I futures statunitensi scivolano dopo il caos del dibattito

I futures statunitensi scivolano dopo il dibattito sul caos Tyler Durden Mercoledì, 30/09/2020 – 08:08

I futures azionari statunitensi e la maggior parte dei mercati globali sono calati dopo un dibattito presidenziale americano caotico e aspro , che Dana Bash della CNN ha descritto come uno " spettacolo di merda " in onda, e che ha fatto poco per far cambiare idea agli elettori, ma ha sottolineato il rischio di un voto contestato a novembre. Anche le attività sicure, come lo yen e il dollaro, sono aumentate poiché il continuo aumento di COVID-19 ha spaventato alcuni commercianti, sebbene forti indagini sulle fabbriche abbiano dato impulso ai mercati cinesi.

I futures S&P 500 sono stati lo 0,6% in meno, con i futures Dow Jones e Nasdaq 100 in ribasso fino all'1%. Il commercio asiatico era stato instabile piuttosto che del tutto debole, ma l'Europa è affondata dello 0,5% all'inizio tra le preoccupazioni anche per i forti aumenti delle infezioni da coronavirus in tutta la regione, sebbene un'ondata di acquisti sia riuscita a riportare i mercati europei in pareggio. Google è sceso dopo un rapporto secondo cui la Cina si stava preparando a lanciare un'indagine antitrust su Google di Alphabet.

Mentre i futures inizialmente sono aumentati, sono scesi in ginocchio dopo la fine del dibattito mentre Trump ha messo in dubbio se avrebbe accettato il risultato delle elezioni se avesse perso. Qui

"Quello che abbiamo visto dal dibattito è il rinforzo che se Biden vince, Trump non lo accetterà", ha detto Chris Weston, capo della ricerca presso Pepperstone Group Ltd. a Melbourne. “Le persone posizionate per una brutta gara in seguito sono state convalidate … Non credo che ci aspettassimo nient'altro da Trump. Continua a rimettere sul mercato quel premio per il rischio (risultato) contestato. "

Da allora sono rimbalzati, tuttavia, poiché il primo dibattito presidenziale ha offerto pochi spunti di trading per i mercati obbligazionari e valutari, secondo Jun Kato, capo analista di mercato di Shinkin Asset Management, che ha osservato che la performance di Trump era in linea con il suo comportamento abituale e non era chiaro. se Biden fosse emerso superiore nel dibattito.

"Il dibattito si è appena aggiunto alla confusione su come si svolgeranno le elezioni", ha affermato Hans Peterson, responsabile globale dell'asset allocation di SEB per la gestione degli investimenti. " Ma finanziariamente non cambia nulla".

"Il mercato azionario normalmente preferisce che vinca il presidente in carica", ha detto Shane Oliver, capo della strategia di investimento di AMP Capital a Sydney. "I futures statunitensi inizialmente sono aumentati, perché forse Trump ha dato dei pugni, ma non è stato abbastanza". Egli ha detto.

A dire il vero, il dibattito è stato un vero disastro con il 69% delle persone in un sondaggio della CBS che si è detto infastidito dall'evento ", che comprendeva imprecazioni, insulti e urla che hanno reso difficile ascoltare ciò che veniva effettivamente detto. "

Jim Reid di DB è d'accordo, scrivendo dall'oggi al domani che " c'era pochissima sostanza nel dibattito e quasi nessuna nuova informazione offerta . La storia del dibattito probabilmente circonderà la costante interruzione del presidente, anche se Biden non è stato in grado di rimanere al di sopra della mischia e ha ceduto insulti a volte con Trump. L' acrimonia ha dominato " .

Più precisamente, e poiché abbiamo chiesto se il dibattito sia davvero importante, John Authers di Bloomberg scrive che il dibattito "sembra essere cambiato poco" che mostra scambi nelle ultime 24 ore sul contratto Predictit per quale partito vince le elezioni. Il volume è stato pesante durante il dibattito, eppure si è tradotto in un miglioramento appena percettibile per i Democratici, niente di più.

I bookmaker hanno riferito più o meno la stessa cosa; I mercati delle scommesse erano stati leggermente più ottimisti per Donald Trump rispetto ai mercati delle previsioni, ma ora sono esattamente allineati. Come Predictit, lo scambio di Betfair ora mette la possibilità di vittoria di Biden al 60%. Prima del dibattito, le probabilità di Biden erano di 4/5 su (56%). Ora sono 4/6 (60%). Le probabilità di Trump, se hai voglia di una scommessa, sono aumentate da 11/8 a 6/4. Biden è in vantaggio, ma non per il tipo di margine su cui qualcuno vorrebbe rischiare un sacco di soldi.

Il dibattito presidenziale non ha prodotto un chiaro vincitore e ha mosso a malapena l'ago nei mercati delle scommesse, che proiettano una stretta vittoria di Biden. Il creatore di quote Smarkets ha leggermente abbassato le possibilità di rielezione di Trump al 40% dopo il dibattito dal 42% in anticipo.

