I futures rimbalzano mentre la rotta cinese svanisce, tutti gli occhi puntati sulla Fed

I futures rimbalzano mentre la rotta cinese svanisce, tutti gli occhi puntati sulla Fed

Con la rotta sui mercati cinesi che si stabilizza dopo tre giorni di caos a seguito della speculazione che la "squadra nazionale" cinese dovrebbe iniziare a sostenere il mercato interno , mercoledì i future sugli indici azionari sono aumentati insieme alle azioni europee mentre gli investitori hanno digerito una raffica di guadagni tecnologici guadagni che hanno visto Apple, Microsoft e Apple registrare $ 57 miliardi di profitti combinati, mentre i Treasury sono scesi e il dollaro è rimasto stabile con i trader riluttanti a piazzare grandi scommesse in vista dell'esito della riunione della Federal Reserve e della successiva conferenza stampa di Powell alle 14:00 EDT.

Alle 730 am ET, gli e-mini S&P 500 sono aumentati di 2,25 punti, o dello 0,05% dopo essere scesi dello 0,3%, mentre gli e-mini Dow sono scesi di 54 punti, o dello 0,18%. I contratti sul Nasdaq 100 hanno portato guadagni, in aumento di 39,75 punti, o 0,26%, poiché le azioni tecnologiche sono balzate in Europa, sebbene le azioni asiatiche siano state più deboli a causa delle turbolenze del mercato innescate dal giro di vite regolamentare della Cina.

"La Cina e la Fed sono le due cose chiave per oggi " , ha affermato Tai Hui, chief market strategist per l'Asia Pacifico, presso JPMorgan Asset Management. Le domande principali erano se i mercati si sarebbero stabilizzati mentre elaboravano le notizie dalla Cina e se la diffusione della variante Delta rappresentava un rischio per la crescita negli Stati Uniti e in Europa, ha aggiunto. "Stiamo ancora cercando di digerire le notizie dalla Cina, ciò che sarà nuovo è il modo in cui la Fed vede l'ultimo round di infezioni (COVID-19) e se ha bisogno di riaggiustare la propria visione", ha affermato.

Nel trading pre-mercato statunitense, Microsoft ha guadagnato dopo che il gigante del software ha pubblicato un altro solido rapporto trimestrale che ha battuto il consenso. Apple è caduta dopo il suo avvertimento sulla crescita delle vendite, ma gli analisti sono stati comunque positivi sull'aggiornamento del gigante tecnologico. Anche i titoli esposti alle criptovalute sono balzati mentre Bitcoin si raduna, in corsa per la sua più lunga serie di vittorie quest'anno. La società di pagamento Visa Inc ha perso l'1,6% nonostante abbia battuto le stime per l'utile trimestrale. Ecco alcuni dei più grandi traslocatori statunitensi di oggi:

  • Le azioni di Alphabet (GOOGL) salgono del 3,9% nel trading pre-mercato con gli analisti che affermano che i risultati del genitore di Google sembrano solidi su tutta la linea. Il gruppo continua a beneficiare di un forte mercato della pubblicità digitale, con JPMorgan che afferma che la tesi rialzista sul titolo sta continuando a svolgersi.
  • Le azioni di Apple (AAPL) scivolano dell'1% dopo che il produttore di iPhone ha avvertito che la crescita delle vendite potrebbe rallentare. Gli analisti sono stati comunque positivi sull'aggiornamento del gigante tecnologico, affermando che la domanda di prodotti rimane solida, mentre il ciclo di aggiornamento del 5G dovrebbe continuare a fornire una spinta.
  • Le azioni esposte alle criptovalute balzano nel trading pre-mercato mentre Bitcoin si rafforza, in corsa per la sua serie di vittorie più lunga quest'anno. Bit Digital (BTBT) sale del 22% ed Ebang International (EBON) sale del 5,6%, mentre Riot Blockchain (RIOT) avanza del 6,4%.
  • Infinity Pharmaceuticals (INFI) sale del 28% nel trading pre-mercato, rimbalzando dal calo del 32% di martedì legato a uno studio deludente sul cancro al seno, poiché Wells Fargo ha aumentato il suo rating a sovrappeso.
  • Le azioni di Mattel (MAT) salgono del 5,3% nel trading pre-mercato con gli analisti che affermano che i risultati del secondo trimestre sembrano solidi, come previsto dopo il recente aggiornamento del peer Hasbro.
  • Le azioni Microsoft (MSFT) sono in rialzo dello 0,4% dopo che il gigante del software ha pubblicato un altro solido rapporto trimestrale che ha battuto il consenso, anche se non è riuscito a soddisfare le aspettative più rialziste.
  • Le azioni di Starbucks (SBUX) scendono del 2,3% con un rallentamento della crescita in Cina che ha messo in ombra un balzo delle vendite negli stessi negozi negli Stati Uniti nei risultati trimestrali. Tuttavia, gli analisti alzano i rispettivi obiettivi di prezzo delle azioni in quanto rimangono ottimisti sulla storia a lungo termine.

I titoli cinesi a grande capitalizzazione quotati negli Stati Uniti sono rimbalzati negli scambi pre-mercato mercoledì poiché un crollo record delle azioni ha mostrato segni di allentamento. Alibaba ha guadagnato l'1,6% nel trading pre-mercato, JD.com è aumentato dell'1,9%, Baidu è cresciuto del 2,1%, Pinduoduo ha aggiunto il 6,9% e NIO è aumentato del 4,2%. Anche l'istruzione è cresciuta nel premarket, estendendo il rimbalzo di ieri: TAL Education +5,3%, Gaotu Techedu +4,5%, 17 Education & Technology Group +6,9% e azioni New Oriental Education -0,5%.

