Morgan Stanley lancia l’allarme sulla durata record delle obbligazioni, sta iniziando a comprare la volatilità delle obbligazioni

Morgan Stanley lancia l'allarme su una durata record di obbligazioni elevate, sta iniziando a comprare la volatilità delle obbligazioni Tyler Durden Sun, 08/09/2020 – 16:50

Di Andrew Sheets, macro stratega globale presso Morgan Stanley,

Hai più durata di quanto pensi

Il 2020 ha visto una pandemia infliggere enormi costi umani ed economici. Nel 2 ° trimestre, l'economia globale si è contratta per la maggiore quantità mai registrata e, con l'avvicinarsi dell'autunno, rimangono le principali questioni relative al ritorno a scuola, al lavoro e ad altri aspetti della vita quotidiana.

Ma per gli investitori, il 2020 è stato qualcosa di diverso. Da inizio anno, il valore del mercato azionario globale è sostanzialmente invariato. Il valore del mercato obbligazionario globale è notevolmente superiore. I prezzi delle case in molti mercati sono aumentati. In effetti, un aspetto scomodo del 2020 è che questo anno terribile ha generalmente significato guadagni per i proprietari di asset. La ricchezza / PIL delle famiglie statunitensi ha raggiunto un nuovo record.

Molti fattori sono alla base di questo. L'economia globale sta migliorando, in linea con la tesi di ripresa a forma di V degli economisti di Morgan Stanley. I progressi iniziali su un vaccino sono stati promettenti, riducendo la probabilità di uno shock più ampio e permanente. E sia la politica fiscale che quella monetaria sono state aggressive, con trilioni spesi e acquistati nel tentativo di compensare l'impatto del COVID-19.

Ma un altro fattore trainante è stato un classico caso di "avere la torta e mangiarla": i rendimenti obbligazionari globali sono rimasti vicini ai minimi storici, anche se i PMI globali sono tornati sopra i 50. Questo è importante: gli investitori globali hanno storicamente un'elevata esposizione alla duration.

Cominciamo con il reddito fisso. In primo luogo, la quantità totale di obbligazioni possedute dagli investitori è cresciuta. Utilizzando Bloomberg Global Agg come proxy, il valore di mercato del mercato obbligazionario globale è aumentato del 27% solo negli ultimi due anni. Non solo ci sono più obbligazioni, ma queste obbligazioni hanno una durata più lunga. Nello stesso periodo di due anni, la durata del mercato obbligazionario globale è aumentata del 5% circa, raggiungendo un livello record, poiché sia ​​le società che i governi hanno approfittato dei bassi rendimenti per estendere la scadenza. E questo con velocità di pagamento anticipato del mutuo estremamente elevate; se quelli lenti, la durata globale aumenterebbe ulteriormente.

Poiché ogni obbligazione è di proprietà di qualcuno, un mercato più ampio e di maggiore durata ha significato forti rendimenti dal non fare altro che detenere l'indice. Ma questa non è solo una storia sui legami. Si applica anche alle azioni.

Da inizio anno, i titoli di consumo discrezionali (di cui Amazon è di gran lunga la componente più importante) hanno avuto la più alta correlazione con i tassi reali degli Stati Uniti (rendimenti reali inferiori, scorte in rialzo), con il settore tecnologico vicino. Cosa hanno in comune anche i due settori? Stanno diventando più grandi.

All'inizio del 2019, questi due settori rappresentavano il 24% del mercato azionario globale. Oggi è il 30%. A livello globale, gli investitori detengono 8,1 trilioni di dollari in più di questi settori sensibili al rendimento rispetto a circa 18 mesi fa. Questo non è solo un fenomeno statunitense; come ha notato il mio collega Jonathan Garner, anche le azioni dei mercati emergenti sono diventate molto più tecnologiche negli ultimi anni.

E questo presuppone che si segua il benchmark. I nostri dati suggeriscono che questi due settori sono popolari e ben gestiti. Anche se la maggior parte degli investitori acquista queste azioni per i propri modelli di business, piuttosto che per la loro sensibilità ai tassi, l'attributo rimane.

Poiché i rendimenti sono diminuiti e l'incertezza abbonda, gli investitori hanno cercato altrove la diversificazione. Si sono riversati sui metalli preziosi come "nuovi diversificatori", ma anche qui la sensibilità al rendimento incombe. Piuttosto che essere una "copertura", l'oro e l'argento possono semplicemente essere un'altra espressione dell'esposizione al tasso reale che si ha già.

Con la Fed che suggerisce che cambierà il suo quadro per essere più accomodante di fronte all'inflazione, e dati recenti sorprendenti al rialzo, è possibile che i livelli estremi dei tassi reali persistano ancora per un po '. In effetti, il mio collega Guneet Dhingra vede un valore nei TIPS statunitensi a 5 anni e si aspetta che i tassi reali scendano ulteriormente nel breve termine.

Ma è importante fare il punto su quanta serendipità abbia funzionato. Da un mercato obbligazionario in crescita che si è esteso in termini di durata, a un mercato azionario globale in cui i vincitori di rendimenti reali inferiori hanno guadagnato quote, gli investitori sono diventati più esposti ai tassi anche se non hanno intrapreso alcuna azione attiva. Questa sensibilità si sta verificando ai livelli più ricchi mai registrati per queste rese. Questo è uno dei motivi per cui i miei colleghi statunitensi hanno declassato il software da sovrappeso, un settore con valutazioni molto elevate e sensibilità ai tassi di interesse. Con l'esposizione alla duration che emerge tra i portafogli, ci piace possedere la volatilità dei tassi di interesse (mentre preferiamo vendere la volatilità delle azioni). E per le banche centrali, questa dinamica dovrebbe evidenziare i pericoli di una cottura eccessiva dei mercati che stanno già andando abbastanza bene.

Per essere chiari, riteniamo che i mercati azionari e creditizi complessivi possano resistere a un modesto aumento dei rendimenti, guidato da dati migliori. Le attività di rischio sono state spesso felici di scambiare prospettive di crescita migliori con un tasso di sconto più elevato e abbiamo riscontrato questo andamento solo lunedì, quando i PMI globali hanno sorpreso al rialzo. Ma l'aumento della duration tra le asset class, ai livelli più costosi mai registrati, suggerisce che la transizione non sarà fluida. Che si sia attivi o passivi, agosto è un buon momento per valutare ed essere onesti in merito alla propria esposizione in termini di duration su più asset.


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/UL-x2sZ0bGs/morgan-stanley-sounds-alarm-record-high-bond-duration-starting-buyg-bond-volatility in data Sun, 09 Aug 2020 13:50:00 PDT.