Come abbiamo detto ieri sera, e come Authers ripete questa mattina, Biden è riuscito "sopravvivendo al dibattito" e dando al presidente un'opportunità in meno di farlo cadere in futuro, e mentre entrambi hanno fatto dichiarazioni che potrebbero essere utilizzabili contro di loro, è stato difficile per ascoltare cosa dicevano entrambi per lunghi tratti del dibattito. La conclusione: " È difficile vedere come un elettore sinceramente indeciso avrebbe cambiato idea sulla base di questo " .

Forse più movimento di mercato è stato l'ultimo funzionario cinese e Caixin PMI, entrambi colpiti appena prima che la Cina vada in vacanza per una settimana. I PMI manifatturieri di settembre sia dal National Bureau of Statistics (NBS) che da Caixin hanno segnalato una continua espansione dell'attività manifatturiera. Anche il PMI non manifatturiero della NBS è aumentato a settembre, con il PMI dei servizi che è salito al livello più alto dalla metà del 2012. Gli indici dei responsabili degli acquisti (PMI) China NBS suggeriscono che l'attività manifatturiera ha continuato a espandersi a un ritmo sostenuto a settembre:

  • L'indice PMI manifatturiero NBS era a 51,5 a settembre, contro 51,0 ad agosto.
  • Il PMI non manifatturiero NBS (composto dai settori dei servizi e delle costruzioni con ponderazioni di circa l'80% / 20%, sulla base delle nostre stime) è salito di 0,7 punti percentuali a 55,9 a settembre su un PMI dei servizi più forte. Il PMI dei servizi è salito a 55,2, il livello più alto da giugno 2012.

Il PMI manifatturiero Caixin pubblicato più tardi in mattinata è stato di 53,0, solo leggermente inferiore a 53,1 in agosto, il livello più alto dall'inizio del 2011. Analogamente all'indagine sulla produzione NBS, l'indagine sulla produzione Caixin suggerisce nuovi ordini di esportazione più forti, maggiore occupazione sub -indice e maggiori pressioni sui costi di input. Il nuovo sottoindice degli ordini di esportazione nel sondaggio sulla produzione di Caixin è salito a 54,4 a settembre, la lettura più forte da settembre 2014.

Come conclude Goldman, "i PMI manifatturieri suggeriscono che l'attività complessiva ha continuato a riprendersi a settembre nel settore manifatturiero, sulla scia della forza persistente delle esportazioni. La ripresa dell'attività del settore dei servizi ha recuperato terreno, come suggerito dal più alto PMI dei servizi nel sondaggio NBS PMI . "

Purtroppo, c'erano notizie meno buone sul fronte del lavoro negli Stati Uniti, a seguito di numerosi annunci di licenziamenti di grande successo. Walt Disney ha fatto una delle riduzioni più profonde della forza lavoro non solo nell'era Covid-19 ma nella storia, quando ha annunciato che avrebbe licenziato 28.000 lavoratori. Il colosso petrolifero Royal Dutch Shell ha affermato che taglierà fino a 9.000 posti di lavoro mentre lotta con la bassa domanda e cerca di ristrutturarsi verso un'energia a basse emissioni di carbonio. Dow ha anche detto che taglierà il 6% della sua forza lavoro, mentre Marathon Petroleum ha anche iniziato i licenziamenti .

* * *

Tornati sul mercato a livello globale, la maggior parte dei quali è diretta verso i primi ritiri mensili dal crollo di marzo, o ha aumentato le perdite o si è ritirato dai massimi dopo che i dati hanno mostrato che la ripresa economica della Cina rimane sulla buona strada. L'indice di azioni mondiali più ampio di MSCI è sceso dello 0,2% per una perdita del 4% a settembre. Il petrolio è sceso di poco più del 10% questo mese, mentre il calo del 4,1% dell'oro lo renderà il mese peggiore dalla fine del 2016.

L'Asia ha tenuto la sua posizione durante la notte, guidata da un guadagno dello 0,8% a Hong Kong, anche se il Nikkei giapponese è sceso dell'1,5% e l'S & P / ASX 200 australiano ha perso oltre il 2%. Gli sviluppatori immobiliari cinesi hanno guadagnato, guidati da un balzo del 15% delle azioni Evergrande dopo che il gigante fortemente indebitato ha raggiunto un accordo per alleviare le preoccupazioni sulla crisi di cassa, come notato ieri sera . L'espansione dell'attività industriale in Cina è accelerata a settembre, aiutata dall'aumento degli ordini di esportazione.

In Europa, i cali dei beni industriali e delle azioni tecnologiche hanno superato i guadagni dei servizi di pubblica utilità.

In FX, il commercio di opzioni punta a un novembre volatile. La volatilità dollaro / yen a due mesi, un indicatore dei movimenti attesi dello yen, è elevata e il suo premio sulla volatilità di un mese è vicino a livelli record. Le principali valute si sono allentate rispetto al dollaro dopo il dibattito, l'euro è sceso da un massimo di una settimana a $ 1,1736 e il dollaro australiano sensibile al rischio è sceso dello 0,2% a $ 0,7118, dirigendosi verso il suo mese peggiore da marzo.