Le preoccupazioni per la repressione normativa della Cina in più settori, comprese le società tecnologiche di peso elevato, hanno pesato sull'umore degli investitori questa settimana. Tuttavia, l'anticipazione dei risultati stellari delle major tecnologiche di Wall Street ha portato i tre principali indici a raggiungere massimi record lunedì. L'esito dell'incontro politico della Fed è al centro dell'attenzione mentre gli investitori cercano suggerimenti sul piano della banca centrale per ridurre il suo ampio programma di acquisti di attività, tra i rischi di una ripresa del COVID-19 negli Stati Uniti e l'aumento dell'inflazione.

Le domande principali erano se i mercati si sarebbero stabilizzati mentre elaboravano le notizie dalla Cina e se la diffusione della variante Delta rappresentava un rischio per la crescita negli Stati Uniti e in Europa, ha aggiunto.

"Stiamo ancora cercando di digerire le notizie dalla Cina, ciò che sarà nuovo è il modo in cui la Fed vede l'ultimo round di infezioni (COVID-19) e se ha bisogno di riaggiustare la propria visione", ha affermato.

In Europa, l'indice Stoxx Europe 600 ha registrato una perdita di due giorni, salendo dello 0,5% alle 10:34 a Londra. La maggior parte dei settori ha registrato guadagni, con le azioni di vendita al dettaglio, tecnologia e viaggi in testa al benchmark. Ecco alcuni dei più grandi mover europei di oggi:

  • Le azioni di St James's Place salgono fino al 6,6%, il massimo dal 9 novembre e raggiungendo un record, dopo i risultati 1H del gestore patrimoniale del Regno Unito, che secondo Shore Capital sembrano forti.
  • Le azioni di Indra Sistemas salgono fino all'11%, la maggior parte da aprile 2020, a seguito dei risultati del secondo trimestre e dell'aggiornamento delle prospettive del 2021.
  • Le azioni Wizz Air salgono fino al 6,1%, il massimo intraday dall'8 marzo, dopo che l'utile netto del primo trimestre fiscale ha battuto il consenso, afferma Citi (buy) in una nota.
  • Le azioni di Smurfit Kappa oscillano dopo i risultati, salendo fino al 3,5% dopo essere state brevemente negative. L'analista di Goodbody David O'Brien afferma che l'aggiornamento del gruppo packaging è "impressionante" e mostra un forte slancio.
  • Le azioni Vopak scendono fino all'8,9%, il massimo da marzo 2020, dopo l'Ebitda del 2Q21 che secondo ING (buy) era al di sotto delle sue aspettative sebbene fosse in linea con il consenso.
  • Le azioni Sodexo scendono fino al 2,3% dopo l'uscita inaspettata del CEO. Il CEO Denis Machuel è ampiamente considerato come un buon lavoro, affrontando un importante profit warning appena due mesi dopo l'ingresso e risolvendo i problemi dell'azienda, quindi la sua partenza a settembre è "principalmente una sorpresa", secondo Bernstein (andamento del mercato).

Le azioni asiatiche sono scese per il quarto giorno, con Giappone e Filippine tra i maggiori perdenti per le preoccupazioni relative alle infezioni da coronavirus. L'indice MSCI più ampio delle azioni dell'Asia-Pacifico al di fuori del Giappone è sceso dello 0,35% nelle prime contrattazioni, dopo essere sceso in ciascuna delle tre sessioni precedenti poiché le repressioni normative in Cina hanno agitato le azioni nei settori tecnologico, immobiliare e dell'istruzione, lasciando feriti gli investitori internazionali. Tuttavia, come notato la scorsa notte, le azioni in Cina hanno fermato un selloff di tre giorni. L'indice MSCI Asia Pacific è sceso dello 0,3%, con il Gruppo SoftBank il più grande freno. L'indice cinese CSI 300 è salito – dopo aver oscillato in precedenza sull'orlo di un mercato ribassista – mentre i media statali hanno cercato di rafforzare la fiducia degli investitori scossa dall'escalation della campagna di regolamentazione di Pechino.

L'indice Hang Seng ha invertito le perdite guadagnando l'1,5%, dopo aver chiuso il giorno prima al livello più basso da novembre. Le rinnovate preoccupazioni per il Covid-19 si aggiungono ai venti contrari in Asia poiché gli investitori continuano a pesare la repressione della Cina sul settore tecnologico. Le azioni della regione hanno già sottoperformato le loro controparti globali, con l'indice MSCI Asia Pacific che ha cancellato tutti i suoi guadagni per il 2021 proprio mentre l'S&P 500 e lo Stoxx Europe 600 hanno raggiunto i massimi storici negli ultimi giorni.

"La "squadra nazionale" cinese potrebbe prepararsi a "stabilizzare" i mercati", ha scritto Jeffrey Halley, analista di mercato senior presso Oanda Asia Pacific Pte., in una nota che fa eco alle nostre osservazioni .

"È dubbio, tuttavia, che il riprezzamento delle azioni cinesi per il rischio normativo del governo abbia fatto il suo corso". C'è anche un elemento di attesa nei mercati asiatici in vista dell'esito della decisione del FOMC di oggi. ha aggiunto Halley. Le azioni giapponesi sono scese, interrompendo una serie di vittorie di tre giorni e diventando la peggiore performance della giornata tra i mercati asiatici a causa dell'aumento dei casi di virus nel paese e del calo dei titoli tecnologici statunitensi. Mercoledì Tokyo ha registrato un nuovo record giornaliero di oltre 3.000 nuovi casi di coronavirus. Anche il benchmark azionario delle Filippine è diminuito a causa delle preoccupazioni per ulteriori blocchi. In calo anche i titoli taiwanesi e australiani.

