I banchieri di Wall Street spingono per i bonus prima di una possibile vittoria di Biden

I banchieri di Wall Street spingono per i bonus prima di una possibile vittoria di Biden Tyler Durden Ven, 18/09/2020 – 06:30

Le grandi aziende di Wall Street potrebbero pagare dei bonus ai dipendenti all'inizio di quest'anno, poiché i dirigenti si stanno preparando per un potenziale scenario in cui Joe Biden diventa presidente e un Senato controllato dai Democratici comporterebbe tasse più alte.

"I dipendenti possono chiedere di ricevere incentivi di fine anno prima della fine del 2020 anziché all'inizio del prossimo anno, quando in genere ricevono i bonus", ha affermato Alan Johnson, presidente di Johnson Associates Inc., una società di consulenza in materia di retribuzione con sede a New York, citato da Bloomberg .

"Sentirete parlare di 'Questa azienda ha fatto questo e quell'azienda ha fatto quello'", ha detto Johnson alle aziende in una conferenza virtuale del settore lunedì. "Non vuoi essere colto di sorpresa."

Una delle principali preoccupazioni per Wall Street se il presidente Trump non dovesse vincere è la possibilità di tasse aziendali più elevate da parte di un'amministrazione Biden. Biden si è impegnato a revocare la legislazione di Trump sul taglio delle tasse, che ha incrementato i profitti aziendali negli ultimi due anni. Se superato, l'importo dei bonus che Wall Street riceve su base annua potrebbe essere notevolmente ridotto dai circa 30 miliardi di dollari accantonati ogni anno. Il piano di Biden prevede anche un aumento delle tasse per i redditi annuali superiori ai $ 400.000, insieme a maggiori tasse sulle plusvalenze.

Johnson ha consigliato alle aziende di prepararsi all'aumento delle tasse indipendentemente da chi vince le elezioni, dato il disperato bisogno di entrate del governo federale a seguito della pandemia di virus. Ha detto che Stati come New York, New Jersey, Connecticut e California hanno già segnalato aumenti delle tasse nell'anno a venire.

"Le aziende in passato hanno accelerato i pagamenti dei bonus in risposta ai cambiamenti nella politica fiscale. Il piano fiscale del presidente Donald Trump, approvato alla fine del 2017, ha limitato l'ammontare delle detrazioni fiscali federali che i lavoratori ad alto reddito potevano richiedere per le loro tasse statali e locali, spingendo alcuni aziende a distribuire bonus prima della fine dell'anno ", ha detto Fred Farkouh, un partner della società di contabilità con sede a New York Farkouh Furman & Faccio LLP.

Farkouh ha aggiunto, "aumentare i pagamenti degli incentivi non avrebbe influenzato le finanze di molte aziende, poiché avrebbero già pianificato di registrare i bonus di fine anno nella loro contabilità per il 2020, anche se si aspettavano di distribuirli nel 2021".

Wall Street sembra si stia preparando per una possibile presidenza Biden. In tal caso, significa che anche un aumento delle tasse sulle società potrebbe provocare un crollo del mercato azionario?

Qualunque cosa accada, le prospettive di tasse più alte potrebbero certamente affondare le scorte prima delle elezioni.


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/t7vq2m82wy4/wall-street-bankers-asking-bonuses-ahead-possible-biden-win in data Fri, 18 Sep 2020 03:30:00 PDT.