Per quanto riguarda i tassi, i titoli del Tesoro si sono mossi appena, con i rendimenti che si sono mantenuti entro un punto base dai livelli di chiusura di martedì prima della raccolta di dati USA, inclusa la variazione dell'occupazione ADP di settembre e il PIL del 2 ° trimestre. I rendimenti sono stati superiori di meno di 1 pb nel lungo periodo, aumentando di ~ 1 pb a 5s30; I rendimenti a 10 anni si attestano intorno allo 0,65%, sovraperformando bund e gilt di meno di 1 pb. L'azione dei prezzi è stata instabile ma non sostenuta durante il primo dibattito presidenziale negli Stati Uniti alla fine di martedì, lasciando i rendimenti leggermente più convenienti nel lungo periodo. L'estremità lunga potrebbe trarre supporto verso la fine della giornata di negoziazione negli Stati Uniti dal ribilanciamento dell'indice di fine mese.

Nelle materie prime, i prezzi del petrolio sono diminuiti a causa delle crescenti preoccupazioni sulla domanda di carburante con il peggioramento della pandemia di coronavirus. I future sul greggio Brent sono scesi dello 0,9% a 40,66 dollari al barile e quelli del greggio USA sono scesi dello 0,7% a 39,00 dollari al barile. L'oro è scivolato dello 0,4% a 1.890 l'oncia.

Guardando alla giornata a venire, gli oratori della Fed includono Bowman, Bullard e Kashkari della Fed. In termini di dati, avremo la terza lettura del PIL del secondo trimestre, le vendite di case in attesa di agosto, il PMI MNI Chicago per settembre e la variazione dell'occupazione ADP per settembre.

Istantanea del mercato:

  • I futures S&P 500 in calo dello 0,9% a 3.305,50
  • STOXX Europe 600 in calo dello 0,4% a 360,02
  • MXAP in calo dello 0,6% a 169,28
  • MXAPJ in rialzo dello 0,09% a 553,65
  • Nikkei in calo dell'1,5% a 23.185,12
  • Topix in calo del 2% a 1.625,49
  • Indice Hang Seng in rialzo dello 0,8% a 23.459,05
  • Shanghai Composite in calo dello 0,2% a 3.218,05
  • Sensex in aumento dello 0,5% a 38.156,23
  • Australia S & P / ASX 200 in calo del 2,3% a 5.815,94
  • Kospi in rialzo dello 0,9% a 2.327,89
  • Il rendimento tedesco a 10 anni è salito di 0,4 punti base a -0,541%
  • Euro in calo dello 0,1% a $ 1,1728
  • Il rendimento italiano a 10 anni è sceso di 2,7 bps allo 0,648%
  • Il rendimento a 10 anni spagnolo è aumentato di 0,4 punti base allo 0,229%
  • Future sul Brent in calo dell'1,8% a $ 40,30 / barile
  • Spot dell'oro in calo dello 0,6% a $ 1.886,96
  • Indice del dollaro USA in rialzo dello 0,3% a 94,16

Le migliori notizie notturne da Bloomberg:

  • Il presidente Donald Trump e l'ex vicepresidente Joe Biden hanno lanciato insulti e si sono ripetutamente interrotti a vicenda nel loro primo dibattito, litigando su argomenti che vanno dalla sanità all'economia e alle loro famiglie mentre il moderatore Chris Wallace ha cercato quasi invano di controllare la conversazione
  • Trump vede una frode di voto ampia che non esiste: verifica dei fatti sul dibattito
  • Boris Johnson si prepara alla sconfitta in Parlamento per il suo controverso piano di riscrivere l'accordo di recesso Brexit, un colpo che potrebbe gettare nel caos i negoziati con l'Unione europea in un momento critico
  • La produzione industriale del Giappone è aumentata per un terzo mese in agosto mentre l'economia ha continuato a riaprirsi, sebbene i guadagni siano rallentati dal balzo record di luglio
  • Secondo un portavoce del governo tedesco, lo storico pacchetto di stimolo e budget da 1,8 trilioni di euro ($ 2,1 trilioni) dell'Unione europea rischia di essere ritardato a causa di un disaccordo tra gli Stati membri su come far rispettare l'adesione ai valori democratici.
  • L'Italia prevede di riportare il proprio deficit di bilancio in linea con le regole dell'Unione Europea nel 2023 dopo un drammatico aumento della spesa dettato dall'epidemia di coronavirus
  • Il petrolio si è mantenuto sotto i 40 dollari al barile a causa della crescente preoccupazione che ci vorrà del tempo prima che ci sia una significativa ripresa della domanda