Le azioni giapponesi sono scese, ponendo fine a una serie di vittorie consecutive di tre giorni, poiché l'aumento dei casi di virus e il calo dei giganti tecnologici statunitensi, tra cui Apple, hanno pesato sul sentimento degli investitori. Il Nikkei giapponese è scivolato dell'1,01%, mentre i produttori di elettronica e le telecomunicazioni sono stati i maggiori ostacoli al Topix, anch'esso in calo dell'1%. SoftBank Group e Fast Retailing sono stati i maggiori contributori a una perdita dell'1,4% nel Nikkei 225. L'indice Mothers è crollato del 3,5%, il massimo dal 17 maggio. Le infezioni giornaliere da coronavirus a Tokyo sono aumentate a un record di 2.848 casi martedì mentre la capitale ospita decine di migliaia per le Olimpiadi. Le azioni statunitensi hanno concluso una serie di vittorie consecutive di cinque giorni durante la notte poiché i titoli tecnologici a megacap sono scivolati davanti ai loro rapporti sugli utili. "I titoli automobilistici e dei semiconduttori che sono in aumento potrebbero essere soggetti a prese di profitto da parte degli investitori", ha affermato Mitsushige Akino, senior executive officer di Ichiyoshi Asset Management. "Mentre i nuovi casi stanno aumentando in Giappone, il numero di casi gravi non è così alto, quindi se il lancio del vaccino progredisce, possiamo aspettarci che l'impatto economico sia limitato".

In Australia, l'indice S&P/ASX 200 è sceso dello 0,7% per chiudere a 7.379,30 dopo che le restrizioni per il Covid a Sydney sono state estese di almeno altre quattro settimane. Tutti i settori del benchmark sono scesi ad eccezione dell'immobiliare. Nickel Mines è stato il peggior interprete dopo aver pubblicato un rapporto di produzione. Spark Infrastructure ha ottenuto le migliori prestazioni dopo che l'Ontario Teachers' Pension Plan Board e KKR hanno presentato un'offerta di acquisizione migliorata che valuta la società a circa 5,2 miliardi di dollari australiani. Rio Tinto ha anche riportato i risultati 1H dopo la chiusura del mercato, affermando che il suo profitto per la metà è più che raddoppiato a un record. In Nuova Zelanda, l'indice S&P/NZX 50 è stato leggermente modificato a 12.595,32.

In FX, il dollaro USA è rimasto al di sotto dei massimi recenti dopo un mese di rally, lo yen rifugio sicuro ha guadagnato e i dollari australiani e neozelandesi sensibili al rischio sono scesi. La maggior parte delle valute del G-10 è rimasta in intervalli ristretti prima della decisione politica della Federal Reserve di mercoledì. La sterlina ha toccato il suo livello più forte da aprile contro l'euro dopo un calo dei casi di virus. "L'attenzione del mercato sarà focalizzata sulla riunione del FOMC di oggi, anche se con le metriche politiche e il messaggio comunicato al mercato che dovrebbero rimanere invariati, l'evento potrebbe passare senza lasciare molta volatilità sulla sua scia", afferma Stuart Cole di Equiti Capital.

Nei tassi, i Treasury sono più deboli guidati dalla fascia lunga della curva, annullando una parte della mossa di appiattimento rialzista di martedì. I rendimenti sono più economici di quasi 2 punti base nella fascia lunga della curva; Il decennale è superiore di oltre 2 pb a ~1,263%, 2 pb in meno rispetto ai bund, mentre i gilt in linea di massima tengono il passo. I punti focali per la sessione degli Stati Uniti sono la decisione sui tassi della Federal Reserve alle 14:00 ET, seguita dalla conferenza stampa del presidente Powell. Il ciclo delle aste statunitensi si conclude giovedì con la vendita di banconote a 7 anni.

Nelle materie prime, i prezzi del petrolio sono aumentati poiché i dati del settore hanno mostrato che il greggio statunitense e le scorte di prodotti sono diminuiti più bruscamente del previsto la scorsa settimana, superando le preoccupazioni sulle conseguenze dell'aumento dei casi di COVID-19. Il greggio USA è salito dello 0,47% a 72,01 dollari al barile e il greggio Brent è salito dello 0,35% a 74,77 dollari al barile. L'oro è stato leggermente inferiore, con scambi spot a 1.798,45 dollari l'oncia.

Guardando al futuro, il momento clou sarà la summenzionata decisione della Federal Reserve e la successiva conferenza stampa del presidente Powell. Dal lato dei dati, ci sono le scorte preliminari all'ingrosso per giugno. Infine, i dati sugli utili di oggi includono Facebook, PayPal, Pfizer, Ford, Thermo Fisher Scientific, McDonald's, Barclays, Qualcomm, Bristol Myers Squibb e Boeing.

