Crollo dei futures, crollo delle azioni tecnologiche europee in mezzo a casi di virus in aumento, timori commerciali di reflazione

Crollo dei futures, crollo delle azioni tecnologiche europee in mezzo a casi di virus in aumento, timori commerciali di reflazione Tyler Durden Lun, 26/10/2020 – 08:08

I futures sulle azioni statunitensi, i titoli tecnologici europei e le azioni globali sono stati duramente colpiti lunedì dall'aumento dei casi di coronavirus in Europa (durante il fine settimana, la Spagna ha annunciato un coprifuoco nazionale) e gli Stati Uniti hanno offuscato le prospettive economiche globali, mentre le probabilità di una "onda blu" cadono " secondo lo scommettitore online PredictIt ha suscitato nuovi dubbi nel commercio di reflazione; nel frattempo i leader cinesi si incontrano per riflettere sul futuro della seconda economia mondiale. I futures Emini sono scesi dell'1,1% all'inizio degli scambi di lunedì.

Boeing ha perso l'1,3% nel commercio pre-mercato dopo che la Cina ha annunciato che imporrà sanzioni non specificate all'unità di difesa di Boeing, Lockheed Martin e Raytheon dopo che la scorsa settimana gli Stati Uniti hanno approvato 1,8 miliardi di dollari di vendite di armi a Taiwan.

Anche se ormai è abbastanza chiaro che nessun accordo è in arrivo prima delle elezioni, alcuni trader sono rimasti concentrati sulla prospettiva di un pacchetto di aiuti economici statunitensi, anche se il tempo stringe per concludere un accordo entro le elezioni di novembre dopo mesi di discussioni. La presidente della Camera Nancy Pelosi ha affermato che l'onere è del presidente Donald Trump di portare avanti i colloqui di stimolo, mentre il segretario al Tesoro Steven Mnuchin ha affermato che ci sono stati progressi significativi, ma ha incolpato Pelosi per aver mantenuto un accordo.

"L'attuale stato d'animo del mercato è energico e poco impegnativo", ha affermato Peter Rosenstreich, responsabile della strategia di mercato presso Swissquote Bank SA. "La preoccupazione per la pandemia di Covid-19 e lo stimolo fiscale degli Stati Uniti sta dominando il mercato. Tutti parlano dell'onda blu, ma dietro le quinte 'e se il 2016 si ripetesse?' sta mantenendo gli investitori cauti ".

Sul fronte covid, gli Stati Uniti hanno registrato il numero più alto di nuovi casi di COVID-19 negli ultimi due giorni, mentre la Francia ha anche stabilito i record dei casi e la Spagna ha annunciato lo stato di emergenza. Il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità ha detto che alcuni paesi dell'emisfero settentrionale stanno affrontando un "momento pericoloso" dopo che le infezioni statunitensi hanno raggiunto il record per il secondo giorno. I paesi europei stanno anche rafforzando le restrizioni sugli affari. La Spagna ha annunciato un coprifuoco a livello nazionale e l'Italia ha introdotto le misure più forti da maggio. Ciò combinato con l'assenza di progressi evidenti su un pacchetto di stimolo statunitense e la cautela in vista delle elezioni per trascinare l'indice azionario mondiale MSCI in ribasso dello 0,2%.

"La diminuzione della probabilità di uno stimolo fiscale negli Stati Uniti prima delle elezioni, forse anche prima della fine dell'anno, così come il peggioramento del numero di virus e l'aumento delle misure di blocco sembrano tutti brillare di quella che era una visione del mercato piuttosto compiacente delle prospettive", ha affermato James Athey, direttore degli investimenti presso Aberdeen Standard Investments.

In Europa, l'Euro STOXX 600 ha perso lo 0,8%, considerato dall'indice europeo Stoxx Tech, che è sceso fino al 6,3%, la sua più grande perdita in un giorno da marzo, poiché il taglio delle prospettive di SAP pesa sui titoli dei software e dei servizi IT.

Le azioni di SAP, che rappresenta oltre il 20% dell'indice, sono crollate fino al 21%, il suo peggior giorno dal gennaio 1999 dopo che la società di software ha tagliato le previsioni per il 2020 affermando che la pandemia danneggerà gli affari fino alla metà del 2021. Gli analisti hanno visto questo come un segno che una ripresa dalla debolezza indotta dalla pandemia era stata probabilmente eliminata e sono rimasti particolarmente delusi dal fatto che SAP abbia spinto la tempistica per i suoi obiettivi a medio termine al 2025 dal 2023, con obiettivi inferiori alle aspettative.