Un rapido sguardo ai mercati globali per gentile concessione di NewsSquawk

I mercati azionari asiatici sono stati mescolati con i partecipanti indecisi poiché l'attenzione si è concentrata sul dibattito presidenziale degli Stati Uniti in cui il presidente degli Stati Uniti Trump ha affrontato l'ex vicepresidente Biden su una serie di argomenti tra cui COVID-19, l'economia, le tasse e gli affari esteri dell'ex figlio del vicepresidente Biden . Il dibattito è stato caratterizzato da molti battibecchi e ha evidenziato nessun amore perduto tra i candidati con il presidente Trump che criticava il figlio di Biden e con Biden che si riferiva a Trump come un clown in diverse occasioni, mentre un rialzo marginale è stato visto nei futures azionari statunitensi all'inizio del dibattito come ampiamente visto il front-runner Biden ha mostrato un tono più composto con il presidente Trump apparentemente dirompente e interrompendo Biden e il moderatore alcune volte, il che ha favorito l'idea di uno spazzata blu. Tuttavia, tutti i guadagni sono stati successivamente ridotti alla fine del dibattito che è precipitato nel caos con molte interruzioni e il presidente Trump ha anche suggerito l'idea di un'elezione contestata che potrebbe durare per mesi. In quanto tali, ASX 200 (-2,3%) e Nikkei 225 (-1,5%) sono stati negativi con l'Australia trascinata al ribasso dalle perdite nel settore energetico e con i finanziari anch'essi sottoperformanti, mentre il sentiment di Tokyo è stato debole a seguito dei dati sulla produzione industriale che, nonostante battendo le aspettative, mostrava ancora una contrazione percentuale a due cifre a / a. Hang Seng (+ 0,7%) e Shanghai Comp. (-0,2%) sono stati inizialmente entrambi positivi alla vigilia della Golden Week poiché i partecipanti hanno digerito i dati PMI ufficiali cinesi meglio del previsto e sebbene il PMI manifatturiero Caixin abbia leggermente mancato, i dati hanno mostrato che i nuovi ordini di esportazione sono aumentati di più in 3 anni e l'indicatore dell'occupazione tornato alla crescita; tuttavia, i guadagni a Shanghai sono stati ridotti. Infine, i JGB a 10 anni sono stati scambiati poco brillanti poiché i prezzi hanno invertito alcuni dei guadagni di ieri, ma con il ribasso frenato dalla presenza della BoJ nel mercato di oggi e dopo che anche la banca centrale ha mantenuto invariate le sue intenzioni di acquisto per ottobre.

Notizie principali asiatiche

  • L'esodo della CLSA si approfondisce mentre Pechino stringe la presa e paga le redini
  • Alibaba prevede quest'anno il primo profitto dal suo braccio cloud
  • Continuano i combattimenti armeno-azeri, ignorando gli appelli per il cessate il fuoco
  • La produzione della fabbrica giapponese aumenta per il terzo mese ad agosto

Finora una sessione relativamente instabile per i titoli europei, anche se con perdite alquanto contenute (Euro Stoxx 50 -0,6%), poiché il sentiment è stato smorzato durante la notte a causa delle ricadute del dibattito presidenziale statunitense, mentre i nuovi catalizzatori durante le ore europee rimangono scarsi . Detto questo, l'UE ha pubblicato la sua relazione sulle carenze dello Stato di diritto che individua l'Ungheria e la Polonia, una mossa che potrebbe minacciare il rapido insediamento del Fondo di recupero dell'UE poiché è necessaria l'unanimità per lanciare il pacchetto. Nel frattempo, la Cina ha aperto un'indagine antitrust su Google (-1,8% pre-mercato) sul dominio del mercato. Le borse europee registrano vari gradi di perdite, con FTSE 100 (-0,1%) ammortizzato da una sterlina più morbida e IBEX spagnolo (-0,1%) supportato da guadagni in titoli a grande capitalizzazione tra cui Telefonica (+ 0,6%) dopo che i rapporti hanno affermato che lo è rimuginando sulla vendita di una quota aggiuntiva nella sua unità di telefonia mobile Telxius. Pertanto, il settore delle telecomunicazioni sovraperforma, con ulteriori venti favorevoli dai guadagni di Orange (+ 0,7%), Bouygues (+ 0,9%) dopo che il regolatore francese delle telecomunicazioni ha dichiarato che i prezzi per lo spettro 5G sono aumentati di EUR 220 mln dopo il primo round di aste, con il quest'ultima sostenuta anche dalla cessione di azioni Alstom (-2,2%). Nel frattempo, l'IT risiede dall'altra parte dello spettro dopo i guadagni di Micron (-4,7% pre-mkt) nonostante il battito sia in alto che in basso sia afflitto maggiormente dalle indicazioni sotto la media. Pertanto, Infineon (-1,2%), SAP (-1,2%) e STMicroelectronics (-1,2%) sono sotto tono. Travel and Leisure risiede anche in fondo alla pila tra i problemi in corso per il settore per quanto riguarda l'aumento delle infezioni da COVID-19. In termini di singoli traslocatori, Suez (+ 6,5%) è il top gainer nello Stoxx 600 dopo che Veolia (+ 1,8%) ha aumentato la sua offerta per la Co. a EUR 18 / shr da EUR 15,50 / shr. Shell (+ 0,5%) vede guadagni modesti nonostante un aggiornamento Q3 piuttosto cupo, ma con potenziali rialzi su ulteriori misure di riduzione dei costi, tra cui la perdita di posti di lavoro fino a 9.000 dipendenti entro la fine del 2022.