Istantanea del mercato

  • Futures S&P 500 in rialzo dello 0,2% a 4.401,25
  • STOXX Europe 600 in rialzo dello 0,4% a 460,56
  • Il rendimento 10Y tedesco è sceso di 0,1 pb a -0,442%
  • Euro in calo dello 0,1% a $ 1,1802
  • Futures Brent in rialzo dello 0,5% a 74,84 $/bbl
  • MXAP in calo dello 0,2% a 195,78
  • MXAPJ in aumento dello 0,3% a 643,21
  • Nikkei in calo dell'1,4% a 27.581,66
  • Topix in calo dello 0,9% a 1.919,65
  • Indice Hang Seng in rialzo dell'1,5% a 25.473,88
  • Shanghai Composite in calo dello 0,6% a 3.361,59
  • Sensex in calo dello 0,4% a 52.346,68
  • Australia S&P/ASX 200 in calo dello 0,7% a 7.379,30
  • Kospi in rialzo dello 0,1% a 3,236,86
  • Futures Brent in rialzo dello 0,5% a 74,84 $/bbl
  • L'oro è aumentato dello 0,0% a $ 1.799,78
  • Indice del dollaro USA in rialzo dello 0,16% a 92,58

Le migliori notizie notturne da Bloomberg

  • Le azioni in Cina e Hong Kong hanno interrotto una rotta di tre giorni mentre i media statali cinesi hanno cercato di rassicurare gli investitori scossi dalla repressione normativa del governo
  • L'Europa ha raggiunto, e in alcuni casi superato, gli Stati Uniti nell'inoculazione e nella riapertura, che si sta rivelando sempre più la chiave del percorso verso la normalizzazione
  • Singapore punta a un'impresa che nessun Paese ha raggiunto finora: riaprire al mondo ed uscire dalla pandemia con un bilancio delle vittime ancora a doppia cifra
  • Dopo una campagna di anni per domare i prezzi degli immobili, la Cina sta alzando la posta per spezzare un ciclo ostinato di guadagni che ha reso le case sempre più insostenibili
  • Gli assicuratori sulla vita di Taiwan stanno cogliendo l'opportunità di ridurre i costi per estendere il loro orizzonte di copertura oltre il consueto periodo di un anno.

Uno sguardo più dettagliato ai mercati globali per gentile concessione di Newsquawk

I mercati azionari asiatici sono stati scambiati per lo più al ribasso a seguito dell'umore sottotono delle controparti globali con la propensione al rischio indebolita dalle recenti vendite in Cina, dalla cautela pre-FOMC e dai dati contrastanti degli Stati Uniti . L'attenzione si è concentrata anche sugli utili tecnologici a mega-cap che non sono riusciti a ispirare i futures sugli indici nonostante Alphabet, Apple e Microsoft abbiano battuto tutti i profitti e i profitti con le azioni del produttore di iPhone sotto pressione dopo l'orario di lavoro poiché ha anche avvertito che la carenza di chip potrebbe avere un impatto su iPhone e iPad durante il trimestre in corso. ASX 200 (-0,7%) è stato trascinato al ribasso dalla sottoperformance nei settori tecnologici e legati alle materie prime, mentre i timori di crescita sono stati alimentati anche dopo che il Premier del New South Wales ha annunciato un'estensione di quattro settimane del blocco a Sydney con CBA e ANZ Bank che ora prevedono una contrazione trimestrale per il terzo trimestre rispettivamente del 2,7% e dell'1,3%. Il Nikkei 225 (-1,4%) è stato messo sotto pressione dai recenti flussi di rifugio nello JPY e tra le notizie secondo le quali diverse prefetture stavano cercando dichiarazioni sullo stato di emergenza a causa dell'epidemia di COVID-19 in corso. Hang Seng (+1,5%) e Shanghai Comp. (-0,6%) sono stati instabili, per cui il primo ha tentato un rimbalzo dal bagno di sangue di questa settimana con una tregua anticipata per il settore tecnologico e i titoli dell'istruzione. Tuttavia, la ripresa per la tecnologia e il benchmark di Hong Kong è stata poi brevemente spazzata via insieme alla continua rotta nella terraferma, dove le notizie secondo cui la Cina potrebbe aumentare la spesa fiscale e istigare nuove politiche di sostegno nel secondo semestre, nonché diversi tentativi da parte della stampa cinese di calmare gli investitori preoccupazioni per quanto riguarda la rotta delle scorte, alla fine sono cadute nel vuoto. Infine, i JGB a 10 anni hanno registrato guadagni marginali a causa dell'umore pessimista delle azioni di Tokyo e con la BoJ anche sul mercato per oltre 1 trilione di JPY di JGB, concentrati principalmente nelle scadenze da 3 a 10 anni, sebbene il rialzo per i JGB sia stato solo marginale in un quadro notturno piatto per Bund e futures T-note con il FOMC all'orizzonte.

Le migliori notizie asiatiche

  • Olimpiadi di Tokyo Trova altri 16 casi di Covid, nessuno atleti
  • Stati Uniti e India devono lavorare contro le minacce alla democrazia, afferma Blinken
  • Il tondo per cemento armato in acciaio rimbalza come prospettive della domanda, mercato più stretto
  • Gli atleti olimpici lottano con il caldo soffocante di Tokyo