Il crollo delle azioni SAP ha trascinato l'indice DAX tedesco fino al 2,7% al minimo di tre mesi. L'indice delle blue chip di Milano è sceso dell'1,2% poiché i nuovi cordoli sulle sedi pubbliche hanno oscurato la notizia positiva di venerdì secondo cui l'agenzia di rating S&P Global ha aggiornato l'outlook sovrano della nazione da stabile da negativo. Bayer AG è salita del 2,8% dopo aver accettato di acquistare la società biotech statunitense Asklepios BioPharmaceutical Inc. per ben 4 miliardi di dollari, rafforzando la sua divisione farmaceutica con terapie geniche sperimentali prima della scadenza dei brevetti su alcuni farmaci chiave.

A non aiutare il cupo umore europeo sono stati gli ultimi dati IFO tedeschi la cui componente delle aspettative è arrivata a 95,0, al di sotto del 96,0 previsto e in calo dal 97,7 del mese scorso, suscitando timori di un doppio calo per la più grande economia europea.

All'inizio della sessione, le azioni asiatiche sono scese con l'indice MSCI delle azioni Asia-Pacifico al di fuori del Giappone in calo dello 0,2%. Il Nikkei giapponese ha chiuso in ribasso dell'1% e l'indice principale della Corea del Sud ha perso lo 0,7%. Le blue chip cinesi hanno perso lo 0,6% mentre i leader del paese si sono incontrati per tracciare il corso economico della nazione per il 2021-2025, bilanciando la crescita con le riforme in un contesto globale incerto e le tensioni inasprite con gli Stati Uniti.

Per quanto riguarda i tassi, poiché i mercati valutano sempre più la probabilità di un presidente e un Congresso democratici e il conseguente aumento della spesa pubblica e dei prestiti, i rendimenti del Tesoro USA a 10 anni hanno raggiunto il loro massimo dall'inizio di giugno della scorsa settimana allo 0,8720%. Tuttavia, lunedì l'umore di rischio ha spinto i rendimenti a 10 anni fino allo 0,81%. I titoli del Tesoro hanno sovraperformato all'inizio della sessione europea, sovraperformando bund e gilt mentre i futures sulle azioni statunitensi sono scesi dai livelli di venerdì. I rendimenti sono scesi di 0,5 punti base a 3 punti base lungo la curva in una mossa di appiattimento rialzista, restringendo 2s10, 5s30s di 2,1bp e 1bp; Rendimenti a 10 anni di circa lo 0,813% sovraperformando i bund di ~ 4 punti base e i gilt di 2,5 punti base. Le obbligazioni italiane hanno sovraperformato nella sessione europea dopo che venerdì la revisione dell'outlook di S&P è stabile: il rendimento del benchmark a 10 anni è sceso di 9 punti base allo 0,68% e lo spread sui titoli tedeschi si è ridotto a 126 bps.

"Abbiamo aumentato la probabilità di uno sweep democratico, già il nostro caso base, dal 40% a poco più del 50% e abbiamo aumentato le nostre aspettative di vittoria di Biden dal 65% al ​​75%", hanno detto in una nota gli analisti di NatWest Markets. "Vediamo curve dei rendimenti statunitensi più ripide e un USD più debole come probabile prevalga nel nostro caso di base".

In FX, il punto di forza è stato la lira turca che per la prima volta si è indebolita a 8 per dollaro per la prima volta. La banca centrale del paese ha scosso gli investitori la scorsa settimana mantenendo inaspettatamente i tassi in attesa, ei rischi geopolitici hanno indebolito l'interesse per le attività turche.

Altrove, i casi di coronavirus in aumento hanno inviato gli investitori alla sicurezza del dollaro dopo che è caduto ampiamente la scorsa settimana; di conseguenza, il dollaro è salito contro la maggior parte dei paesi del G-10, poiché le prospettive in calo per un accordo di stimolo negli Stati Uniti a breve termine e l'aumento delle infezioni da coronavirus hanno alimentato le offerte di rifugio. L'euro ha esteso il calo della sessione asiatica all'inizio del commercio europeo, chiudendo a $ 1,18; i bund aumentano sulla domanda di rifugi mentre l'aumento dei casi di coronavirus fa scendere le scorte. Il dollaro canadese e la corona norvegese hanno guidato il calo tra le valute del Gruppo di 10 a causa del calo dei prezzi del petrolio. La sterlina ha oscillato tra perdite e guadagni sulla scia di un dollaro ampiamente più forte mescolato a segnali positivi emersi dai negoziati sulla Brexit, con il governo del Regno Unito che indicava ottimismo sulla firma di un accordo. I colloqui commerciali tra la Gran Bretagna e l'Unione europea continueranno a Londra fino alla metà di questa settimana.