Le principali notizie europee

  • Rapporto dannoso destinato a peggiorare la pressione sul fondo di recupero Jumbo dell'UE
  • La BCE dovrebbe considerare di consentire il superamento dell'inflazione, afferma Lagarde
  • La BNS ha speso 90 miliardi di franchi in interventi quando il virus ha preso piede
  • Il vecchio nemico della Merkel potrebbe finalmente avere la possibilità di annullare la sua eredità

In FX, il dollaro e l'indice di progettazione sembrano aver trovato la loro base dopo aver esteso i ribassi in mezzo a tutti i battibecchi tra il presidente degli Stati Uniti in carica Trump e il rivale Biden durante la notte. Il DXY ha rivisitato 94.000, anche se solo all'interno di un range 94.180-93.789 e potrebbe vedere la domanda di ribilanciamento in ritardo se non all'ultimo minuto per la fine di settembre e Q3 insieme a un tocco di acquisto rifugio come ampio sentimento di rischio che vacilla. Avanti, un fitto calendario di dati statunitensi che include l'ADP prima del rapporto BLS di venerdì e altri interventi della Fed tramite gli attuali elettori del FOMC Kashkari, Bowman e Kaplan.

  • CHF / GBP – In ritardo rispetto alle altre valute del G10, e forse sorprendentemente dato che l'indicatore KOF svizzero ha facilmente battuto il consenso e avanzando ulteriormente sopra il segno di 100,0, mentre il PIL del Regno Unito rivisto non è stato così abbietto come le stime iniziali e un certo grado di positività alla Brexit persiste dopo i rapporti quel capo negoziatore dell'UE, Barnier, vede un miglioramento dell'atmosfera, un maggiore impegno da parte del Regno Unito e un nuovo "fermento" nei colloqui. Tuttavia, il franco è tornato sotto 0,9200 e il cavo ha testato il supporto davanti a 1,2800, poiché l'EUR / Gbp si consolida sopra 0,9100. Per la cronaca, niente di nuovo da Haldane della BoE – guarda il feed del titolo alle 9.30 BST per i proiettili e un link al discorso completo.
  • NZD / AUD – In contrasto con quanto sopra, i recuperi del sentiment delle imprese neozelandesi e le prospettive di attività, non così deboli come le approvazioni di costruzione australiane previste e i PMI cinesi migliori del previsto che stanno aiutando lo YUAN a recuperare le perdite rispetto al biglietto verde verso 6,8100, sono mantenendo a galla gli Antipodi. Nzd / Usd è stato oltre 0,6600 e Aud / Usd fino a 0,7150, anche se fuori dai picchi mentre la loro controparte statunitense continua a ritrovare l'equilibrio.
  • JPY / CAD / EUR – Lo yen rimane rangebound rispetto al Buck e affiancato da un discreto interesse alla scadenza delle opzioni da 105,60-70 (1,1 mld) a 105,15-00 (1,3 mld) a seguito dei dati ip giapponesi moderatamente più solidi del previsto, mentre il Loonie è ancora cercando di contenere le perdite intorno a 1,3400 in anticipo rispetto al PIL mensile canadese e l'euro si sta sforzando di mantenere lo stato di 1.1700+ di fronte a segnali di vendita più forti rispetto al dollaro USA.
  • SCANDI / EM – Poca reazione alla NIER svedese che aggiorna la sua proiezione del tasso di disoccupazione per il 2020 o una riduzione degli acquisti giornalieri di FX di Norges Bank per ottobre, poiché Eur / Sek si trova a cavallo tra 10,5400 e Eur / Nok tiene a bada oltre 11,1100 + massimi sul summenzionato ritracciamento della moneta unica. Altrove, i mercati emergenti stanno correggendo al rialzo dopo il recente pesante deprezzamento rispetto al dollaro statunitense, e persino il tormentato Rub and Try mentre i problemi lungo il confine armeno-azero continuano.