Le azioni europee sono state scambiate leggermente in rialzo (Stoxx 600 +0,4%) in quella che è stata una mattinata ricca di utili per la regione, con sviluppi macro relativamente leggeri in vista dell'annuncio della politica del FOMC . In termini di commento sui titoli azionari europei, Barclays osserva che il pullback nella riapertura dei giochi ha presentato un'opportunità di acquisto e successivamente ha portato il settore Travel & Leisure a sovrappeso. I nomi dei viaggi e del tempo libero sono stati supportati durante tutta la sessione con titoli anche probabilmente sostenuti da rapporti che suggeriscono che il Regno Unito sta valutando di allentare le restrizioni di viaggio dagli Stati Uniti e dall'UE. I settori in Europa mostrano una propensione ampiamente positiva con sovraperformance dei titoli tecnologici dopo gli utili statunitensi a grande capitalizzazione dopo l'orario di chiusura di ieri. Le auto sono su basi più solide con Renault (+5,4%) un attore chiave nel settore dopo i guadagni di Nissan, di cui detiene una quota del 43%. Al ribasso, i titoli chimici sono in ritardo rispetto ai concorrenti tra le perdite di BASF (-1,4%) dopo gli utili. Altrove, Barclays (+4,5%) si trova vicino alla cima del FTSE 100 dopo solidi guadagni e prevede di pagare miliardi tramite riacquisti di azioni e dividendi. Altri importanti nomi bancari segnalati includono Deutsche Bank (-0,3%) e Santander (-0,2%) con il primo incapace di placare gli investitori dopo aver superato le aspettative di profitto con qualche preoccupazione riguardo ai ricavi dell'investment banking e ai costi imprevisti. Per il settore del lusso, Kering (-3%) è scambiato in rialzo dopo la forte performance di Gucci che ha incrementato le metriche di vendita per la Co. Per una ripartizione completa degli utili in Europa, fare riferimento al Daily European Equity Opening News. Negli Stati Uniti, i future sono leggermente più solidi con una lieve sovraperformance sul Russell (+0,5% contro ES +0,1%, NQ +0,1%). L'attenzione nel pre-mercato cadrà sugli utili after-hour di ieri, che hanno visto i pesi massimi Google (+3,9%), Microsoft (+0,8%) e Apple (-0,9%), con quest'ultimo che avverte che la carenza di chip potrebbe avere un impatto su iPhone e iPad durante il trimestre in corso.

Principali notizie europee

  • L'inchiesta Archegos di Credit Suisse annulla la due diligence della banca
  • L'inflazione eclissa il virus mentre il tasso di riferimento ceco sostiene i rapidi aumenti
  • I fornitori europei di Apple scuotono l'avvertimento di rallentamento della crescita
  • Declino di Deutsche Boerse; Citi afferma che il battito del secondo trimestre è di "bassa qualità"

In FX, l'indice mantiene il commercio orizzontale in gabbia sperimentato durante la notte tra l'incombente dichiarazione del FOMC e il pressante di accompagnamento del presidente Powell. Si prevede che i parametri politici rimarranno invariati, ma i partecipanti terranno d'occhio il tono della dichiarazione e insisteranno per eventuali potenziali impatti politici dalla variante Delta, mentre l'inflazione dovrebbe essere spacciata per transitoria. (anteprima completa disponibile nella Newsquawk Research Suite). Nella corsa alla Fed, il dollaro potrebbe essere influenzato da un notevole cambiamento nel sentiment o nei rendimenti, ma in assenza di un flusso di notizie pertinenti e di un leggero elenco di dati/relatori, l'azione in tutta la mattinata europea sarà probabilmente contenuta. DXY attualmente risiede intorno alla metà dell'attuale intervallo 92.398-587. Verso la fine del mese con il modello di Citi che indica una leggera vendita di USD per la copertura FX di fine mese.

  • CNH – Lo Yuan ha trattenuto gran parte delle perdite di ieri, anche se l'USD/CNH si è in qualche modo stabilizzato intorno all'area 6.5000, con i commenti dei media cinesi durante la notte che hanno tentato di lenire il sentiment inquinato indotto dalla repressione, mentre la PBoC ha optato ovviamente per un CNY più morbido fissare durante la notte, in linea con le aspettative. Il China Securities Journal ha suggerito che gli investitori non dovrebbero essere pessimisti a causa del calo delle azioni, mentre un rapporto di stampa cinese separato ha suggerito che il crollo delle azioni cinesi è insostenibile e il mercato si stabilizzerà. Inoltre, la stampa cinese ha notato che la Cina potrebbe aumentare la spesa fiscale nel terzo trimestre per sostenere l'economia e potrebbe espandere la domanda interna con nuove politiche nel secondo semestre. L'USD/CNH rimane al di sopra della sua 200 DMA (6,4907) ma fuori dal massimo di 6,5285 di ieri.
  • EUR, GBP, JPY, CHF – Tutti gli scambi sono piatti contro il dollaro e l'uno contro l'altro. L'EUR/USD si snoda appena a nord di 1,1800 all'interno di un intervallo di 23 pip, non turbato dal sentimento dei consumatori Gfk tedesco inferiore alla media per il mese a venire. Gli operatori dovrebbero tuttavia essere consapevoli delle scadenze delle opzioni grumose per la coppia in vista del taglio di New York di oggi – che in assenza di catalizzatori potrebbe influenzare i tassi di cambio – con 1,1 miliardi di euro allo strike 1.1800 e circa 1 miliardo di euro su ciascun lato della cifra tonda. GBP/USD in precedenza non è riuscito a testare 1,3900 al rialzo dopo aver perso forza a 1,3895 e successivamente è sceso dai migliori livelli fino a una base a 1,3865. Anche l'EUR/GBP è ingabbiato sopra 0,8500, con poche reazioni viste alle segnalazioni secondo cui la Commissione europea ha sospeso l'azione legale contro il Regno Unito per la sua presunta violazione dell'accordo post-Brexit sull'Irlanda del Nord. L'USD/JPY circonda la maniglia di 110,00 davanti alla sua 50 DMA a 110,03, con un intervallo attuale tra 109,75-99. USD/CHF prima con il livello di 0,9150 che si è spostato di circa 10 pip su entrambi i lati della cifra semitonda.
  • AUD, NZD, CAD – I dollari non statunitensi divergono con gli antipodi che hanno sottoperformato di poco nel gruppo del G10. L'umore sottotono in Australia e Nuova Zelanda è in parte dovuto al fatto che il loro principale partner commerciale, la Cina, ha incontrato nervosismo degli investitori in mezzo a repressioni di massa. Inoltre, l'AUD sostiene anche l'urto di un'estensione di blocco di quattro settimane per la città più popolosa dell'Australia, che ha portato a previsioni di una contrazione economica nel terzo trimestre. Questo arriva anche prima della riunione politica della RBA della prossima settimana, in cui è cresciuto il rumore riguardo alla necessità di fare un'inversione a U sul precedente annuncio del tapering della RBA. L'IPC australiano è aumentato durante la notte rispetto al mese precedente, ma ha ampiamente soddisfatto le aspettative e non è riuscito a stimolare molte azioni. L'AUD/USD viene scambiato a 0,7350 USD, con il minimo di ieri a 0,7337. NZD/USD è sceso al di sotto di 0,6950 e si trova più vicino al ribasso della sessione a 0,6937 (vs massimo 0,6969). Il Loonie, al contrario, sovraperforma di poco lo spazio G10 in mezzo a un'offerta sottostante nel greggio a seguito di un prelievo più ampio del previsto nelle scorte di scorte private, in vista delle cifre dell'IPC canadese alle 13:30 BST.