Nelle materie prime, l'oro è rimasto invariato appena sopra i 1.900 dollari. I prezzi del petrolio hanno aumentato le perdite della scorsa settimana poiché la prospettiva di un aumento dell'offerta e di nuove infezioni da coronavirus preoccupava gli investitori. Il greggio Brent è sceso del 3% a 40,52 $ al barile. Gli Stati Uniti West Texas Intermediate (WTI) sono scesi del 3,2% a $ 38,57.

Guardando al futuro, troviamo una settimana fitta per le decisioni di politica monetaria, le banche centrali del Canada e del Giappone dovrebbero tenere il fuoco per ora, mentre il mercato presume che la Banca centrale europea suonerà cauta sull'inflazione e sulla crescita anche se salterà un ulteriore allentamento. I dati in uscita giovedì dovrebbero mostrare un rimbalzo record del 31,9% guidato dai consumatori della produzione economica statunitense nel terzo trimestre, dopo il crollo storico del secondo trimestre. Gli analisti di Westpac hanno notato che un tale rimbalzo lascerebbe comunque il PIL del 2020 circa il 4% inferiore a quello dell'anno scorso, con gli investimenti delle imprese ancora in forte ritardo.

Istantanea del mercato

  • I futures S&P 500 in calo dell'1,1% a 3.415,50
  • STOXX Europe 600 in calo dell'1,1% a 358,60
  • MXAP in calo dello 0,3% a 175,62
  • MXAPJ in calo dello 0,2% a 583,81
  • Nikkei in calo dello 0,09% a 23.494,34
  • Topix in calo dello 0,4% a 1.618,98
  • Indice Hang Seng in rialzo dello 0,5% a 24.918,78
  • Shanghai Composite in calo dello 0,8% a 3.251,12
  • Sensex è sceso dell'1,7% a 39.991,53
  • Australia S & P / ASX 200 in calo dello 0,2% a 6.155,63
  • Kospi è sceso dello 0,7% a 2.343,91
  • Il rendimento tedesco a 10 anni è sceso di 1,0 pb a -0,584%
  • Euro in calo dello 0,3% a $ 1,1823
  • Il rendimento italiano a 10 anni è sceso di 4,5 punti base allo 0,555%
  • Il rendimento a 10 anni spagnolo è sceso di 3,1 punti base allo 0,164%
  • Future sul Brent in calo del 2,9% a $ 40,58 / barile
  • Spot dell'oro in calo dello 0,3% a $ 1.897,06
  • Indice del dollaro USA in rialzo dello 0,2% a 92,99

Le migliori notizie notturne da Bloomberg

  • I commercianti di tassi stanno iniziando a mettere in dubbio la grande posizione corta accumulata nei titoli del Tesoro a lunga scadenza sull'aspettativa di uno sweep democratico nelle elezioni statunitensi del prossimo mese. Nel mercato delle opzioni sui future del Tesoro, la scorsa settimana sono emerse operazioni che scommettono contro un balzo della volatilità o un importante breakout dei rendimenti verso la fine dell'anno
  • L'indice del clima aziendale dell'Istituto tedesco Ifo è sceso per la prima volta in sei mesi, proprio mentre le infezioni da coronavirus nel paese hanno raggiunto nuovi record. La lettura di 92,7 in ottobre era inferiore alla previsione mediana degli economisti in un sondaggio di Bloomberg, e si confronta con 93,2 del mese precedente. Anche un indicatore delle aspettative è peggiorato
  • La Cina imporrà sanzioni non specificate all'unità di difesa di Boeing Co., Lockheed Martin Corp. e Raytheon Technologies Corp. dopo che la scorsa settimana gli Stati Uniti hanno approvato 1,8 miliardi di dollari di vendite di armi a Taiwan. Le sanzioni saranno imposte "al fine di sostenere gli interessi nazionali", ha detto ai giornalisti lunedì a Pechino il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian.
  • La presidente della Camera, Nancy Pelosi, ha dichiarato di essere in attesa di un'altra controfferta lunedì dal segretario al Tesoro Steven Mnuchin, poiché lei e il capo del personale della Casa Bianca Mark Meadows si sono accusati a vicenda di "spostare i pali" nei negoziati
  • Amy Coney Barrett è al culmine della conferma, con il Senato pronto a votare lunedì sera per elevarla alla Corte Suprema una settimana prima delle elezioni presidenziali e creare una maggioranza conservatrice 6-3 in tribunale
  • Gli investitori che si chiedono come la Cina abbia intenzione di far evolvere i propri mercati finanziari nei prossimi anni non devono guardare oltre il commento del Vertice del Bund del fine settimana a Shanghai come guida. Il governatore della PBOC Yi Gang ha affermato che la promozione di un uso più ampio dello yuan continuerà insieme all'apertura dei mercati finanziari
  • L'Europa ha fatto un passo avanti verso le rigide restrizioni imposte durante l'ondata iniziale della pandemia di coronavirus mentre i leader lottano per riprendere il controllo della diffusione
  • La Libia è pronta a riavviare l'ultimo dei suoi maggiori giacimenti petroliferi dopo un cessate il fuoco nella sua guerra civile, una pietra miliare per il membro dell'OPEC che è stato in gran parte offline da gennaio

