-19, che prevede la designazione di "ufficiali di triage" che sceglieranno casualmente tra pazienti ugualmente idonei. E in Alabama, i medici di una task force di coronavirus istituita dal governatore determineranno quali pazienti ricevono remdesivir.

Alcuni ospedali riceveranno un solo ciclo di trattamento. Tuttavia, il funzionario sanitario statale dell'Alabama, il dott. Scott Harris, ha recentemente ringraziato Gilead, il produttore del farmaco, che ha donato al governo federale circa 940.000 fiale del farmaco che vengono distribuite dai dipartimenti sanitari statali. "Sebbene l'offerta totale di remdesivir sia limitata, siamo grati che i pazienti ospedalizzati COVID-19 con patologie gravi in ​​Alabama possano ricevere questo farmaco potenzialmente salvavita", ha affermato Harris.

È tra questi sentimenti di scarsità e indebitamento che Gilead sta fissando il prezzo per la sua medicina antivirale. La società, che ha già predisposto la distribuzione di remdesivir in 127 paesi, dovrebbe iniziare a venderla commercialmente non appena giugno. E mentre un corso di 10 giorni del farmaco, che è stato sviluppato come potenziale trattamento per l'Ebola con almeno $ 79 milioni in finanziamenti del governo USA, costa solo circa $ 10 per produrre, secondo una stima dell'Institute for Clinical and Economic Review, il suo il prezzo di mercato dovrebbe essere diverse centinaia di volte tale importo.

Tuttavia, la riduzione dei prezzi non è ciò che ha turbato molti scienziati di remdesivir. È il fatto che il farmaco coronavirus che ha aumentato le speranze e inviato il prezzo delle azioni di Gilead (e secondo alcuni analisti, l' intero mercato azionario ) impennata non sembra fare molto per i pazienti con coronavirus.

"Remdesivir non funziona affatto, per quanto ne so, o ha solo un effetto minore", ha affermato William Haseltine, uno scienziato che ha trascorso decenni a studiare virus e ha contribuito a guidare la risposta del governo degli Stati Uniti all'epidemia di HIV / AIDS.

"È paragonabile a Tamiflu e forse nemmeno altrettanto buono", ha aggiunto Haseltine, riferendosi ad un altro farmaco antivirale che è stato disponibile su prescrizione per 20 anni e dovrebbe essere venduto al banco nei prossimi mesi.

Haseltine, che ha fondato le divisioni di farmacologia biochimica e retrovirologia umana presso la School of Public Health dell'Università di Harvard, ha sottolineato che Gilead non ha rilasciato dati che mostrano l'effetto di remdesivir sulla carica virale nelle persone con Covid-19. Nel frattempo, le uniche informazioni disponibili su come il farmaco influenza la quantità di coronavirus nei pazienti, uno studio cinese del farmaco pubblicato su The Lancet, hanno mostrato che il farmaco non ha abbassato la carica virale.

"Ecco perché lo chiamo la droga sfocata e viziata", ha detto Haseltine.

"Quando i cinesi hanno cercato di trovare l'effetto antivirale, non c'era."

Invece, l'eccitazione per remdesivir si basa in gran parte su uno studio sponsorizzato dal National Institute of Allergy and Malattie infettive che ha mostrato che le persone che assumono il farmaco hanno avuto un recupero più veloce di coloro che non lo hanno preso: 11 giorni in media rispetto a 15 per quelli prendendo un placebo. Un articolo pubblicato il 22 maggio sul New England Journal of Medicine ha mostrato un lieve miglioramento nei pazienti ospedalizzati che hanno assunto remdesivir, sebbene il farmaco non sembra essere di alcun aiuto per i pazienti più malati, che avevano bisogno di ricevere ossigeno ad alto flusso attraverso i ventilatori o altri mezzi. Né il farmaco ha migliorato significativamente le possibilità del paziente di sopravvivere a Covid-19.

Tuttavia, in una conferenza stampa dell'Oval Office del 29 aprile con il presidente Donald Trump, il direttore della NIAID, il dott. Anthony Fauci, ha dichiarato che i risultati preliminari di quel processo hanno dimostrato che "un farmaco può bloccare questo virus". Da allora, remdesivir è stato posizionato come nostro salvatore e Gilead come suo distributore benevolo.

