Il 2021 sarà l’anno in cui il mondo perderà la fede nel dollaro USA?

Il 2021 sarà l'anno in cui il mondo perderà la fede nel dollaro USA?

Scritto da Simon Black tramite SovereignMan.com,

Quasi 186 anni fa, nella settimana dell'8 gennaio 1835, il presidente degli Stati Uniti Andrew Jackson ha realizzato ciò che nessun altro presidente americano ha fatto prima o dopo: ha saldato il debito nazionale.

Jackson era un fedele conservatore fiscale. Disprezzava le banche e, secondo il suo biografo, considerava la banca centrale "magia nera" e il debito nazionale un "fallimento morale".

Quindi ha pagato tutto, circa $ 5 milioni.

Quella fu la prima e unica volta in cui il debito nazionale degli Stati Uniti era pari a zero. Alla fine del 1835, il debito era salito a un insignificante $ 33.733. In tre anni era 100 volte tale importo a 3,3 milioni di dollari. E nel 1847 era aumentato di altre 10 volte fino a $ 33 milioni.

La traiettoria è continuata; il debito nazionale ha superato il miliardo di dollari per la prima volta durante la guerra civile. Quindi $ 10 miliardi per la prima volta durante la prima guerra mondiale. Poi $ 100 miliardi per la prima volta durante la seconda guerra mondiale.

Ha superato i mille miliardi di dollari per la prima volta durante il picco della Guerra Fredda all'inizio degli anni '80.

E ha superato i 10 trilioni di dollari per la prima volta nel 2008 dopo anni di guerra in Iraq e Afghanistan, seguiti dalla crisi finanziaria globale.

Il debito nazionale è ora quasi 28 trilioni di dollari, il 40% più grande dell'intera economia degli Stati Uniti. E il debito raggiungerà sicuramente i 30 trilioni di dollari nei prossimi mesi.

Solo lo scorso anno il debito è cresciuto di $ 4,5 trilioni a causa di tutti gli stimoli Covid.

Questo è importante. Perché, prima o poi, quel debito maturerà e dovrà essere ripagato.

Ora, tradizionalmente, ogni volta che i titoli di Stato maturano, molti investitori reinvestono semplicemente i propri proventi in un nuovo titolo.

In questo modo, il governo non deve effettivamente ripagare nessuno; continuano a rifinanziare e a dare calci alla lattina più lontano nel futuro.

E il Dipartimento del Tesoro sta pregando che gli obbligazionisti continuino questa pratica per sempre.

Sfortunatamente probabilmente non succederà.

Per cominciare, i governi stranieri come Cina e Giappone (che sono tra i maggiori proprietari del debito pubblico degli Stati Uniti) hanno già iniziato a ridurre le loro partecipazioni.

A febbraio, appena prima che Covid conquistasse il mondo, gli stranieri possedevano titoli di stato statunitensi per un valore di 7,23 trilioni di dollari, circa il 30% del debito nazionale totale.

A ottobre (che sono i dati più recenti disponibili dal Dipartimento del Tesoro), l'importo totale era leggermente diminuito a $ 7,07 trilioni. Ma in percentuale, la proprietà straniera era scesa a circa il 25% del debito nazionale totale.

Questo non è un declino sconvolgente. Ma mostra una chiara riluttanza da parte dei governi stranieri ad acquistare più debito pubblico statunitense; e anche che alcuni di loro vorrebbero essere rimborsati quando le loro obbligazioni esistenti matureranno.

Basta guardare la Cina. Dopo anni di crescenti tensioni, la Cina ha gradualmente ridotto le sue disponibilità nel debito degli Stati Uniti, da un picco di $ 1,32 trilioni nel novembre 2013 a $ 1,07 trilioni nell'ottobre 2020.

Ed è improbabile che la Cina abbia improvvisamente un impeto di generosità e scelga di estendere le proprie partecipazioni al Tesoro USA.

A parte i governi stranieri, un altro importante detentore del debito pubblico degli Stati Uniti è il programma di sicurezza sociale; in altre parole, cittadini statunitensi.