Un rapido sguardo ai mercati globali per gentile concessione di NewsSquawk

I mercati azionari asiatici hanno iniziato la settimana poco brillante ei futures sulle azioni statunitensi sono stati messi sotto pressione con la propensione al rischio contenuta dal deterioramento della situazione COVID-19 in Europa dopo che Francia e Italia hanno riportato picchi record di infezioni quotidiane , che hanno spinto l'Italia ad annunciare restrizioni più severe e anche la Spagna ha dichiarato uno stato di emergenza, così come un coprifuoco a livello nazionale. ASX 200 (-0,2%) è stato inizialmente sostenuto dalle notizie di M&A, incluso un approccio da parte di Coca-Cola European Partners per acquisire Coca-Cola Amatil che ha visto le azioni di quest'ultima aumentare di oltre il 15% e Link Administration ha ricevuto una proposta di acquisizione rivista, sebbene i guadagni dell'indice sono stati alla fine compensati dalla debolezza nei settori legati alle materie prime e dai finanziari in ripresa dopo che Westpac ha segnato un calo di 1,2 miliardi di AUD sugli utili del secondo semestre. Il Nikkei 225 (-0,1%) è stato indeciso con l'azione dei prezzi instabile intorno al livello di 23.500 in una valuta mista e il KOSPI (-0,7%) non è riuscito a mantenere i guadagni di apertura in assenza di un seguito significativo al primo nostalgico rialzo in Samsung Group condivide dopo la morte del suo presidente Lee Kun-hee. Shanghai Comp. (-0,8%) è stata la peggiore performance in mezzo alla debolezza legata alle materie prime, con la domanda attenuata anche dall'assenza di partecipanti di Hong Kong a causa di una chiusura festiva e dei tentativi mentre la Cina inizia il suo plenum di 4 giorni in cui i politici elaboreranno i dettagli del prossimo Piano quinquennale. Infine, i JGB a 10 anni sono stati scambiati al rialzo mentre hanno fatto le spalle al punto focale di 152,00 con il supporto fornito dall'umore cauto e con la BoJ sul mercato per un totale di 920 miliardi di JPY di JGB.

Notizie principali asiatiche

  • Amazon si prepara a confrontarsi con Ambani per il dominio della vendita al dettaglio in India
  • La lira si indebolisce oltre l'8 per dollaro mentre si approfondisce la rotta valutaria
  • Hyundai Motor registra una perdita sui costi per problemi al motore; Aumento delle vendite
  • L'Australia si unisce a Global IPO Mania con il miglior mese nel 2020

