Gli Stati Uniti superano 5 milioni di casi di coronavirus, il Brasile supera 3 milioni: aggiornamenti in tempo reale

Gli Stati Uniti superano 5 milioni di casi di coronavirus, il Brasile supera 3 milioni: aggiornamenti in tempo reale Tyler Durden Sab, 08/08/2020 – 20:00

Sommario:

  • Gli Stati Uniti superano 5 milioni di casi
  • Il Brasile supera 3 milioni di casi COVID
  • Casi globali (per JHU): 19.481.330, decessi: 723.599.
  • Il Texas segnala nuovi casi, morti; proroga la dichiarazione di emergenza di marzo
  • Trump firma un ordine esecutivo che proroga il soccorso COVID
  • Il Sudafrica attraversa 10mila morti
  • Gli Stati Uniti riportano un aumento dell'1,2% nei casi confermati
  • L'Arizona segnala 1.054 nuovi casi
  • Le morti negli Stati Uniti raggiungono i 160.000
  • La Florida segnala altri 187 morti, i casi salgono
  • Casi NY top 700
  • I casi di Hong Kong superano i 4.000
  • Il tasso di "R" della Germania raggiunge il massimo in 10 giorni
  • La Danimarca afferma che il maggio chiede ai cittadini di indossare maschere più frequentemente

* * *

Aggiornamento (1945ET): poche ore dopo che il Brasile ha superato una pietra miliare simile, ma molto più piccola, i guru dei dati della Johns Hopkins hanno riferito che il numero di casi confermati negli Stati Uniti ha superato i 5 milioni, il conteggio più alto di qualsiasi paese con un margine di 2 milioni di casi (il prossimo più vicino è il Brasile, con 3 milioni, e l'India, con 2 milioni).

Gli Stati Uniti hanno segnalato il loro milionesimo caso il 28 aprile, più di tre mesi dopo il primo caso. Il paese ha approvato due milioni di casi il 10 giugno, tre milioni il 7 luglio e quattro milioni il 23 luglio.

Il conteggio di un solo giorno ha raggiunto il picco il 16 luglio, con 75.697, e da allora è diminuito lentamente, anche se una seconda ondata ha spinto una manciata di stati della Cintura del Sole duramente colpiti a sperimentare un picco successivo a giugno.

* * *

Aggiornamento (1830ET): il Texas ha riportato 247 morti per COVID-19 da ieri, portando il totale delle morti dello stato a 8.343. Ha anche segnalato 6.959 nuovi casi, portando il totale dello Stato a

I ricoveri sono scesi da 193 a 7872.

Il governatore Greg Abbott ha esteso la dichiarazione di disastro originariamente emessa il 13 marzo. L'ordine mette a disposizione una serie di risorse statali per combattere la pandemia.

"Il rinnovo di questa dichiarazione di disastro fornirà alle comunità le risorse di cui hanno bisogno per rispondere a COVID-19", ha detto Abbott in una dichiarazione. "Esorto i texani a rimanere vigili nella nostra lotta contro questo virus".

Il mondo si avvicina a 20 milioni di casi, di cui 19.781.205 confermati sabato sera, secondo Worldometer (che raggruppa tutti i casi "probabili" e "asintomatici"). JHU ha messo il numero globale a 19.481.330. Le morti globali sono 723.599.

* * *

Aggiornamento (1815ET): il presidente Trump ha firmato un ordine esecutivo che proroga un po 'di sollievo dal coronavirus a famiglie e individui (come il miglioramento dei sussidi di disoccupazione e la moratoria dello sfratto).

Ma questa non è l'unica notizia importante relativa a COVID sabato sera. Un paio di giorni dopo che l'India ha superato il traguardo critico di 2 milioni di casi, il Brasile è diventato il secondo paese (dopo solo gli Stati Uniti) a superare 3 milioni di casi confermati. Ma superare 100.000 morti è altrettanto importante: solo gli Stati Uniti e il Brasile hanno più di 100.000 morti.

Ecco di più sulla situazione del Brasile da Inquirer.net:

La nazione di 210 milioni di persone ha segnalato una media di oltre 1.000 morti giornaliere a causa della pandemia dalla fine di maggio e ne ha segnalate 905 nelle ultime 24 ore.