Sulle materie prime, i futures del primo mese WTI e Brent vengono scambiati su basi più solide, con il primo vicino alla soglia di 72,50 USD/bbl (vs minimo 71,80/bbl) e il secondo a nord di 75 USD/bbl (vs minimo 74,58/bbl). L'offerta nel complesso del greggio è stata supportata dal drawdown maggiore del previsto nelle scorte private (greggio -4,73 mln vs exp. -2,9 mln), con gli interni anch'essi rialzisti. Il flusso di notizie per il complesso è rimasto leggero in vista del principale evento della banca centrale di questa settimana. A parte, i mercati terranno d'occhio il COVID-19 e gli sviluppi dei viaggi internazionali per valutare la domanda imminente, sebbene i desk mantengano la loro visione di un deficit in estate seguito da una pausa della domanda nel primo semestre del 2022, con fonti precedenti tramite Energy Intel che suggeriscono che l'OPEC+ potrebbe mettere in pausa gli aumenti di produzione mensili per far fronte a questo. Altrove, oro e argento spot vengono scambiati lateralmente intorno a 1.800 USD/oncia e sotto i 25 USD/oncia in attesa della Fed. Il rame del LME nel frattempo rimane contenuto al di sotto di 9.750 USD/oz, ma fuori dai minimi recenti e ripensando al rialzo della soglia di 10k/t USD, con i trader che citano sempre più le prospettive della domanda del metallo rosso, ma mettono in guardia sull'interferenza della Cina.

Calendario degli eventi negli Stati Uniti

  • 8:30: Inventario al dettaglio di giugno MoM, stimato -0,5%, precedente a -0,8%; Rimanenze all'ingrosso MoM, stimata 1,1%, precedente 1,3%
  • 8:30: Saldo commerciale anticipato delle merci di giugno, stimato -88 miliardi di dollari, precedente a 88,1 miliardi di dollari, rivisto a 88,2 miliardi di dollari
  • 14:00: Decisione sui tassi del FOMC di luglio

Jim Reid di DB conclude il wrap durante la notte

Il rapporto di Facebook di oggi e devo ammettere che l'azienda ha avuto uno strano impatto sulla nostra casa nelle ultime due settimane. Prima di convertire una vecchia dependance, abbiamo cercato di liberarla da tutti i mobili di scorta della nostra vecchia casa che sono stati immagazzinati lì. Mia moglie ha deciso di metterne la maggior parte sul marketplace di Facebook. Ha venduto letti, divani, un tavolo da cucina, un tavolo da pranzo e sedie, poltrone, divani, armadi, panche, una scrivania per computer, specchi, un arazzo (!) e molto altro ancora, tutto in pochi giorni dopo averli indossati. È stata una vera rivelazione liberarsi rapidamente di cose. Comunque mia moglie ieri è dovuta uscire e mi ha lasciato l'incarico di aprire la porta e di consegnargli un seggiolone che abbiamo messo. Mia moglie voleva che andasse in una buona casa e ci metteva un cartellino del prezzo da 2 sterline. Il ragazzo che lo ritirava era in ritardo e ho dovuto interrompere una chiamata di lavoro per farlo entrare. L'ha visto, ha passato anni a guardarlo e poi ha detto "Ti do una sterlina per questo". Ero infastidito dal fatto che avesse sprecato il mio tempo e avesse detto di no. Ha detto che se ne sarebbe andato e se n'è andato. Ero sbalordito. L'ho detto a mia moglie quando è tornata a casa ed era un po' seccata e ha detto che 20 persone si erano presentate quando era lì nelle ultime due settimane e ogni articolo era stato venduto. Ha detto che mi lascia con l'oggetto di valore più basso e io fallisco miseramente. Pertanto, se qualcuno vuole un seggiolone IKEA, posso farti un affare per £ 1,50.