Le azioni europee (Eurostoxx 50-1,5%) hanno aperto la settimana con pesanti perdite mentre la regione deve affrontare il deterioramento della situazione COVID-19 in Europa dopo che Francia e Italia hanno riportato picchi record di infezioni giornaliere, che hanno spinto l'Italia ad annunciare restrizioni più severe mentre la Spagna ha dichiarato lo stato di emergenza e il coprifuoco a livello nazionale. Il DAX tedesco (-2%) è il ritardatario in Europa tra le perdite in SAP (-18,3%) che hanno una ponderazione del 10,2% nell'indice. Le perdite per il peso massimo tecnologico tedesco hanno seguito gli utili del terzo trimestre in cui la società ha registrato un calo dei ricavi e dei profitti operativi, ha tagliato le previsioni per il 2020 e ha rimosso la sua previsione di un'espansione della redditività nel medio termine. In quanto tale, il settore tecnologico dello Stoxx 600 (in cui ha una ponderazione del 24%) è chiaramente il ritardatario in Europa. Altrove da un punto di vista settoriale, i nomi dell'assistenza sanitaria sono in controtendenza e sono modestamente più solidi nella sessione con AstraZeneca (+ 1,0%) condivisioni supportate dalla notizia che il suo vaccino COVID-19 si dice abbia innescato anticorpi protettivi e cellule T nel anziani secondo i primi risultati che offrono speranza ai più vulnerabili. Il rialzo di AstraZeneca, alleato dei guadagni delle banche britanniche (Natwest + 1,1%, HSBC + 0,5%, Lloyds + 0,4%, Barclays + 0,5%) ha contribuito ad arginare le perdite nel FTSE 100 (-0,2%) con il supporto visto per il settore bancario nazionale sulla scia dei rapporti che notano che i regolatori britannici stiano valutando i piani per consentire alle banche di iniziare a pagare i dividendi di nuovo l'anno prossimo. Al contrario, nell'Eurozona, i regolatori che in precedenza erano favorevoli alla revoca dell'attuale divieto sui dividendi sarebbero ora più preoccupati e guardano ai limiti dei dividendi come un compromesso. In termini di attività di fusione e acquisizione, Bayer (+ 0,9%) acquisirà Asklepios Biopharmaceutical per 2 miliardi di dollari in pagamenti anticipati con un potenziale ulteriore 2 miliardi di dollari in pagamenti milestone. Infine, Rolls Royce (-2,5%) è inferiore durante la sessione tra i rapporti della fonte in The Times che suggeriscono che i principali investitori nella Co. metteranno il loro sostegno dietro la sua offerta di raccolta fondi di emergenza solo se viene intrapresa una massiccia revisione del business "tentacolare" .

Le principali notizie europee

  • Impennata delle obbligazioni italiane dopo che S&P ha tenuto a bada il declassamento delle azioni europee in calo mentre SAP guida il DAX in ribasso dopo il taglio delle prospettive

In FX, il dollaro è tornato su una base più solida e richiesto come rifugio sicuro, anche se gli Stati Uniti sono lungi dall'essere immuni alla seconda ondata di pandemia che si sta diffondendo in molti paesi e le imminenti elezioni pone incertezza accanto allo stallo in corso dello stimolo. Tuttavia, l'avversione sta mettendo a dura prova le valute più cicliche, di attività e delle materie prime, con il DXY che rivisita oltre 93.000 territori entro i parametri 93.069-92.784 di conseguenza in vista dell'indice di attività nazionale, dei nuovi dati sulle vendite di case e del sondaggio sulle imprese manifatturiere della Fed di Dallas .

  • CAD / NOK / EUR / CHF – Un altro calo dei prezzi del greggio e la più grave recrudescenza del coronavirus in Spagna, Italia, Francia e Germania per citare solo alcuni stati membri della zona euro, stanno pesando in particolare su Loonie, corona norvegese ed euro. In quanto tale, Usd / Cad è rimbalzato ulteriormente dai minimi recenti verso 1,3200 nel periodo precedente alle elezioni suppletive del Canada, Eur / Nok ha ritestato 11,0000+ resistenza e Eur / Usd si è ritirato da 1,1850+ attraverso decenti interessi di scadenza delle opzioni tra 1,1840-35 (1 miliardo). Si noti inoltre che le metriche Ifo sono state più morbide del previsto per mantenere sotto pressione la moneta unica, mentre il franco avrà notato un aumento dei depositi a vista delle banche svizzere mentre si trova di nuovo a cavallo di 0,9050.
  • JPY / GBP / AUD – Anche più debole rispetto al biglietto verde poiché lo yen viene scambiato all'estremità inferiore di una banda 104,97-66, la sterlina si ritira da 1,3060+ per sondare il supporto intorno a 1,3000 sotto forma di 50 DMA (1,3012) e 10 DMA ( 1.2996), e l'australiano cala da poco meno di 0,7150 nonostante l'Australia stia cercando di revocare più delle sue misure anti-COVID in tempo per Natale.
  • NZD – Il relativo G10 ha sovraperformato, anche se in gran parte a causa dei flussi incrociati rispetto a qualsiasi cosa specifica della Nuova Zelanda, poiché il Kiwi ruota 1,0650 contro la sua controparte antipodea e si libra appena sotto 0,6700 rispetto al suo rivale in attesa di dati commerciali per una direzione indipendente.
  • EM – Grandi perdite dovute al calo della propensione al rischio che ha avuto un impatto sul petrolio e su altre materie prime, ma con perdite per lire esacerbate dalle accresciute tensioni diplomatiche quando Usd / Try ha finalmente superato il livello di 8.0000 che era stato difeso. In anticipo, i verbali CBRT e l'ultimo rapporto sull'inflazione potrebbero spiegare perché la Banca ha scelto di scioccare i mercati e di resistere giovedì scorso, mentre un miglioramento della fiducia nel settore manifatturiero non ha certo aiutato il peggioramento dell'umore con la coppia elevata tra gli estremi 8.0658-7.9628.