Nelle materie prime, i futures del greggio rimangono più deboli nelle prime ore europee poiché i casi di COVID-19 in aumento continuano a pesare sulle prospettive della domanda per il complesso, con qualche ulteriore pressione per il sentimento poco brillante nei mercati a seguito del dibattito statunitense. Price ha visto un'altra gamba più bassa sui rapporti secondo cui Pechino stia preparando un'indagine antitrust su Google, segno che le relazioni USA-Cina non stanno migliorando. Altrove, i sindacati norvegesi Industri Energi e Safe Labour hanno detto che i suoi lavoratori non andranno in sciopero dopo aver concordato un accordo salariale, ma il sindacato Lederne Labour ha detto che i suoi lavoratori andranno avanti con gli scioperi e potenzialmente intensificheranno la situazione nella riunione di oggi. Ciò potrebbe ridurre la produzione di petrolio del paese di circa 470k BPD, secondo la Norwegian Oil and Gas Association. Il WTI Nov risiede appena al di sotto di 39 / barile, mentre il Brent Dec si vede marginalmente sopra USD 41 / barile. I metalli preziosi nel frattempo soccombono al dollaro più solido, con l'oro spot intorno al segno di 1880 USD / oz che si è spostato da un massimo di 1899 USD / oz; l'argento spot ha una performance inferiore, ma rimane a nord di 23,50 USD / oz (contro il massimo di 24,32 USD / oz). I prezzi del rame del LME sono scesi in tandem con le perdite sui mercati azionari insieme a un dollaro più solido, mentre i futures sul minerale di ferro di Dalian sono aumentati di circa il 5% a causa dei riaccesi timori di interruzioni dell'offerta.

Calendario degli eventi negli Stati Uniti

  • 8:15: variazione dell'occupazione ADP, stima 649.000, 428.000 precedenti
  • 8:30: PIL annualizzato su base trimestrale, stima -31,7%, precedente -31,7%
  • 9:45: MNI Chicago PMI, stima 52, precedente 51.2
  • 10:00: vendite di case in attesa su base mensile, stima del 3,1%, prima del 5,9%; Vendite di case in attesa NSA su base annua, stima 17,6%, prima 15,4%

Jim Reid di DB conclude la conclusione della notte

Sono un padre orgoglioso questa mattina. Uno dei gemelli è tornato a casa dall'asilo ieri con un grosso distintivo appuntato su di lui, premiato per un risultato. Mentre mi avvicinavo per vedere a cosa servisse, mi chiedevo quale abilità avanzata fosse riconosciuta. Aveva contato? Aveva riconosciuto una parola? Aveva cantato in sintonia o forse era stato premuroso nei confronti di un altro bambino? No, il suo distintivo diceva semplicemente "ben fatto per non aver gridato". Per essere onesti, i nostri gemelli sono così rumorosi che ogni momento in cui non urlano è un risultato e l'asilo ovviamente ora si sente allo stesso modo.

Parlando di urla e urla, benvenuti nella stanza del dibattito sul presidente degli Stati Uniti dopo un paio d'ore dopo la sua conclusione. Abbiamo discusso ieri nel nostro CoTD (Link qui) quanto questi dibattiti siano stati irrilevanti negli ultimi 40-50 anni per le possibilità elettorali dei candidati. Bene, questo non ci impedisce di fare del dibattito di ieri sera la notizia principale, anche se è più uno spettacolo che altro. Ricorda che i sondaggi suggerivano che Trump avesse perso tutti e tre i dibattiti nel 2016 e che i sondaggi istantanei di YouGov la scorsa notte suggerivano che Biden avesse vinto con il 48% e Trump con il 41%, non lontano dalle attuali medie di polarizzazione. Un sondaggio istantaneo della CNN ha avuto una vittoria molto più grande per Biden, ma in questa fase devi stare attento ai problemi di campionamento.

In un dibattito rauco che è stato davvero pieno di urla, non è chiaro se il presidente Trump o il vicepresidente Biden abbiano cambiato la traiettoria delle elezioni ieri sera. Il presidente è arrivato nella notte in ribasso del -6,8% nella media nazionale dei sondaggi di fivethirtyeight.com mentre era in coda in molti degli stati campo di battaglia, e monitoreremo come cambiano i sondaggi nei prossimi giorni. C'era pochissima sostanza nel dibattito e quasi nessuna nuova informazione offerta. La storia del dibattito probabilmente circonderà la costante interruzione del presidente, anche se Biden non è stato in grado di stare al di sopra della mischia e ha scambiato insulti a volte con Trump. L'acrimonia ha stabilito.

Al di fuori del dibattito, abbiamo visto i PMI ufficiali di settembre della Cina durante la notte con sia il settore manifatturiero (a 51,5 contro 51,3 atteso) che quello non manifatturiero (a 55,9 contro 54,7 previsto) che hanno battuto le aspettative di consenso e riaffermando il messaggio che la ripresa del paese rimane sulla buona strada aiutato in parte da forti esportazioni. Nel dettaglio del PMI manifatturiero, i nuovi ordini di esportazione sono saliti a 50,8 (rispetto a 49,1 del mese scorso), segnando la prima volta che ha stampato sopra i 50 quest'anno, mentre l'indice dei nuovi ordini è salito a 52,8 (contro 52,0). Nel complesso, il PMI composito ufficiale si è attestato a 55,1 (rispetto a 54,5 il mese scorso). Oltre ai PMI ufficiali, abbiamo visto anche il PMI manifatturiero cinese Caixin che è risultato leggermente più debole (0,1 punti) rispetto alle aspettative a 53,0.

