Dimon di JP Morgan afferma che il boom economico potrebbe giustificare le valutazioni “elevate” delle azioni durando fino al 2023

Dimon di JP Morgan afferma che il boom economico potrebbe giustificare le valutazioni "elevate" delle azioni durando fino al 2023

Mentre la sua banca cerca di scaricare grandi blocchi di proprietà immobiliari a Manhattan , il CEO di JPMorgan Jamie Dimon ha proclamato nella sua ultima lettera annuale agli azionisti, pubblicata mercoledì mattina, che l'espansione economica negli Stati Uniti potrebbe durare fino al 2023, il che giustificherebbe elevate valutazioni azionarie che di recente ha spinto l'S & P 500 a nord del 4K.

E l'amministratore delegato che una volta ha chiesto agli Stati Uniti di aumentare le tasse sui ricchi e di adottare politiche più esplicitamente socialiste per espandere l'accesso all'istruzione superiore, all'alloggio e all'assistenza all'infanzia, ha elogiato la risposta del governo federale alla crisi economica causata dalla pandemia COVID. I consumatori che ora sono pieni di risparmi aiuteranno a guidare un boom economico, ha scritto Dimon nella sua missiva di 34.000 parole.

"Ho pochi dubbi sul fatto che con un eccesso di risparmi, nuovi risparmi stimolati, un enorme disavanzo di spesa, più QE, un nuovo potenziale progetto di legge sulle infrastrutture, un vaccino di successo ed euforia intorno alla fine della pandemia, l'economia degli Stati Uniti probabilmente esploderà", ha detto Dimon. "Questo boom potrebbe facilmente verificarsi nel 2023 perché tutta la spesa potrebbe estendersi fino al 2023".

"Ci vorranno anni per accertare la qualità della spesa del governo, ha detto Dimon, ma non ha dubbi sul fatto che" speso con saggezza, creerà maggiori opportunità economiche per tutti ", ha detto.

Sebbene le valutazioni delle azioni siano già "piuttosto elevate", Dimon sostiene un boom pluriennale che può aiutare a giustificare i livelli attuali, perché i mercati stanno scontando la crescita economica e gli eccessi di risparmio che potrebbero presto essere riversati sul mercato.

Dimon, che ha costruito la banca più grande e redditizia negli Stati Uniti, ha avvertito gli azionisti del suo settore che il disagio causato dalla grande tecnologia era finalmente arrivato, poiché i prestatori ombra hanno guadagnato terreno, con il vantaggio di non essere vincolati da rigidi requisiti di capitale che hanno costretto le grandi banche tenere più capitale in riserva.

"Le banche hanno enormi minacce competitive, praticamente da ogni angolazione", ha detto Dimon. "Fintech e Big Tech sono qui … alla grande!"

Facendo eco a Jerome Powell e ad altri alti funzionari della Fed, Dimon ha offerto un riferimento indiretto a "schiuma e speculazione" nel mercato, ma non ha indicato alcuna area specifica che vedeva come una minaccia. Ha anche offerto alcune riflessioni sui rendimenti e sulle prospettive di inflazione che, a differenza dei commenti di Jerome Powell, hanno sollevato la possibilità che l'aumento dell'inflazione potrebbe essere più che "transitorio".

"Al contrario, in questo scenario di boom è difficile giustificare il prezzo del debito degli Stati Uniti (la maggior parte delle persone considera l'obbligazione a 10 anni come il punto di riferimento chiave per il debito degli Stati Uniti)", ha detto Dimon. "Ciò è dovuto a due fattori: in primo luogo, l'enorme offerta di debito che deve essere assorbita e, in secondo luogo, la possibilità non irragionevole che un aumento dell'inflazione non sia solo temporaneo".

Parlando della spesa pubblica, Dimon ha scritto sulla necessità di una maggiore spesa per le infrastrutture circa una settimana dopo che il presidente Biden ha presentato il suo ampio piano infrastrutturale a Pittsburgh la scorsa settimana.

"Dobbiamo investire adeguatamente, su base continuativa, nella modernizzazione delle infrastrutture", ha scritto Dimon. "Praticamente tutti concordano sul fatto che abbiamo svolto un lavoro terribilmente inadeguato investendo nelle nostre infrastrutture, dalle autostrade, ai porti e ai sistemi idrici alla modernizzazione degli aeroporti e ad altri progetti. Uno studio ha esaminato l'effetto di infrastrutture carenti sull'efficienza (ad esempio, autostrade mal costruite, congestionate aeroporti con sistemi di controllo del traffico aereo antiquati, reti elettriche obsolete e vecchie condutture dell'acqua) e abbiamo concluso che tutto questo potrebbe costarci centinaia di miliardi di dollari all'anno ".

Tuttavia, mentre Dimon ha affermato di essere ottimista sul futuro degli Stati Uniti, rimangono alcune sfide, inclusa la nostra società sempre più polarizzata. In chiusura, ha scritto: "Anche se ho una fede profonda e costante negli Stati Uniti d'America e nella loro straordinaria capacità di recupero e capacità, non abbiamo un diritto divino al successo. Le nostre sfide sono significative e non dovremmo presumere che lo faranno. prendersi cura di se stessi. Facciamo tutti il ​​possibile per rafforzare la nostra eccezionale unione ".

Anche il populismo politico, un lamento comune per Dimon, è stato criticato.

"Gli americani sanno che qualcosa è andato terribilmente storto e incolpano la leadership di questo paese: l'élite, i potenti, i decisori – nel governo, negli affari e nella società civile", ha scritto. "Questo è del tutto appropriato, perché chi altri dovrebbe prendersi la colpa?" Questo alimenta il populismo a destra ea sinistra, ha detto. "Ma il populismo non è una politica, e non possiamo lasciarlo guidare un altro giro di scarsa pianificazione e cattiva leadership che semplicemente peggioreranno la situazione del nostro paese".

La lunga lettera ha toccato molti bugbear politici perenni come la necessità di "politiche di immigrazione adeguate" – cioè rendere più facile per le aziende tecnologiche e altri assumere manodopera qualificata dall'estero – mentre il CEO ha anche scritto che "anche gli alloggi a prezzi accessibili rimangono fuori dalla portata molti americani ". A un certo punto, Dimon ha offerto una difesa dello status del dollaro come valuta di riserva mondiale, sostenendo che lo yuan cinese non è "completamente convertibile" come la sua controparte americana.

Il paese alla fine ha bisogno di "andare oltre le nostre differenze e interessi personali e agire per il bene comune", ha detto Dimon. "La buona notizia è che questo è risolvibile."

Ovviamente, un forte rimbalzo economico è positivo per JP Morgan, e la certezza della minaccia rappresentata da Big Tech potrebbe aiutare il CEO a spingere per una minore regolamentazione anche sotto un'amministrazione democratica. Dimon sta ancora una volta parlando del suo libro?

Tyler Durden Mercoledì, 04/07/2021 – 06:38


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/FRi2R-9MO94/jp-morgans-dimon-says-economic-boom-could-justify-lofty-stock-valuations-lasting-through in data Wed, 07 Apr 2021 03:38:52 PDT.