“Covidpreneurs” del mercato nero del Messico: acquisto e vendita “Di tutto, dalle maschere chirurgiche alle borse per il corpo”

"Covidpreneurs" del mercato nero del Messico: acquisto e vendita "Di tutto, dalle maschere chirurgiche alle borse per il corpo" Tyler Durden Tue, 28/07/2020 – 17:05

Un nuovo rapporto di Bloomberg sull'ascesa degli "imprenditori" in Messico inizia cupamente osservando che "comprano e vendono di tutto, dalle maschere chirurgiche alle borse per il corpo" , principalmente attraverso un mercato nero in esplosione in mezzo alla domanda di dispositivi di protezione individuale (DPI) che è diventata estremamente redditizio ma sempre più affollato, data la combinazione di disoccupazione dilagante a causa degli arresti COVID-19 e l'effetto devastante del virus stesso che ha classificato il Messico al 6 ° posto nei tassi di infezione globali (a oltre 390.500 casi confermati COVID-19, dietro Russia e Sud Africa).

Un labirinto di burocrazia e regolamenti governativi significa che molti messicani intraprendenti hanno lasciato i loro lavori principali, già in discussione a causa della pandemia, per falciare articoli in DPI in luoghi improbabili dagli angoli delle strade, alle stazioni della metropolitana, ai negozi d'angolo e persino alla creazione di negozi nelle loro residenze.

Via Reuters

"Per coloro che desiderano entrare nel mercato altamente volatile, ci sono opportunità reali, insieme a vere delusioni", scrive Bloomberg . "Prima del coronavirus, Noemi Cardenas gestiva una spa. Circondata improvvisamente da una malattia, decise di passare dalle cure ai sani a seppellire i morti. Muovendosi rapidamente, pensò di aver ricevuto ordini da pompe funebri per circa 2 milioni di sacchi per il corpo. Ma non si era mai vista concorrenza. Alla fine, ha venduto solo 2.000 e si concentra ora su maschere, termometri e guanti ".

Un fornitore medico che era in attività molto prima del colpo di pandemia disse a Bloomberg: "Tutti coloro che hanno avuto una battuta d'arresto a causa di Covid-19 stanno cercando di vendere qualcosa". Nel momento in cui il coronavirus stava guidando i titoli dei giornali occidentali in marzo, il rapporto rileva che ha affrontato una "rivalità da quartieri improbabili, tra cui molte persone di cui non aveva mai sentito parlare".

Dopo la stretta sulla catena di approvvigionamento internazionale, anche gli ospedali dei quartieri di alto livello hanno iniziato disperatamente a cercare rifornimenti attraverso i liberi professionisti . Un operatore sanitario ha dichiarato: "È come la roulette russa" nel descrivere la gamma di opzioni e attrezzature di bassa qualità e di bassa qualità che potrebbero derivare dal passare attraverso quelli che sono essenzialmente venditori ambulanti con forniture di DPI.

Tramite AFP

Altri articoli venduti attraverso canali non ufficiali includono abbastanza allarmanti, date le probabili attrezzature scadenti includono scrub e occhiali chirurgici, maschere mediche, termometri, nonché dispositivi specializzati per la sanificazione a ultravioletti per piccoli oggetti come chiavi e telefoni.

Il rapporto si conclude sottolineando questo fiorente mercato nero presenta un pericolo reale in termini di crescenti infezioni : “Gli ospedali affermano che tutto il commercio non regolamentato a volte ha reso le cose più difficili. Decine di migliaia di dipendenti si sono ammalati in parte a causa della mancanza di equipaggiamento protettivo . "

E le infezioni nel settore sanitario, in particolare, sono in aumento, costituendo un quinto di tutte le infezioni del Messico, che potrebbero essere in parte dovute a attrezzature difettose e dispositivi di protezione, per non parlare nella maggior parte dei casi di mancanza di sufficienti forniture per cominciare.


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/EiS-tispjrE/mexicos-black-market-covidpreneurs-buying-selling-everything-surgical-masks-body-bags in data Tue, 28 Jul 2020 14:05:16 PDT.