L'Hang Seng (+ 1,18%) e lo Shanghai Comp (+ 0,45%) sono scambiati questa mattina dopo il battito del PMI. Altri mercati nella regione sono per lo più scambiati al ribasso con il Nikkei (-0,84%) e l'Asx (-1,82%) entrambi in calo mentre l'India Nifty (-0,05%) ha aperto debole. I mercati della Corea del Sud sono chiusi per ferie. Anche i futures sull'S & P 500 sono scambiati deboli a -0,67% dopo il dibattito presidenziale ei futures europei puntano a un'apertura debole (Stoxx 50 -0,44% e Dax -0,38%). Nel frattempo, i prezzi del petrolio sono in calo c. -1%. Altrove, Micron Technology ha dichiarato durante la notte di aver recentemente interrotto le spedizioni alla cinese Huawei. La società ha anche annunciato un taglio nei suoi piani di spesa in conto capitale e ha messo in guardia sulla domanda più debole da parte di alcuni clienti aziendali e prevede un possibile eccesso di offerta in un mercato chiave per il prossimo anno. A causa di ciò, le azioni della società sono diminuite del -3,9% negli scambi fuori orario. In termini di altri dati overnight, le vendite al dettaglio in Giappone di settembre sono state stampate a + 4,6% m / m (contro + 2,0% m / m previsto).

In vista del dibattito, ieri gli asset di rischio sono diminuiti poiché i mercati non sono stati in grado di mantenere il forte slancio di lunedì, con notizie negative sul coronavirus che apparentemente superano i numeri più positivi sulla fiducia dei consumatori. Alla chiusura, le azioni avevano perso terreno su entrambe le sponde dell'Atlantico, con l'S & P 500 (-0,48%) e lo STOXX 600 (-0,52%) entrambi in calo. I titoli energetici hanno guidato i movimenti al ribasso grazie al calo dei prezzi del petrolio, poiché sia ​​il Brent Crude (-3,30%) che il WTI (-3,23%) hanno subito forti flessioni, mentre le banche hanno anche faticato a proseguire il loro buon inizio di settimana.

A partire da Covid, ieri ha visto alcune notizie negative dagli Stati Uniti, con il tasso di positività giornaliera a New York City che ieri è salito sopra il 3% per la prima volta da mesi, secondo il sindaco de Blasio. La soglia è significativa, poiché de Blasio ha affermato che le scuole della città chiuderanno se il tasso di positività è superiore al 3% su una base media mobile di 7 giorni, anche se per ora rimane ancora all'1,38%. Complessivamente gli Stati Uniti hanno visto un plateau di ottimizzazione a 30.000 dopo essere scesi da quasi 60.000 a metà estate. Con i casi di nuovo in lieve aumento negli Stati Uniti nelle ultime 2-3 settimane, l'attenzione si sposterà sulla capacità degli ospedali man mano che il clima diventa più freddo negli Stati Uniti settentrionali. Nel frattempo in Germania, il cancelliere Merkel ha raccomandato che le feste private fossero limitate a 25 persone, e nel Regno Unito sono stati segnalati 7.152 casi record ieri, che hanno anche spinto la media di 7 giorni sopra i 6.000. Tuttavia, ci sono stati alcuni fine settimana a recuperare questi dati. È meglio guardare il numero progressivo di 7 giorni nella tabella sottostante per il miglior stato di avanzamento.

Ci sono state alcune buone notizie durante la notte sul fronte farmaceutico. Un cocktail di anticorpi Regeneron Covid-19, ancora in fase iniziale di sperimentazione, ha visto dati positivi che hanno contribuito a ridurre i livelli virali e migliorare i sintomi. Allo stesso tempo, i dati dei test di fase 2 hanno mostrato che il vaccino Moderna ha innescato una risposta "forte anticorpo" negli adulti, con effetti collaterali "gravi" in un volontario. Nel frattempo, in segno dell'impatto duraturo della pandemia sul settore dell'ospitalità, Walt Disney ha detto durante la notte che sta licenziando 28.000 dipendenti nel suo business resort negli Stati Uniti, segnando una delle più profonde riduzioni della forza lavoro della pandemia. I tagli interesseranno i parchi a tema, le navi da crociera e le attività di vendita al dettaglio dell'azienda e includeranno i dirigenti; tuttavia, il 67% dei licenziati sono dipendenti part time.