Nelle materie prime, stamattina i futures WTI e Brent sono stati moderati a seguito delle sostanziali perdite registrate nel comparto azionario insieme agli scarsi guadagni del SAP dei pesi massimi europei (vedere la sezione azionaria). Al momento, il WTI e il Brent sono inferiori di poco meno di 1,0 USD / barile, ma in modo simile allo spazio azionario sono aumentati dai minimi più recentemente con una serie di fattori in gioco per il complesso del greggio questa mattina. Dal lato della domanda, i casi di COVID-19 in aumento e le nuove restrizioni implementate in aree come l'Italia e la Francia sono servite a riportare in primo piano le preoccupazioni esistenti; mentre gli aggiornamenti da Lufthansa che ulteriori imbarcazioni devono essere messe a terra per il periodo invernale saranno un'area di preoccupazione. Spostarsi sul lato dell'offerta, dove i fattori supportano e ostacolano il complesso del greggio; in primo luogo, la tempesta tropicale Zeta dovrebbe diventare un uragano più tardi oggi e ha già spinto la BP ad avviare le procedure di chiusura all'interno del Golfo del Messico. Tuttavia, gli aggiornamenti dalla Libia indicano che le cause di forza maggiore su tutti i porti e campi sono state revocate dopo che il campo El Feel ha riaperto questa mattina a seguito di tali azioni per i porti di Ran Lanuf ed Es Sider nel fine settimana. In quanto tale, il NOC ritiene che la produzione supererà il limite di 1 mln di BPD in circa 4 settimane. Passando ai metalli, l'oro spot è sostanzialmente stabile nel corso della giornata, ma ha tentato di salire più in alto per tutta la mattinata dato il tono di rischio generale. Tuttavia, qualsiasi potenziale lucentezza per il metallo è stata interrotta dal rialzo dell'USD che ha visto l'eclissi DXY di 93,00. Altrove, si prevede che la produzione di acciaio per l'anno dalla Cina eclisserà 1 mld / T, il che rappresenterebbe un aumento del 3-5% YY secondo l'associazione di settore CISA. Un aumento che è spiegato dall'aumento dei consumi a livello globale e dal sostegno alle politiche governative nazionali per l'industria siderurgica cinese.

Calendario degli eventi negli Stati Uniti

  • 8:30: Indice di attività del Chicago Fed Nat, stima 0,6, precedente 0,8
  • 10:00: vendite di nuove case, stima 1.02 m, prima 1.01 m; Vendite di nuove case su base mensile, stima 1,34%, precedente 4,8%
  • 10:30: Dallas Fed Manf. Attività, stima 13.3, precedente 13.6

Jim Reid di DB conclude la conclusione della notte

Siamo alla fine delle elezioni negli Stati Uniti ora con domani che segna il conto alla rovescia di una settimana per il giorno delle elezioni. Durante il fine settimana non c'è stato molto cambiamento nelle medie dei sondaggi con i principali siti di sondaggio che mostrano ancora un vantaggio abbastanza consistente per Biden con la media FiveThirtyEight a 9,2 punti e la media RealClearPolitics a 8,0 punti. Lo stesso vale per la corsa al Senato dove FiveThirtyEight offre ai Democratici una probabilità del 73% di ottenere il controllo. Aspettatevi che il mercato rimanga fisso su questi sondaggi mentre i giorni passano da qui.