Non sono solo i seggioloni a perdere valore poiché dopo che le azioni statunitensi hanno raggiunto il massimo storico lunedì, ieri ha visto prevalere ancora una volta il sentimento di avversione al rischio poiché gli effetti della disfatta delle azioni cinesi hanno iniziato a farsi sentire in modo più ampio. Alla fine del gioco, l'S&P 500 (-0,47%) e lo STOXX 600 europeo (-0,54%) avevano entrambi perso terreno anche se erano fuori dai minimi e avevano sostanzialmente dimezzato le loro perdite. Altrove, il Commodity Spot Index di Bloomberg (-0,84%) è sceso dal livello più alto in un decennio e l'indice di volatilità VIX (+1,8 punti) è salito al livello più alto in una settimana.

Analizzando le mosse in modo più approfondito, gli investitori hanno cercato sicurezza nei settori difensivi e proxy obbligazionari come i servizi di pubblica utilità (+1,72%) e gli immobili (+0,81%). Nel frattempo, sono stati i titoli tecnologici a registrare i maggiori cali, con il NASDAQ (-1,21%) che ha registrato la sua peggiore performance giornaliera dall'inizio di maggio, poiché anche l'indice FANG+ (-1,42%) ha subito perdite significative. Tuttavia, erano -2,27% e -3,01% ai minimi. Abbiamo tutti esaminato se e quando la grande tecnologia avrebbe visto un giro di vite regolamentare, ma era più negli Stati Uniti. La Cina ha rubato una marcia qui e ha iniziato a tenere a freno le aziende private che vede creare disuguaglianza, rischio di instabilità finanziaria e sfidare l'autorità del governo. Sembra anteporre i suoi obiettivi strategici a lungo termine alla stabilità del mercato a breve termine. Per ulteriori informazioni, vedere i pensieri del nostro stratega azionario asiatico Peter Milliken qui e cosa potrebbe essere il prossimo nel mirino normativo.

Abbiamo mostrato nel CoTD di ieri (link qui) che l'indice Heng Seng Tech (che rappresenta le 30 maggiori società tecnologiche di Hong Kong con un'elevata esposizione a "temi tecnologici innovativi") è sceso del 43% circa dai massimi di febbraio e c.- 16,6% rispetto alle tre sessioni precedenti. Questa mattina è sostanzialmente invariato.

Nel complesso, stamattina i mercati asiatici stanno seguendo il vantaggio di Wall Street con Nikkei (-1,46%), Hang Seng (-0,24%), Shanghai Comp (-0,59%) e Kospi (-0,43%) tutti in calo. Vari quotidiani finanziari cinesi come il China Securities Journal e il Securities Daily pubblicano commenti oggi per sostenere il sentimento nei mercati azionari cinesi. Il China's Securities Times ha pubblicato un commento affermando che non vi è alcun rischio sistemico nel mercato delle azioni A e che la tendenza positiva a lungo termine non cambierà, aggiungendo che il recente declino del mercato riflette alcuni fraintendimenti delle politiche e lo sfogo delle emozioni da alcuni fondi. Il rapporto ha anche affermato che i fondamentali dell'economia non sono cambiati e che il mercato si stabilizzerà. Nel frattempo, i future sull'S&P 500 sono in ribasso di -0,14% mentre quelli sullo Stoxx 50 (+0,05%) sono leggermente in rialzo. I rendimenti sugli UST a 10 anni sono leggermente inferiori.

Le perdite tecnologiche in tutto il mondo sono arrivate prima di una serie di rilasci di utili dopo la chiusura. La società madre di Google Alphabet è aumentata del +3,0% nel trading after-market (-2,0% alla chiusura precedente) poiché la società ha annunciato un significativo aumento dell'EPS di $ 27,26 (vs. $ 19,35 stimati) sulla scia di una crescita significativa in tre linee di business chiave ; Youtube, pubblicità e servizi cloud. Nel comunicato stampa, Alphabet ha citato "una marea crescente di attività online in molte parti del mondo" durante il secondo trimestre. Microsoft ha originariamente registrato una perdita del -3,0% nel trading after-hour (-0,87% alla chiusura), probabilmente a causa degli investitori che hanno appreso che il business dei servizi cloud di Microsoft, Azure, ha registrato una crescita più lenta del previsto. Tuttavia, alla fine delle contrattazioni afterhours, il titolo è rimasto invariato dopo che gli investitori sono stati tranquillizzati dalle previsioni della società sulla successiva chiamata agli utili. La più grande azienda statunitense, Apple, ha avvertito che la crescita delle vendite potrebbe rallentare e che si trovano ad affrontare carenze nelle catene di approvvigionamento, che potrebbero influire sulla produzione di iPad e iPhone nel prossimo trimestre. Il titolo è sceso del -2,1% dopo le ore, nonostante abbia riportato una crescita del 50% nelle vendite di iPhone.

Il momento clou di oggi sarà l'ultima decisione della Federal Reserve alle 19:00 ora di Londra, insieme alla successiva conferenza stampa del presidente Powell. In termini di cosa aspettarsi, i nostri economisti statunitensi scrivono nella loro anteprima (link qui) che pensano che questo incontro dovrebbe fornire un aggiornamento sui progressi dei colloqui sul tapering che aiuterà a perfezionare la probabile tempistica per un annuncio nei prossimi mesi. Tuttavia, date le recenti indicazioni, si aspettano che Powell smetterà di inviare un chiaro segnale che il tapering è imminente, e la loro tempistica per il tapering è che avremo un segnale più chiaro che sta arrivando al simposio di Jackson Hole in agosto o al l'incontro a settembre, prima dell'annuncio ufficiale del tapering a novembre.