Nel mondo delle banche centrali, il presidente della Fed di Dallas Kaplan ha indicato che non si aspettava che l'economia statunitense tornasse sulla buona strada dalla pandemia fino alla fine del 2022 o addirittura al 2023. Pur non sostenendo tassi più alti, Kaplan ha affermato che la Fed dovrebbe rimanere accomodante, ma ciò potrebbe non significare mantenere i tassi a zero. Ha avvertito che c'erano "costi reali" a tassi prossimi allo zero per periodi di tempo prolungati, in particolare può "avere un impatto negativo sui risparmiatori, incoraggiare un'eccessiva assunzione di rischi e creare distorsioni nei mercati finanziari". Abbiamo anche sentito il presidente della Fed di New York Williams che non è preoccupato per l'inflazione, anche se ha riconosciuto che se ne sarebbe occupata se fosse arrivata. Williams ha avuto un lasso di tempo simile per il pieno recupero come Kaplan di 3 anni e ancora una volta sembrava chiedere aiuto allo stimolo fiscale, dicendo che la ripresa aveva bisogno di "tutto il funzionario supporto che può ottenere. "

E c'erano alcune notizie più positive sulle prospettive di stimolo fiscale degli Stati Uniti, con il vice capo dello staff del presidente Pelosi che ha twittato che Pelosi e il segretario al Tesoro Mnuchin hanno parlato ieri mattina al telefono per circa 50 minuti e hanno accettato di parlare di nuovo oggi. Ci sarà una votazione di sala al Senato su un pacchetto di aiuti di qualche tipo più tardi questa settimana secondo i rapporti, o il disegno di legge fiscale da 2,2 trilioni di dollari scritto dai Democratici o uno sforzo più bipartisan se si riesce a riunirsi. Nonostante la mancanza di stimoli, i dati del Conference Board hanno mostrato che l'indice di fiducia dei consumatori statunitensi ha registrato il più grande balzo mensile degli ultimi 17 anni, con un aumento più forte del previsto a 101,8 a settembre.

Restando su ieri, ci sono stati alcuni titoli significativi dall'Europa, come ha detto un portavoce della presidenza tedesca del Consiglio dell'Unione europea sul fondo di recupero che “il calendario rischia di slittare. Diventa sempre più probabile un ritardo del bilancio Ue e del fondo di recupero ”. Ricorda che il pacchetto deve essere concordato all'unanimità, ma ci sono state controversie sulla possibilità di condizioni per lo Stato di diritto e ieri è stata pubblicata una lettera del primo ministro ungherese Orban che invitava il vicepresidente della Commissione per i valori e la trasparenza licenziata, dopo aver definito l'Ungheria una "democrazia malata".

Nella sfera del reddito fisso, ieri le obbligazioni sovrane hanno registrato un rally quando gli investitori hanno abbandonato le attività di rischio. Forse il titolo più importante è arrivato dall'Italia, dove il rendimento del paese a 30 anni è sceso a un nuovo minimo storico dell'1,74%. Tuttavia, c'è stata una buona performance su tutta la linea, con i rendimenti sui bund a 10 anni (-1,7 punti base), OAT (-1,5 punti base) e BTP (-2,7 punti base) tutti in calo. Anche i rendimenti del Tesoro a 10 anni sono scesi di -0,3 punti base, il loro quarto movimento consecutivo in ribasso. Ciò è avvenuto quando il dollaro USA è sceso del -0,41% martedì, per iniziare la settimana con la sua peggiore performance in 2 giorni dal 31 agosto, tuttavia la valuta è ancora destinata a registrare il suo primo guadagno mensile da marzo.

Sulla Brexit, il 9 ° round di negoziati è iniziato ieri a Bruxelles tra il Regno Unito e l'UE, con Bloomberg che ha riferito che il Regno Unito ha presentato 5 bozze di testi legali riservati. I negoziati continuano fino a venerdì e la questione di questa settimana sarà se si possano fare progressi sufficienti per consentire alle due parti di raggiungere un accordo entro la scadenza autoimposta del primo ministro Johnson del 15 ottobre, quando si terrà un vertice dei leader dell'UE.

Riassumendo con alcuni dei dati europei di ieri, l'inflazione tedesca è scesa a un minimo di 5 anni di -0,4% a settembre, che era al di sotto del -0,1% previsto e non farà che aumentare le preoccupazioni per le deboli pressioni sui prezzi nell'area dell'euro. Detto questo, l'indicatore del sentiment economico della Commissione Europea per l'Area Euro è salito per il 5 ° mese consecutivo a settembre, fino a 91,1 (contro 89,0 previsto). Infine nel Regno Unito, i dati sul credito al consumo hanno mostrato che l'indebitamento netto è stato più debole del previsto ad agosto, attestandosi a £ 0,3 miliardi (contro £ 1,5 miliardi previsti).

Alla giornata che ci attende, e i punti salienti includono una serie di oratori della banca centrale, tra cui il presidente della BCE Lagarde, l'economista capo Lane, e Muller, Rehn e Kazimir della BCE. Altrimenti, ci sono anche Bowman, Bullard e Kashkari della Fed, insieme al capo economista della Bank of England Haldane. In termini di dati, riceveremo le letture preliminari dell'IPC di settembre da Francia e Italia, la variazione di settembre della disoccupazione dalla Germania, mentre dagli Stati Uniti c'è la terza lettura del PIL del secondo trimestre, le vendite di case in attesa di agosto, il PMI MNI Chicago per settembre e il cambio di occupazione ADP per settembre.


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/zwrw-GKOW3s/us-futures-slide-after-debate-chaos in data Wed, 30 Sep 2020 05:08:19 PDT.