Sarà difficile allontanare troppo i riflettori dal Congresso anche questa settimana con i titoli degli accordi di stimolo quotidiano che difficilmente mostreranno ancora alcun segno di stancarsi. Il fine settimana ha visto entrambe le parti scambiarsi barbe – Pelosi e Meadows si sono accusati a vicenda di "spostare i pali" nelle interviste di ieri – con il tempo che mancava per un accordo pre-elettorale. Pelosi ha accennato a un piano di soccorso in caso di pandemia questa settimana, tuttavia i nostri economisti statunitensi ritengono che le probabilità di un accordo molto più ampio con la Casa Bianca prima della fine dell'anno siano piuttosto ridotte con l'inizio del prossimo anno un lasso di tempo più realistico. A questo proposito, alla fine della scorsa settimana il team ha pubblicato un rapporto dettagliato che esamina cosa significano le prospettive fiscali per le prospettive economiche degli Stati Uniti, con non sorprende che una piazza pulita democratica fornisca il massimo vantaggio. Vedi il rapporto completo qui.

In altre notizie, l'ultima sul virus include gli Stati Uniti che hanno raggiunto un numero record di casi giornalieri a poco più di 85.000 nel fine settimana, tra cui Marc Short, capo dello staff del vicepresidente degli Stati Uniti Pence. Sebbene ciò aumenti il ​​rischio che il virus si diffonda nella cerchia ristretta del Vicepresidente, Pence è stato confermato negativo e continuerà a fare campagna questa settimana. In Europa abbiamo visto l'Italia introdurre le più forti restrizioni sui virus dalla fine di un blocco nazionale a maggio, poiché il paese ha riportato un record giornaliero di casi mentre la Spagna ha approvato un nuovo coprifuoco nazionale. Anche la Francia ha riportato ieri un numero record di infezioni con oltre 52.000 casi, con un tasso di test positivo che è aumentato dal 16% al 17%. Sul fronte dei vaccini ci sono state buone notizie poiché il FT ha riferito che il candidato vaccino di AstraZeneca ha prodotto una robusta risposta immunitaria negli anziani, mentre J&J ha affermato che i primi lotti del suo vaccino potrebbero essere disponibili per l'uso di emergenza già a gennaio. J&J è pronto a riprendere i suoi processi negli Stati Uniti dopo che erano stati sospesi in precedenza a causa di problemi di sicurezza.

In termini di mercati questa mattina, le ultime notizie sui virus e i titoli degli stimoli hanno visto negoziare i futures S&P 500 in ribasso del -0,59%. Anche le borse asiatiche hanno iniziato la settimana in controtendenza con Nikkei (-0,12%), Shanghai Comp (-0,72%), Kopsi (-0,42%) e ASX (-0,13%) in calo. I mercati di Hong Kong sono chiusi per ferie. In linea con la riduzione del rischio, l'indice del dollaro USA è aumentato del + 0,16% durante la notte, mentre i rendimenti degli UST a 10 anni sono scesi di -2,7 pb. Altrove, il petrolio è sceso appena sotto il -2%.

In altre notizie del fine settimana, l'ultima sulla Brexit è che il capo negoziatore dell'UE Michel Barnier rimarrà a Londra per discussioni fino al 28 ottobre secondo Bloomberg, dopo che il governo del Regno Unito ha indicato ottimismo sulla firma di un accordo. Altrove, la Cina sta ripensando la sua strategia di internazionalizzazione dello yuan e un alto funzionario della banca centrale ha chiesto un approccio più proattivo con politiche a sostegno dei mercati, compreso il miglioramento degli accordi bilaterali di scambio di valuta.

Guardando avanti al resto di questa settimana, gli altri punti salienti includono le riunioni della BCE e della BoJ giovedì. Per quanto riguarda il primo, mentre i nostri economisti europei si aspettano che l'orientamento politico rimanga invariato, si aspettano che la BCE metta in guardia da crescenti rischi al ribasso in un contesto già debole per l'inflazione, che aprirà la porta a un allentamento della politica a dicembre . Per allora, ci saranno maggiori informazioni sullo stato della pandemia e lo staff della BCE avrà aggiornato le proprie proiezioni macroeconomiche, inclusa la pubblicazione delle prime stime di crescita e inflazione per il 2023. Vedi l'anteprima completa dei nostri economisti qui. Per la BoJ, i nostri economisti non si aspettano nemmeno un cambiamento di posizione politica alla luce della ripresa economica lenta ma costante e del tasso di cambio stabile.

