Divorando il proprio: quanti a sinistra hanno favorito il movimento violento che ora si ribella in tutto il paese?

Divorando il proprio: quanti a sinistra hanno favorito il movimento violento che ora si ribella in tutto il paese? Tyler Durden Ven, 06/05/2020 – 18:40

Autore di Jonathan Turley,

Il procuratore generale Bill Barr ha riconosciuto ieri che esiste una "mescolanza di streghe" di gruppi che promuovono violazioni, tra cui un gruppo anarchico di destra. Gli anarchici di sinistra o di destra sono opportunisti che colpiranno in qualsiasi momento i disordini per cercare la rottura dell'ordine. Tuttavia, la polizia sta segnalando un alto numero di membri dell'Antifa e anarchici arrestati in vari stati. Questi sono gruppi che sono fin troppo familiari ad alcuni di noi nel college e nel campus universitario. Mentre mi sono opposto agli sforzi per dichiarare Antifa un'organizzazione terroristica , il ruolo di tutti questi gruppi nella recente violenza dovrebbe essere una storia di ammonimento per accademici e politici, nella tolleranza mostrata per tali movimenti linguistici anti-liberi.

Ian Fleming lamentava notoriamente che la storia spesso si muove così rapidamente che "eroi e cattivi continuano a cambiare parti". I nostri media e politici stanno affrontando lo stesso problema oggi, a seguito dell'uccisione di George Floyd. Mentre la rivolta e il saccheggio continuano in tutto il paese, la domanda è: chi è la colpa per il caos. Alla fine, la risposta è stata sorprendentemente familiare e comprensiva. Forse dietro c'erano suprematisti bianchi . Forse i russi lo erano. Potrebbe essere chiunque tranne le persone nelle comunità in rivolta o, peggio ancora, i gruppi leonizzati o tollerati dalla sinistra.

Mentre la maggior parte dei manifestanti è rimasta pacifica, la narrazione si è rapidamente spostata in modo clamorosamente fuori sincrono con le immagini di edifici in fiamme sullo sfondo. Sebbene il conduttore dello show “Today” Craig Melvin abbia twittato una guida per non riferirsi a loro come rivoltosi ma piuttosto come manifestanti, quella narrativa da allora è fallita. In effetti, i notiziari hanno riferito che gli "estranei" hanno alimentato le rivolte e che la distruzione potrebbe essere opera di gruppi nefasti di suprematisti bianchi o russi.

Il governatore del Minnesota Tim Walz e altri funzionari hanno affermato che la maggioranza degli arrestati erano estranei . Walz ha stimato la cifra all'80%. Il presidente della National Urban League Marc Morial ha suscitato lo sdegno in un'intervista via cavo. Ha chiesto un'indagine per confermare "se si tratta di suprematisti bianchi, se sono russi, se sono altri attori stranieri che hanno cercato di sfruttare il dolore e sfruttare proteste legittime".

Era manifestamente plausibile suggerire che la rivolta fosse opera di suprematisti bianchi o russi. I dati sugli arresti hanno mostrato che la maggior parte degli arrestati a Minneapolis proveniva dalla città. Le quattro persone arrestate a New York in attacchi con bombardamenti antincendio erano tutti residenti statali. Il problema è che i colpevoli più ovvi sono fin troppo familiari. Un movimento di anarchici, antifascisti e gruppi di estrema sinistra sta costruendo da anni, con violenze da Washington a Berkeley. Il più importante è l'antifa, ma ci sono anche gruppi come By All Means Necessario con storie simili.

Questo è un ampio movimento, non un gruppo, che rende la designazione suggerita dal presidente Trump di antifa come un'organizzazione terroristica sia costituzionalmente che praticamente dubbia. Tuttavia, il crescente movimento antifascista ha attaccato per anni oratori conservatori ed eventi, con molta meno attenzione mediatica di quanto ricevano le loro controparti di destra. Proprio come molti critici hanno accusato Trump di non aver fatto abbastanza per denunciare gruppi di estrema destra, molti leader democratici sono stati notevolmente silenziosi nel denunciare questi gruppi antifascisti.

In effetti, quando il procuratore generale William Barr osservò correttamente che la rivolta mostra "tattiche simili all'antifa", i politici e le figure dei media si oppongono entrambi al suggerimento, invece di accettare il suprematista bianco o l'opzione russa. Nonostante le notizie di arrestati seguaci di antifa e anarchici, il corrispondente della Casa Bianca Yamiche Alcindor ha obiettato che "non c'erano prove" di alcuna attività scatenata dagli anarchici.