Il ministero della Salute ha affermato che ci sono state un totale di 3.012.412 infezioni confermate con il nuovo coronavirus: il numero di morti e infezioni è secondo solo agli Stati Uniti. E come in molte nazioni, gli esperti ritengono che entrambi i numeri rappresentino una grave sottostima dovuta a test insufficienti.

In un tributo alle vittime del COVID-19 sabato mattina, il gruppo non governativo Rio de Paz ha piazzato delle croci sulla sabbia della famosa spiaggia di Copacabana sabato e ha rilasciato 1.000 palloncini rossi nel cielo.

“È molto triste. Quei 100.000 rappresentano varie famiglie, amici, genitori, bambini ”, ha detto Marcio do Nascimento Silva, un tassista di 56 anni che ha perso i suoi figli nella pandemia e si è unito al tributo.

“Raggiungiamo quel traguardo (100.000) e molte persone sembrano non vederlo, sia tra il governo che tra il nostro popolo. Non sono solo numeri ma persone. La morte è diventata normale “, ha detto Silva.

Il presidente Jair Bolsonaro – che egli stesso ha riferito di essere stato infettato – è stato un costante scettico sull'impatto della malattia e un sostenitore dell'eliminazione delle restrizioni all'economia che erano state imposte dai governatori statali che cercavano di combatterla. Si è spesso mescolato alla folla, a volte senza maschera.

"Mi dispiace per tutti i morti, sta già raggiungendo il numero 100.000, ma troveremo una via d'uscita", ha detto Bolsonaro in una trasmissione Facebook di giovedì sera.

Sabato il Sudafrica, nel frattempo, ha riportato 301 morti in più per coronavirus, portando il totale a 10.210. Il paese più industrializzato dell'Africa ha segnalato 553.188 casi, il numero maggiore in Africa e il quinto conteggio più alto al mondo.

La California ha segnalato 7.371 nuovi casi sabato, più della media di 14 giorni di 7.171, portando il suo totale in tutto lo stato a 545.787. I decessi sono aumentati di 178 a 10.189, rispetto a un aumento di 142 per il giorno precedente.

* * *

Aggiornamento (1435ET): ora che l'Arizona e la California hanno riportato i loro ultimi numeri (entrambi gli stati hanno registrato un rallentamento continuo nei nuovi casi), JHU e BBG hanno pubblicato la loro prima stima preliminare di nuovi casi negli Stati Uniti nell'ultimo giorno. Con 59.202 nuovi casi aggiunti (+ 1,2%), equivalenti al ritmo medio dell'ultima settimana, sembra che i casi continuino a diminuire, mentre i decessi sono stati nuovamente oltre 1.000.

L'Arizona ha segnalato 1.054 nuovi casi (+ 0,6%), contro una media dello 0,9% nei sette giorni precedenti. Il totale per lo Stato è di 186.107 casi. Sono stati segnalati altri 56 decessi, rispetto ai 78 del giorno precedente. Il tasso di test positivo è stato del 12,5% rispetto al 15,7% del giorno prima.

* * *

È ufficiale: gli Stati Uniti hanno superato 160.000 morti confermate, secondo i dati riportati dalle autorità sanitarie statali e catalogati da Bloomberg, Johns Hopkins e altri fornitori di dati. Secondo BBG & JHU, gli Stati Uniti hanno aggiunto 59.202 nuovi casi (+ 1,2%), alla pari con la media giornaliera dei sette giorni precedenti. Ieri sono stati segnalati 1.256 morti, il quarto giorno consecutivo con più di 1.000, ma meno dei 1.842 segnalati il ​​giorno precedente . L'America ha ora confermato 4.941.635 casi (più altre migliaia registrati come "probabili" e potenzialmente milioni di casi "asintomatici" che non saranno mai documentati) e 161.347 morti (più migliaia che probabilmente non sono stati contati).

Fonte: NYT

Ovviamente, ogni volta che le morti statunitensi superano un numero alto e rotondo, i progressisti escono con i forconi e cercano convenientemente di "ricordare" indottrinare il pubblico a credere che queste morti siano colpa di Trump, e solo sua.

Un giorno dopo che il governatore Andrew Cuomo ha contrastato la tendenza democratica nazionale e dichiarato che le scuole di New York avrebbero potuto riaprire , New York ha segnalato 703 nuovi casi, un aumento dello 0,2%, che è in linea con l'aumento medio delle settimane precedenti (e mesi). Lo stato di diffusione di New York si è più o meno stabilizzato tra i 500 ei 750 casi al giorno, con poche eccezioni. Inoltre, lo stato ha segnalato altri cinque decessi, lo stesso numero del giorno prima. I ricoveri totali nello stato che era stato il centro dell'epidemia negli Stati Uniti sono rimasti bassi, a 573.