La previdenza sociale ha accumulato enormi riserve di liquidità nel corso degli anni nei suoi vari fondi fiduciari, e questi fondi fiduciari sono investiti al 100% in titoli di stato statunitensi.

Tradizionalmente, la previdenza sociale acquista sempre nuove obbligazioni ogni volta che le obbligazioni esistenti maturano. Quindi continuano a rifinanziare il debito per il governo degli Stati Uniti.

Ma ora la previdenza sociale ha un enorme problema: i fondi fiduciari stanno rapidamente esaurendo i soldi. Prima di Covid, il Segretario al Tesoro stimava che i fondi fiduciari della previdenza sociale sarebbero stati completamente esauriti entro il 2034.

Ma Covid ha devastato le finanze della previdenza sociale.

La disoccupazione aumentò, innumerevoli attività commerciali chiuse e le tasse sui salari furono sospese. In altre parole, non c'erano soldi da versare nei fondi fiduciari.

Allo stesso tempo, i pagamenti della previdenza sociale sono aumentati; ancora più persone si sono ritirate e hanno iniziato a raccogliere sussidi. Così, mentre gli afflussi della previdenza sociale sono andati a zero, i deflussi sono aumentati.

E alcuni analisti (come il Bipartisan Policy Center) ora stimano che i fondi fiduciari del programma potrebbero essere completamente esauriti già nel 2029 a causa dell'impatto negativo di Covid.

Quindi, inutile dirlo, la previdenza sociale dovrà essere rimborsata quando i suoi buoni del Tesoro matureranno nei prossimi anni.

A quanto pare (secondo Bloomberg) un debito pubblico per un valore di $ 8 TRILIONI negli Stati Uniti maturerà solo QUEST'ANNO.

Inoltre, il Congressional Budget Office prevede un altro deficit di $ 2 + trilioni quest'anno a causa di ulteriori stimoli Covid.

Quindi questo è potenzialmente $ 10 + trilioni di debito pubblico che dovrà essere collocato quest'anno. Sono $ 300.000 al secondo.

L'unico modo per riuscirci realisticamente è se la Federal Reserve "stampa" trilioni di dollari di nuovo denaro.

La Fed l'ha fatto l'anno scorso; nel gennaio 2020, la Fed possedeva $ 2,3 trilioni di debito pubblico statunitense. Oggi possiedono $ 4,7 trilioni, più altri trilioni di altre obbligazioni, per un bilancio totale di $ 7 trilioni.

Questa è la "magia nera" della banca centrale; la Fed ha evocato denaro dal nulla e ha ampliato l'offerta di moneta di circa il 25% lo scorso anno. Poi hanno usato quei soldi per acquistare titoli di stato statunitensi.

Dovranno farlo di nuovo quest'anno e creare migliaia di miliardi di dollari in più.

È piuttosto interessante che Janet Yellen sia il Segretario del Tesoro entrante; era presidente della Fed e durante il suo mandato ha supervisionato programmi di stampa di denaro senza precedenti.

Quindi ci sarà probabilmente molta cooperazione tra Fed e Tesoro per stampare quantità assurde di denaro quest'anno.

Certamente ci saranno alcuni obbligazionisti che estenderanno i loro titoli. Ma molto probabilmente la Fed dovrà stampare altri $ 3 + trilioni, spingendo il suo bilancio oltre la soglia dei $ 10 trilioni.

E se seguiranno davvero questo percorso distruttivo – $ 30 trilioni di debito nazionale, $ 10 trilioni di bilancio della Fed – allora il 2021 potrebbe essere l'anno in cui il mondo perde finalmente fiducia nel dollaro USA.

* * *

In un'altra nota… Pensiamo che l'oro potrebbe raddoppiare e l'argento potrebbe aumentare fino a 5 VOLTE nei prossimi anni. Ecco perché abbiamo pubblicato una nuova guida definitiva di 50 pagine su Gold & Silver che puoi scaricare qui .

Tyler Durden Gio, 14/01/2021 – 05:00


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/TcPYwH_q_Gw/will-2021-be-year-world-loses-faith-us-dollar in data Thu, 14 Jan 2021 02:00:00 PST.