Antifa, di tutti i mezzi necessari, e altri gruppi militanti o anarchici hanno distrutto le università in tutto il paese, incluso il mio, per anni. Hanno trovato molti alleati politici e accademici. Il professor Mark Bray di Dartmouth ha scritto un libro sull'antifa, definendo il movimento impegnato nel silenziamento degli avversari e nel rifiuto dei concetti classici di libertà di parola. Da allora il movimento ha trovato un'accettazione aperta o passiva con molti della sinistra accademica. In tutta onestà, tuttavia, molti politici democratici hanno denunciato attacchi violenti passati.

Eppure, nonostante la sua storia violenta, alcuni leader democratici sono stati abilitanti o veri sostenitori del movimento antifa, insistendo sul fatto che tali gruppi non possono essere paragonati a gruppi di estrema destra.

Mentre criticava i membri dell'antifa tre anni fa, la portavoce Nancy Pelosi ha insistito sul fatto che il gruppo "è stato lì per sempre" e che "alcune persone potrebbero essersi infiltrate". Questo non è stato visto come il suo momento a Charlottesville nel sostenere che ci sono "persone molto belle" nell'antifa. Secondo l'opinione comune, gli antifascisti sono per definizione migliori dei fascisti.

Altri leader democratici sono stati molto più diretti nel loro sostegno, incluso l'ex vicepresidente del Partito Democratico, il rappresentante Keith Ellison. Sebbene la Germania abbia vietato un sito Web antifa, Ellison ha posato con il manuale antifa per mostrare supporto in una libreria di Minneapolis e ha detto che avrebbe "colpito la paura nel cuore" di Trump.

Ellison, ora procuratore generale dello stato del Minnesota, questa settimana è stato sotto tiro per aver detto ai manifestanti che non avrebbero dovuto attaccare la Guardia Nazionale per le strade o "reagire a loro nel modo in cui si potrebbe reagire al dipartimento di polizia di Minneapolis. Il loro compito è di provare a riportare la pace e la calma ”. Suo figlio Jeremiah Ellison, membro del consiglio comunale di Minneapolis, dichiarò sostegno all'antifa anche quando la città subì rivolte e saccheggi.

Nel frattempo, una certa copertura mediatica ha la sgradevole sensazione di un nuovo tipo di teoria della collusione in Russia. Susan Rice, ex consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Obama, ha affermato di sospettare che la Russia sia alla base dello sforzo "di dirottare quelle proteste e trasformarle in qualcosa di molto diverso" e che "questo è proprio fuori dal playbook russo".

È probabile che attori razzisti o stranieri cercheranno di sfruttare i disordini su Internet. Lo stesso era vero, su larga scala, con interferenze russe nelle elezioni del 2016. Mentre la maggior parte di noi ha denunciato tale interferenza russa, non è mai plausibile che il lavoro di una dozzina di troll di Internet a San Pietroburgo o di una dozzina di hacker militari a Mosca abbia avuto un impatto misurabile, e tanto meno significativo, sull'esito delle elezioni.

Lo stesso vale per queste proteste. La rivolta è iniziata a causa della rabbia radicata e legittima della brutalità della polizia e della tragica morte di Floyd. I giovani e gli altri non si sono precipitati in strada perché hanno letto un post di alcuni skinhead sul sito Web di Stormfront. Eppure i riferimenti ai suprematisti bianchi o ai russi sono continuati anche quando sono state filtrate notizie di antifa e anarchici arrestati in varie città.

Alcuni politici in passato hanno cercato di attingere al movimento antifascista. Altri hanno completamente evitato di denunciare il gruppo. Dopotutto, per anni, il movimento ha minacciato o attaccato i conservatori. Non sono stati trattati come un elemento esterno ma piuttosto come questo movimento di base indignato da Trump e dalle sue politiche. Tuttavia, le stesse tattiche e probabilmente alcune delle stesse persone stanno ora bruciando edifici e automobili, attaccando agenti di polizia e imprenditori e distruggendo proprietà in tutto il paese. Ecco perché, durante la Rivoluzione francese, il giornalista Jacques Mallet Pan ha avvertito: "Come Saturno, la rivoluzione divora i suoi figli".


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/hW2mdeGL1io/devouring-its-own-how-many-left-fostered-violent-movement-now-rioting-across-country in data Fri, 05 Jun 2020 15:40:00 PDT.