In Florida, i funzionari sanitari hanno segnalato 187 morti per COVID-19 sabato, insieme al più alto numero di nuovi casi in un solo giorno in una settimana con 8.502 casi, sebbene la media di 7 giorni per i casi abbia continuato a scendere.

Ora, 8.238 persone sono morte e 526.577 persone sono state infettate dal virus. Il tasso di positività dello stato è diminuito leggermente, ma è rimasto per lo più stabile a 9,9.

Sono stati tre giorni consecutivi di aumento sia dei casi di COVID-19 che dei decessi poiché entrambi sembrano riprendersi dopo l'uragano (anche se dubitiamo sinceramente che il tour dell'uragano abbia impedito alle persone di soccombere al virus).

La Florida ha riportato un record di 257 morti il ​​31 luglio, quando l'epidemia di stato sembrava aver raggiunto il picco.

Mentre attendiamo i dati sui casi e sui decessi dal resto degli Stati Uniti, ecco cos'altro sta accadendo nelle notizie di COVID-19 in tutto il mondo.

Sabato il ministero della Sanità vietnamita ha segnalato 21 nuovi casi, di cui 20 erano collegati alla città costiera di Danang, e un caso è stato importato. Dopo un lungo periodo senza infezioni e morti, il Paese ha confermato 353 infezioni legate all'epidemia di Danang del 25 luglio. Il Vietnam ha un totale di 810 casi con 10 morti.

In mezzo a una raffica ininterrotta di notizie sui vaccini provenienti da Stati Uniti, Europa, Cina e Russia, CanSino Biologics, con sede a Tianjin, uno dei progetti di vaccini cinesi più seguiti (in Occidente e Cina). La società ha dichiarato sabato che potrebbe testare il suo vaccino contro il coronavirus su donne in gravidanza per studiarne la capacità di proteggere i gruppi più vulnerabili al virus. L'azienda cinese, che è stata la prima al mondo ad avviare test umani di vaccini contro il virus a marzo, "potrebbe includere donne incinte e esaminare la capacità del colpo di proteggere" i giovani durante i futuri test clinici, ha detto il fondatore di CanSino Yu Xuefeng durante un webinar ospitato da Hillhouse Capital sabato.

Altri segni di rallentamento in Iran dopo i decessi e i casi sono aumentati nell'ultima ondata del paese: i decessi in un giorno sono scesi al minimo in sei settimane con 132, con il numero di nuovi casi al minimo mensile di 2.125. L'Iran ha ora 18.264 morti confermate e 324.692 infezioni, con molti, molti di più sospettati di entrambi.

Il Belgio, che è emerso come un punto caldo nella nascente "seconda ondata" europea, ha dichiarato sabato che sono state rilevate 768 infezioni in più, dopo le 858 del giorno prima. Sono stati segnalati altri cinque decessi, portando il numero totale di vittime a 9.866.

Hong Kong ha segnalato 69 nuovi casi sabato, spingendo il suo totale a nord di 4.000. L'Indonesia ha registrato 2.277 nuove infezioni, aumentando il suo conteggio sopra 123.500.

Nel frattempo, in Danimarca, dove il comitato di esperti del paese che guidano la sua risposta non è d'accordo sull'efficacia delle maschere, ha affermato che il paese probabilmente non riaprirà i locali notturni – come aveva pianificato – a causa di un aumento dei casi. Il primo ministro Mette Frederiksen ha detto che i danesi potrebbero anche doversi abituare a indossare maschere facciali in pubblico (al momento, non sono obbligatorie, anche se ai danesi viene chiesto di indossarle sui mezzi pubblici).

A partire da sabato, la Germania metterà alla prova tutti i viaggiatori di ritorno poiché venerdì il valore "R" del paese sale a 1,16, il livello più alto in una settimana e mezza.

Ecco come stanno progredendo i peggiori focolai nel mondo, secondo JHU:


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/c-T3DuuUgkE/florida-cases-fatalities-bounce-back-after-hurricane-us-deaths-top-160000-live-upates in data Sat, 08 Aug 2020 17:00:09 PDT.