Mentre alcuni pazienti e le loro famiglie hanno trascorso le ultime settimane a cercare freneticamente di procurare remdesivir, un altro trattamento con Covid-19 si è dimostrato silenziosamente più efficace. Sebbene nessuna delle due opzioni sembri essere la cura tanto necessaria per Covid-19, un regime a tre farmaci ha offerto una riduzione maggiore del tempo necessario ai pazienti per riprendersi rispetto a Remdesivir. Le persone che hanno assunto la combinazione di interferone beta-1b, lopinavir-ritonavir e ribavirina sono migliorate in sette giorni rispetto a 12 giorni per coloro che non l'hanno preso. Criticamente, il trattamento ha un altro vantaggio rispetto a quello di Gilead: ha chiaramente ridotto la quantità di coronavirus nei pazienti che lo hanno assunto, secondo uno studio pubblicato su The Lancet l'8 maggio.

Eppure finora non vi è stata alcuna fuga di pazienti che chiedevano il nuovo regime o lotterie per determinare le dosi, il che potrebbe essere dovuto almeno in parte al fatto che il trattamento non è stato oggetto di un'importante campagna di marketing. Vale la pena notare che ciascuno dei tre farmaci nella nuova combinazione è generico o non è più oggetto di brevetto, il che significa che nessuna azienda trarrà profitti significativi dal suo utilizzo.

Al contrario, Gilead, una società che nel 2019 ha registrato oltre 22 miliardi di dollari di entrate e che guadagnerà denaro da remdesivir per molti anni , ha attentamente orchestrato il lancio del suo nuovo trattamento, distribuendo piccoli e personalizzati frammenti di informazioni incoraggianti al premere ed evidenziare il suo programma di uso compassionevole.

Non è insolito per le aziende farmaceutiche dipingere i loro prodotti in una luce rosea o andare in lunghezze discutibili per massimizzare il profitto. E Gilead, che si è assicurato uno stato redditizio di farmaco orfano per remdesivir a marzo prima di invertire il corso due giorni dopo, ha già affrontato critiche diffuse in precedenza – in particolare per il prezzo esorbitante del suo farmaco per l'HIV Truvada e l'epatite C sofosbuvir, che vende per $ 1.000 una pillola.

Ma durante la pandemia, il brusio, la politica e l'avidità giocano un ruolo ancora più grande del solito nel determinare quali farmaci sono ampiamente utilizzati mentre il normale processo scientifico per valutare la loro sicurezza ed efficacia viene accelerato e ridotto. Trump, che ha suscitato l'entusiasmo per la droga della malaria idrossiclorochina, una droga che ha preso se stesso nonostante non abbia Covid-19, ha aperto la strada.

"Hai un presidente che esercita forti pressioni su aziende, autorità di regolamentazione e altri nel tentativo di salvare la sua rielezione", ha affermato il dott. Michael Carome, direttore della ricerca sulla salute di Public Citizen. Le conseguenze, ha scaldato Carome, potrebbero essere mortali.

“La mia grande preoccupazione è che con tutto questo clamore e la stampa della Casa Bianca, porteremo qualcosa sul mercato troppo rapidamente e danneggeremo molte persone. Questo è il pericolo. "

È già stato dimostrato che il rischio di morte è elevato nei pazienti Covid-19 che assumono idrossiclorochina. Secondo uno studio pubblicato su The Lancet la scorsa settimana, circa 15.000 persone che hanno ricevuto idrossiclorochina o la clorochina farmacologica strettamente correlata avevano circa il doppio delle probabilità di morire rispetto a coloro che non le assumevano.

I benefici di tutti i farmaci devono essere bilanciati rispetto ai loro danni. Nel caso di remdesivir, questi pericoli sembrano includere possibili danni al rene e al fegato . Mentre i rischi ed i benefici sono in genere chiarite con ulteriori studi, il NIAID chiamato fuori il processo remdesivir che potrebbero aver offerto ulteriori informazioni su entrambi in modo che i pazienti che sono stati ottenendo il placebo potrebbe prendere il farmaco.

