Con la scadenza dell’embargo delle Nazioni Unite sulle armi, l’Iran celebra la “chiara realtà” della sconfitta degli Stati Uniti

Con la scadenza dell'embargo delle Nazioni Unite sulle armi, l'Iran celebra la "chiara realtà" della sconfitta degli Stati Uniti Tyler Durden Sun, 18/10/2020 – 23:45

Oggi scade l'embargo delle Nazioni Unite sulle armi all'Iran, in vigore da 13 anni, ma è stato negoziato per terminare il 18 ottobre come stipulazione chiave dell'accordo nucleare del 2015 (JCPOA) mediato da Obama. L'amministrazione Trump ha cercato di combattere la scadenza dell'embargo con le unghie e con i denti mentre rivendicava l'autorità di emanare sanzioni immediate.

I funzionari iraniani domenica hanno salutato come una "chiara realtà" la sconfitta degli Stati Uniti su questo fronte, con l'ambasciatore nel Regno Unito citato nell'IRNA statale che ha detto : "Oggi la comunità internazionale ha espresso ancora una volta il sostegno al multilateralismo e apertamente contrari al tentativo degli Stati Uniti di impedire l'attuazione di uno dei risultati significativi della diplomazia internazionale ".

Ha sottolineato che "gli Stati Uniti sono stati sconfitti nella loro diplomazia e questa è una chiara realtà".

Mostra di armi a Teheran, via AFP

Anche il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif ha celebrato la "vittoria". Ha detto su Twitter che è stato un "giorno epocale" in quanto segna la "normalizzazione" della cooperazione di difesa dell'Iran con il mondo.

"Un giorno importante per la comunità internazionale, che, a dispetto degli sforzi maligni degli Stati Uniti, ha protetto la risoluzione 2231 e il JCPOA dell'UNSC", ha scritto Zarif in un post su Twitter.

"La normalizzazione odierna della cooperazione di difesa dell'Iran con il mondo è una vittoria per la causa del multilateralismo, della pace e della sicurezza nella nostra regione", ha detto.

Il Segretario di Stato Mike Pompeo ovviamente si è affrettato ad affermare che questa non è la realtà, dicendo a Newsweek che gli Stati Uniti sono pronti ad agire con una rapida punizione contro qualsiasi paese pronto a trasferire armi all'Iran :

"Gli Stati Uniti sono pronti a utilizzare le proprie autorità nazionali per sanzionare qualsiasi individuo o entità che contribuisca materialmente alla fornitura, vendita o trasferimento di armi convenzionali da o verso l'Iran , nonché coloro che forniscono formazione tecnica, supporto finanziario e servizi, e altra assistenza relativa a queste armi ", ha detto.

Negli ultimi mesi sia la Russia che la Cina hanno fortemente lasciato intendere che saranno tra i primi a concludere accordi sulle armi con l'Iran.

Dato il cattivo stato delle relazioni tra gli Stati Uniti ed entrambi questi paesi, che si può sostenere ha raggiunto un punto minimo nella storia recente con entrambi, sembra che Washington abbia poca influenza a questo punto per impedire tali trasferimenti da queste due grandi potenze desiderose di mostrano la loro sfida cooperativa.


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/wSoiwTa7Yyo/un-arms-embargo-expires-iran-celebrates-clear-reality-us-defeat in data Sun, 18 Oct 2020 20:45:00 PDT.