BLM utilizza “tattiche mafiose” per minacciare il proprietario di un ristorante cubano con richieste di diversità

BLM usa 'Mafia Tactics' per minacciare il proprietario di un ristorante cubano con richieste di diversità Tyler Durden Lun, 08/03/2020 – 18:25

Il proprietario di un ristorante cubano a Louisville ha diffuso un elenco di "richieste di diversità inviate a lui e dozzine di altri proprietari di piccole imprese dagli attivisti di Black Lives Matter – che includono la garanzia che almeno il 23% del personale è nero, il 23% degli affari le forniture provengono da rivenditori di proprietà di neri e l'1,5% delle loro vendite nette vanno a enti di beneficenza neri. Devono anche mostrare pubblicamente un cartello che mostra il loro sostegno al movimento.

Il proprietario del ristorante Fernando Martinez e altri membri della comunità cubana domenica hanno protestato contro la lista BLM di richieste.

Se non si conformano, i proprietari delle imprese affrontano una serie di "ripercussioni", tra cui vergogna sui social media, "bonifica invasiva" in cui le imprese di proprietà dei neri allestirebbero "cabine e tavoli" concorrenti al di fuori dei negozi e avrebbero "loro vetrine del negozio ", secondo il Daily Mail .

La lettera è stata inviata agli imprenditori nel quartiere del mercato orientale "NuLu" della città durante una protesta del 24 luglio che ha costretto alcune aziende della zona a chiudere. BLM sostiene che il quartiere è stato in grado di prosperare solo dopo che un progetto di edilizia abitativa è stato demolito negli anni 2000, che "ha privato le comunità nere di opportunità e spazzato via le loro case", secondo il rapporto.

Fernando Martinez, proprietario di La Bodeguita de Mima, afferma che uno degli attivisti lo ha avvertito: " Faresti meglio a mettere la lettera sulla porta in modo che i tuoi affari non vengano chiusi. '

Per i due giorni successivi alla protesta, afferma di aver chiuso il suo ristorante perché il personale temeva per la loro sicurezza. Significava che oltre 30 membri del personale non erano in grado di guadagnare uno stipendio.

Ha portato su Facebook per accusarli di "tattiche mafiose" e ha detto che mentre rispetta il movimento e vuole supportarlo, è ingiusto che i suoi affari e la sua sicurezza vengano minacciati.

'Arriva un momento nella vita in cui devi prendere una posizione e devi davvero dimostrare le tue convinzioni e ciò in cui credi.

' Tutte le brave persone devono denunciarlo. Come puoi giustificare (sic) l'ingiustizia con più ingiustizia? ' ha scritto su Facebook. – Posta giornaliera

Leggi la lettera qui sotto:

Domenica, Martinez ha parlato al raduno della comunità cubana per esprimere sostegno per BLM, ma ha anche chiarito che non saranno armati con forza in nulla .

"Ci sono persone là fuori che stanno cercando di definire chi sono come uomo, chi sono come uomo d'affari e chi siamo come comunità", ha detto Martinez, aggiungendo "La comunità cubana non è nemica della comunità nera ".

"La Bodeguita è aperta a tutti. Se sei gay, questa è la tua casa. Se sei Nero, questa è la tua casa. Se sei Bianco, questa è la tua casa. Se sei umano, questa è la tua casa."

Apparentemente BLM non vede le cose in questo modo.


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/224jVJoNQPA/blm-uses-mafia-tactics-threaten-cuban-restaurant-owner-diversity-demands in data Mon, 03 Aug 2020 15:25:00 PDT.