Oltre a danneggiare potenzialmente i pazienti, basare le decisioni sulle terapie e sui vaccini contro il coronavirus sulla pubblicità piuttosto che sulla scienza comporta anche il rischio di investire prematuramente in un prodotto a spese di un altro. "È possibile che ora stiamo investendo molto nella ricerca di un farmaco che potrebbe portare a meno ricerche da fare su qualcosa che avrebbe potuto essere più sicuro o più efficace", ha detto Carome su quello che ha descritto come discutibile entusiasmo per Remdesivir. Dopo che il farmaco ha ricevuto l' autorizzazione all'uso di emergenza dalla Food and Drug Administration il 1 ° maggio, il cittadino pubblico ha presentato una richiesta FOIA per i dati completi sottostanti la decisione. La FDA non ha fornito al gruppo alcun documento e di solito tratta tali dati come proprietari.

Nel frattempo, l'eccitazione attorno a un altro sviluppo del coronavirus sembra muoversi più velocemente della scienza. La scorsa settimana, anche la società biotecnologica Moderna ha spostato i mercati con un vago annuncio sui risultati preliminari di uno studio. In questo caso, la società ha descritto i risultati iniziali di uno studio sul suo potenziale vaccino contro il coronavirus come "trionfante", sebbene fossero basati su otto persone provenienti da una fase di ricerca relativamente precoce.

"La maggior parte dei prodotti che superano questa fase alla fine fallisce", ha dichiarato Carome di Public Citizen. Mentre la società ha riassunto i suoi dati, non li ha rilasciati. "Dobbiamo vedere i dettagli, ma probabilmente non lo faremo."

Il processo di sviluppo del vaccino promette di diventare più veloce e più vulnerabile ai conflitti di interesse. Il 14 maggio, Trump ha annunciato l'operazione Warp Speed, lo sforzo dell'amministrazione di produrre e distribuire un vaccino contro il coronavirus entro la fine dell'anno, nonostante l'insistenza degli esperti sul fatto che il processo richiederà probabilmente anni. L'operazione è guidata dall'ex dirigente farmaceutico Moncef Slaoui, che ha ricevuto oltre $ 13,5 milioni da società farmaceutiche e biotecnologiche dal 2016. Slaoui deteneva anche 155.000 azioni di Moderna, il cui valore è aumentato di oltre $ 2 milioni dopo le buone notizie sulla sua il vaccino ha colpito le onde radio. In un accordo insolito, il risarcimento per il suo lavoro di governo è di solo $ 1 ed è esente dalle consuete leggi sulla divulgazione federale e sul conflitto di interessi. Dopo che il senatore Elizabeth Warren ha richiamato l'attenzione sul suo conflitto di interessi, Slaoui ha ceduto le sue quote a Moderna e ha annunciato che avrebbe donato alla ricerca sul cancro i soldi che aveva guadagnato dopo aver aderito all'operazione Warp Speed.

Mentre la vaccinazione può essere la migliore speranza per porre fine alla pandemia il più rapidamente possibile, gli errori commessi a causa della fretta o i conflitti di interesse potrebbero essere devastanti. Poiché il piano è di vaccinare circa 1 miliardo di persone in tutto il mondo, anche effetti collaterali rari potrebbero manifestarsi su vasta scala. Vaccini sbagliati potrebbero persino diffondere la malattia. "Potrebbero darti un brutto raffreddore che potresti dare a persone non vaccinate", ha detto Haseltine.

L'attuale potere politico e l'avidità della scienza rendono più probabili tali risultati.

"Temo che il gruppo di velocità di curvatura distorcerà il nostro processo di regolamentazione e che l'amministrazione metterà il pollice sulla scala per favorire un risultato indipendentemente dal costo per la vita umana", ha detto Haseltine.

"La gente pensa che deformare significhi molto velocemente, ma deformare significa anche distorcere".


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/hGqvObd7bUw/despite-hype-gileads-remdesivir-will-do-nothing-end-covid-19-pandemic in data Wed, 27 May 2020 14:25:00 PDT.