Come “Woke” potrebbe portarci alla guerra civile

Come "Woke" potrebbe portarci alla guerra civile

Scritto da Roger Simon tramite The Epoch Times,

L'altro giorno ho scritto che " svegliarsi " era il nuovo conformismo .

Lo è, ovviamente, ma l'ho svenduto. È molto di più e più pericoloso.

Come nota Tal Bachman a Steynonline , ora è la nostra religione di stato, una religione di stato in un paese che – costituzionalmente e per una buona ragione – non dovrebbe averne una.

Ma anche il "wokismo" è molto di più. È una psicosi di massa simile a molte che sono sorte nel corso della storia quando le masse hanno seguito i leader che, nel loro zelo o interesse personale, li hanno portati a fini disastrosi.

Un buon esempio fu quando il frate domenicano Girolamo Savonarola – in una versione del 1497 di "cancella cultura" – spazzò via tutto ciò che è secolare a Firenze, da alcuni dei dipinti e delle sculture più straordinarie di tutti i tempi alle opere di Boccaccio, e le bruciò chiamato Falò delle Vanità.

Essendo ebreo, mi viene anche in mente la bizzarra storia di Sabbatai Zevi , il rabbino sefardita del XVII secolo che si autoproclamò il tanto atteso vero messia degli ebrei, raccolse migliaia di seguaci e poi finì per lasciarli completamente in balia quando si è convertito all'Islam. (È interessante notare che Bachman scrive che il "wokismo" assomiglia strutturalmente all'Islam.)

Più vicino ai nostri tempi, il grande regista italiano Federico Fellini, nel suo film “La Dolce Vita” (1960), ci mostra quelle che sembrano centinaia di persone che corrono qua e là, lacrime che si calpestano, credendo che la Madonna sia stata avvistata . Man mano che la scena avanza, la folla cresce, con sempre più persone convinte dell'avvistamento.

Certo, ciò che Fellini documenta è più o meno innocuo, non così "svegliato". Questa psicosi ha una dimensione politica e la capacità di cambiare una società, cosa che ha già fatto.

Scomunica in faccia

"Woke" guadagna aderenti alla maniera di "est" – il corso di formazione Erhard Seminars simile a un culto – che ho frequentato negli anni '70 per volere di un produttore cinematografico interessato a fare un film su di esso. (Non è mai successo.)

Se sei troppo dentro, sei fuori.

Per est, diverse centinaia di persone sono state sedute in una grande sala conferenze per ore ad ascoltare la "formazione" sotto le istruzioni di non alzarsi, nemmeno per andare in bagno, fino a quando non hanno alzato le mani per segnalare che "capito" (cioè, effettivamente unito Il Culto). Essendo la chiamata della natura ciò che è, la maggior parte alla fine lo fece.

Sebbene operativamente simile, "woke" è esponenzialmente più pericoloso dell'allenamento est ormai defunto. La nostra posizione nella società, i nostri mezzi di sussistenza e l'istruzione e il futuro dei nostri figli sono tenuti sopra le nostre teste, non il nostro semplice uso di un bagno.

Una minoranza dal pugno di ferro, ideologicamente estrema, ha il nostro paese sotto il suo controllo: al gioco o affronta l'ex comunicazione. Questo è più forte di qualsiasi cosa nella nostra storia e quasi identico a ciò che vediamo e abbiamo visto nei paesi totalitari.

È una psicosi che si avvicina a un'allucinazione di massa.

Nella Spagna di Franco, hanno gridato: "Viva la muerte!" ("Lunga vita alla morte!") Qui ci viene chiesto di proclamare ad alta voce "Black Lives Matter", per mostrare cartelli che lo dicano sui nostri prati, anche se non abbiamo mai pensato diversamente e abbiamo sempre pensato (ingenuamente, ci viene detto) che tutti le vite contavano.

Tutti gli aspetti chiave, la maggior parte di essi comunque, della nostra società "capiscono" come hanno fatto in est (cioè, ora credono in "svegliato") o, ancora più minacciosamente, cinicamente dicono che lo fanno – i media, le corporazioni (" Meglio svegliarsi che rotto! "), La burocrazia governativa, il Partito Democratico, il Dipartimento di Giustizia, l'FBI, i militari (accidenti!), L'intrattenimento, il sistema universitario, il sistema K-12, la comunità medica, la comunità scientifica (incredibilmente), la comunità religiosa (tristemente) e così via.

Tutti, in un modo o nell'altro, credono nel "risveglio" tranne che nelle persone.

La maggior parte delle persone comunque.

La maggior parte di quelli che erano chiamati gli uomini (o le donne) comuni per strada alza gli occhi al cielo al "svegliato", inclusi anche alcuni democratici silenziosi, ma intimiditi, e fanno del loro meglio per andare avanti, anche se molti si rendono conto che "si sono svegliati" e la sua sorella "giustizia sociale" sono in sostanza eufemismi per un'ideologia molto più totalitaria di qualsiasi altra che abbia mai avuto il controllo di questo paese, il comunismo.

Birra della ribellione

Per quanto tempo può continuare questa spalancata dicotomia?

Quanto ci vorrà prima che smettano di roteare gli occhi?

Si sta preparando una ribellione contro il "risveglio", in particolare negli stati rossi, alcuni dei quali stanno vietando o hanno già bandito la teoria critica della razza nelle loro scuole, tra gli altri respingimenti. ( Complimenti al deputato Mark Green, repubblicano del Tennessee e veterano della guerra in Iraq, per aver introdotto una legislazione per bloccare l'addestramento critico sulla teoria della razza nelle accademie militari statunitensi.)

Ma sarà abbastanza contro un governo federale che vive e respira questa ideologia malvagia e che è essenzialmente governato da un politburo locale – il pensiero che Biden agisca da solo è ridicolo – determinato a imporlo?

Man mano che questa imposizione aumenta, le "contraddizioni", come direbbero i marxisti, si accentuano.

Ciò che l'ideologia estremista del "risveglio" provoca effettivamente è parlare – e non solo parlare – di secessione e persino di guerra civile.

Pochi di noi hanno sentito qualcosa del genere nelle nostre vite. Ma ora è reale. Siamo stati separati come mai prima d'ora. Siamo stati davvero risvegliati.

Tutto può succedere e alcuni di noi, che non avrebbero mai considerato nulla di simile alla secessione e alla guerra civile, improvvisamente lo fanno, per quanto possano essere estremamente inquietanti per noi.

Allora perché tolleriamo anche il "risveglio"?

Bachman ci fornisce una citazione del filosofo austriaco Karl Popper che è straordinariamente appropriata per i nostri tempi:

“La tolleranza illimitata deve portare alla scomparsa della tolleranza. Se estendiamo la tolleranza illimitata anche a coloro che sono intolleranti, se non siamo preparati a difendere una società tollerante contro l'assalto degli intolleranti, allora il tollerante sarà distrutto e la tolleranza con loro ".

Da Antifa a BLM (il cui leader apparentemente si identifica con l'assassino di massa Presidente Mao) alle teste parlanti volontariamente cieche della TV via cavo di sinistra, nessuno è intollerante come la gente "sveglia". Infrangono tutti i record nazionali in questo senso.

È ora di smetterla di tollerarli.

Tyler Durden Mar, 05/11/2021 – 23:25


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/HHk72dIROhI/how-woke-may-be-leading-us-civil-war in data Tue, 11 May 2021 20:25:00 PDT.