In vista dell'annuncio della Fed, i rendimenti dei Treasury statunitensi hanno rinnovato il loro calo, con il rendimento a 10 anni in calo di -4,9 punti base all'1,241% dopo l'ultimo sell-off tecnologico cinese. I breakeven di inflazione (-2,2 pb) sono diminuiti insieme ai rendimenti reali, che sono scesi di -2,6 pb a -1,1325%, segnando il loro livello di chiusura più basso di sempre (dai TIPS utilizzati dal 1997), dopo aver toccato un minimo intraday storico di -1,155% in precedenza nella sessione. È stata una storia simile in Europa, dove i rendimenti sui bund a 10 anni (-2,3 pb) sono scesi al livello più basso da febbraio, mentre anche quelli sugli OAT (-1,2 pb) e sui BTP (-0,6 pb) sono diminuiti.

Qui nel Regno Unito, ieri abbiamo assistito a un altro notevole calo del numero di casi di virus, con solo altri 23.511 segnalati. Ciò segna un calo del -49,5% rispetto ai numeri del martedì precedente, che è il più grande calo settimanale dei casi da oltre un anno. A giudicare dalla stampa britannica, anche gli scienziati sembrano piuttosto sconcertati da questa svolta negli eventi, dato che il paese ha sostanzialmente rimosso tutte le restrizioni legali. Solo 10 giorni fa abbiamo ricevuto avvisi (anche dallo stesso Segretario alla Salute) che presto avremmo potuto vedere i casi salire a 100.000 al giorno. Per quanto riguarda le ragioni del declino, le ipotesi includono che sia in parte l'effetto delle scuole che vanno in vacanza estiva, le persone che diventano più caute per paura che gli venga detto di isolarsi, altre riduzioni volontarie della mobilità, il caldo e l'impatto dell'Europa campionati di calcio (e raduni associati) che cadono fuori dalle equazioni. Anche l'immunità di gregge è presente in una certa misura, ma ciò non spiegherebbe l'improvviso calo. Qualunque sia la ragione, però, questa è una notizia molto promettente per il resto del mondo, dal momento che (per ora) sembra che gli alti tassi di vaccinazione del Regno Unito non solo abbiano contribuito a smussare l'impatto su ricoveri e decessi, ma ora sembrano aiutare a ridurre i casi . Il Regno Unito prevede persino di riaprire il paese ai turisti degli Stati Uniti e dell'UE che sono completamente vaccinati, secondo il primo ministro Johnson, con la politica che entrerà in vigore la prossima settimana.

Negli Stati Uniti, il CDC ha annunciato una nuova guida all'uso della maschera, raccomandando che anche le persone vaccinate indossino la maschera in alcune aree del paese in cui i tassi di vaccinazione sono in ritardo o i tassi di infezione sono particolarmente alti. Il CDC raccomanda inoltre di indossare le mascherine nelle scuole, perché non tutti i bambini sono ancora idonei per un vaccino. Questo è abbastanza netto rispetto alla scorsa settimana, quando l'agenzia non aveva intenzione di aggiornare la propria guida, ma secondo i funzionari sono stati influenzati da nuove ricerche che hanno mostrato che anche le persone vaccinate erano a rischio di diffusione del virus. Separatamente, abbiamo avuto anche la notizia da Tokyo, dove si stanno attualmente svolgendo le Olimpiadi, che c'erano stati un record di 2.848 nuovi casi, il doppio del numero trovato una settimana prima. Infine, il lockdown nella città australiana di Sydney sarà prorogato di almeno altre quattro settimane.

Guardando alle altre notizie di ieri, l'FMI ha mantenuto la sua previsione di crescita globale del 2021 del +6,0% nel World Economic Outlook Update, mentre ha portato la crescita del 2022 a +4,9% (rispetto al +4,4% di aprile). Detto questo, il mantenimento della proiezione di crescita globale complessiva per quest'anno è avvenuto nonostante un declassamento delle loro previsioni per i mercati emergenti e le economie in via di sviluppo, che ora dovrebbero crescere del +6,3% (rispetto al +6,7% di aprile), contrariamente alle economie avanzate dove quest'anno hanno alzato le previsioni al +5,6% (vs +5,1% di aprile).

Dal lato dei dati, l'indice di fiducia dei consumatori del Conference Board degli Stati Uniti per luglio è salito inaspettatamente a 129,1 (vs. 123,9 previsto), che segna il livello più alto dell'indice dal febbraio 2020 prima che si facesse sentire l'impatto della pandemia. Tuttavia, gli ordini di beni durevoli per giugno sono stati inferiori alle aspettative, con una crescita del +0,8% (rispetto al +2,2% previsto) e l'indice nazionale dei prezzi delle case S&P CoreLogic Case-Shiller è aumentato del +16,6% su base annua. base, segnando il più grande aumento annuo dei dati che risale al 1998.

Al giorno d'oggi, e il momento clou sarà probabilmente la summenzionata decisione della Federal Reserve e la successiva conferenza stampa del presidente Powell. Dal lato dei dati, abbiamo anche le letture della fiducia dei consumatori francesi e italiani per luglio e la lettura della fiducia dei consumatori GfK della Germania per agosto. Separatamente negli Stati Uniti, ci sono le scorte preliminari all'ingrosso per giugno. Infine, i dati sugli utili di oggi includono Facebook, PayPal, Pfizer, Ford, Thermo Fisher Scientific, McDonald's, Barclays, Qualcomm, Bristol Myers Squibb e Boeing.

Tyler Durden mer, 28/07/2021 – 07:48


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/yqrb6ycw-W0/futures-rebound-chinese-rout-fades-all-eyes-fed in data Wed, 28 Jul 2021 04:48:56 PDT.