“Non abbiamo i soldi” – I taxi gialli bloccano i ponti di New York mentre scoppia la crisi dei taxi e dei debiti

"Non abbiamo i soldi" – I taxi gialli bloccano i ponti di New York mentre scoppia la crisi del debito-taxi Tyler Durden Ven, 18/09/2020 – 17:20

Dopo cinque anni di crollo dei prezzi dei medaglioni dei taxi di New York, che hanno portato a una serie di suicidi di taxi che abbiamo documentato in modo esauriente , i tassisti con un debito di medaglione insormontabile (garantito da medaglioni) sono stati schiacciati dalla pandemia di virus.

Con l'industria dei viaggi e del turismo in un ciclo di crisi, molti uffici di Manhattan vuoti, eventi sportivi e culturali annullati, restrizioni ai ristoranti, consumatori spaventati, depressione economica e abitanti delle città che escono dall'area metropolitana per la vita suburbana , i conducenti hanno faticato a trovare clienti quest'estate, rendendo quasi impossibile per migliaia di proprietari di tassisti gialli pagare il loro debito mensile. Uber, Lyft e altre app di ride-hailing non hanno migliorato la situazione per i tassisti.

I dati della Commissione Taxi e Limousine hanno rivelato che Yellow Cab ha gestito il 92% di corse in meno a giugno rispetto allo stesso mese del 2019, con ben l'82% dei 13.500 medaglioni di taxi gialli della città non operativi in ​​quanto non ci sono clienti da ritirare.

Uno sguardo a Times Square venerdì mattina (18 settembre), intorno alle 1015 ET, ha rivelato parti della città che assomigliano ancora a una "città fantasma".

Senza una ripresa a forma di "V" per l'industria dei taxi, migliaia di conducenti sono al verde, non hanno reddito, debiti insormontabili, non possono pagare l'affitto o pagare il mutuo, tuttavia sfamare la loro famiglia o pagare l'istruzione dei loro figli – come sembra Giovedì è stato il punto di rottura per centinaia di tassisti che hanno chiuso due ponti di New York e bloccato il traffico su diverse strade, implorando il perdono del debito.

NY Patch ha detto che le proteste sono state organizzate da NY Taxi Workers, un sindacato che rappresenta molti degli autisti della città.

"Brooklyn Bridge SLOWDOWN!" NY Taxi Workers ha twittato. "Potere del driver! Potere dell'Unione! Perdono del debito adesso!"

Ecco una carovana di tassisti gialli incazzati.

"Il ponte di Brooklyn è CHIUSO!" il sindacato ha twittato.

I tassisti chiudono anche il Queensboro Bridge.

Altre immagini della chiusura del secondo ponte da parte dei tassisti.

Il sindacato ha detto: "Il potere del conducente. Il potere dell'Unione".

Il sindacato dei taxi è andato a fondo – un sacco di gente incazzata.

La carovana dei taxi ha poi bloccato le strade della città.

Come i lettori sanno, abbiamo sottolineato per anni la bolla nei medaglioni dei taxi di New York (vedi: qui ), che ha provocato un forte calo dei prezzi, ma ancora più importante, il costo umano è stato enorme poiché una sfilza di suicidi in taxi è stata vista. negli ultimi cinque anni a causa del debito schiacciante.

Il sindacato sottolinea:

"I conducenti di taxi gialli sono stati traditi dalla città e presi in giro dai prestatori. Oltre l'80% ora affronta l'insicurezza alimentare".

E i lettori devono sentire cosa ha da dire un tassista o almeno qualcuno associato alla crisi dei taxi:

"Non abbiamo i soldi dei ricchi ma abbiamo il potere delle persone", ha detto la signora.

Per contrastare i disordini sociali in città, non da parte della BLM, ma piuttosto dei tassisti, il sindaco Bill de Blasio potrebbe voler superare il salvataggio di 500 milioni di dollari per i conducenti al più presto.


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/-5foZ0W-s60/shut-it-down-yellow-cabs-block-nyc-bridges-and-streets-taxi-debt-crisis-erupts in data Fri, 18 Sep 2020 14:20:00 PDT.