Altrove, in base ai dati la prossima settimana daremo una prima occhiata al PIL del terzo trimestre negli Stati Uniti e in Europa e date le contrazioni record registrate nel secondo trimestre, è del tutto possibile che i numeri del terzo trimestre saranno tra le migliori prestazioni trimestrali in assoluto dall'inizio dei record. I nostri economisti statunitensi prevedono come esempio un + 33,8% da far lacrimare gli occhi che, se realizzato, sarebbe di gran lunga il numero di crescita trimestrale più forte da quando i dati comparativi iniziano negli anni '40. Chiaramente molto di questo è un rimbalzo meccanico dalle chiusure e vale la pena ricordare che l'attività economica dovrebbe ancora rimanere ben al di sotto del suo picco pre-Covid per qualche tempo. Infine, se ciò non bastasse, è un'altra grande settimana anche per i guadagni con 184 società S&P 500 e 94 società STOXX 600 che segnalano. Il primo include pesi massimi della tecnologia come Microsoft, Apple, Facebook, Amazon e Alphabet.

Ricapitolando rapidamente la scorsa settimana, la politica su entrambe le sponde dell'Atlantico è rimasta al centro dell'attenzione, in particolare le elezioni statunitensi. Le aspettative di stimoli fiscali negli Stati Uniti e dati economici in moderato miglioramento hanno aiutato i rendimenti a 10 anni a salire a livello globale. Le azioni statunitensi hanno registrato un leggero arretramento anche se l'aumento dei tassi ha aiutato le industrie cicliche, in particolare le banche (+ 3,17%). L'S & P 500 è sceso del -0,53% (+ 0,34% venerdì) poiché i titoli tecnologici hanno registrato un rallentamento e il NASDAQ è sceso di un maggiore -1,06% (+ 0,37% venerdì). È stato il primo calo settimanale dell'S & P 500 da settembre. Le azioni in Europa hanno generalmente sottoperformato poiché i paesi stanno assistendo a un aumento dei casi di coronavirus e sono state emanate restrizioni in tutto il continente. Lo Stoxx 600 ha chiuso la settimana in ribasso del -1,36% (+ 0,62% venerdì), con il DAX (-2,04%) in ulteriore calo.

Ancora una volta la storia era il forte aumento dei rendimenti dei titoli di Stato con il miglioramento delle prospettive di crescita. I rendimenti dei Treasury USA a 10 anni sono aumentati di + 9,7 punti base (-1,3 punti base venerdì) per finire allo 0,843%. È stato il più grande aumento di una settimana dei tassi statunitensi dalla metà di agosto e ora si trovano appena al di sotto dei massimi locali di giugno. La curva dei rendimenti USA biennale-decennale è salita di + 8,5 pb al livello settimanale più ripido dal febbraio 2018. I rendimenti dei Gilt a 10 anni sono aumentati di + 9,8 pb (-0,4 pb venerdì) allo 0,28%, mentre i rendimenti del Bund a 10 anni sono aumentati di + Da 4,8 punti base (-0,8 punti base venerdì) a -0,57%. Anche i rendimenti del debito sovrano periferico sono aumentati con i rendimenti dei titoli a 10 anni italiani (+ 10,7 punti base), spagnoli (+ 7,1 punti base), portoghesi (+ 6,0 punti base) e greci (+ 13,7 punti base).

In termini di dati rilasciati venerdì, il momento clou è stato il flash PMI di tutto il mondo. I PMI flash della zona euro di ottobre sono stati più forti del previsto. I PMI manifatturieri dell'area euro si sono attestati a 54,4 (rispetto a 53,0 previsti) mentre i servizi, a 46,2, hanno mancato (rispetto a 47,0 attesi). La produzione tedesca è stata di 58,0, 3,0 punti al di sopra delle aspettative su un'attività di esportazione in ripresa. La Francia ha registrato un calo più netto con la lettura dei servizi flash di 46,5, in calo di un punto rispetto a settembre e la lettura più bassa degli ultimi cinque mesi. Negli Stati Uniti, i PMI di Markit sono stati ampiamente in linea con le aspettative – con il settore manifatturiero a 53,3 (contro il 53,5 previsto) e i servizi leggermente più forti a 56,0 (contro il 54,6 previsto).


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/Ljhuv5yvVCM/futures-tumble-european-tech-stocks-plunge-amid-surging-virus-cases-reflation-trade-fears in data Mon, 26 Oct 2020 05:08:27 PDT.