Ancora un’altra ridicola bolla del mercato azionario … in tre grafici

Ancora un'altra ridicola bolla del mercato azionario … in tre grafici

Scritto da David Rubino tramite DollarCollapse.com,

L'era della moneta fiat non è altro che ripetitiva.

Ci sono dozzine di grafici che illustrano quanto la bolla finanziaria di oggi assomigli da vicino ai suoi predecessori. Ma semplice è meglio quando si esprime una dura verità, quindi andiamo con quel vecchio standby, il debito a margine. Questo è il debito creato quando gli investitori eccessivamente stimolati prendono in prestito contro le loro azioni per acquistare più azioni. Ai suoi estremi estremi, il risultato è sempre lo stesso: un calo dei prezzi che costringe gli investitori con indebitamento eccessivo a liquidare a qualsiasi prezzo, trasformando la correzione in un bagno di sangue. Si noti che quanto più forte è l'aumento del debito a margine, tanto più grave è il conseguente crollo dei corsi azionari.

Il grafico successivo illustra più chiaramente la cosa "ripida". L'attuale picco è quello dei libri dei record.

Ora, durante i picchi passati nel debito a margine, gli "investitori" che sono stati travolti dall'euforia del denaro facile hanno spesso risposto alle critiche con una variazione su "gli utili aziendali stanno per salire, il che renderà tutto a posto. Inoltre sappiamo che ti lamenti solo perché hai perso il treno della salsa e sei geloso. "

Ma gli utili societari non hanno quasi mai compensato completamente le valutazioni estreme e l'impennata del debito sui margini. Una misura utile per visualizzare questo fatto è il "rendimento degli utili", ovvero i guadagni aggregati dell'indice S&P 500 espressi come percentuale della sua capitalizzazione di mercato aggregata. Questo è quanto un acquirente dello stock medio riceve in guadagni per dollaro investito. Il buon senso dice che più l'acquirente riceve, migliore sarà l'affare. E la storia dice che meno l'acquirente riceve, maggiore è la probabilità che i prezzi delle azioni scendano negli anni successivi. Il rendimento di oggi del 2,36% è il secondo più basso in assoluto. È davvero brutto.

Quindi eccoci di nuovo qui. Le azioni stanno salendo alle stelle perché gli utili societari aumenteranno ancora più velocemente. Tuttavia, essendo questo il picco di un lungo ciclo, anche i tassi di interesse sono aumentati, l'inflazione si sta agitando, i deficit pubblici sono ultraterreni e la geopolitica è instabile. È un blocco virtuale che i guadagni aziendali non salveranno nessuno questa volta.

Come negli anni '70, '80, '90 e 2000, siamo arrivati ​​al punto in cui i prezzi delle azioni devono ristabilire l'equilibrio cadendo dove ha senso logico (anziché emotivo) possedere azioni. E dato l'aumento parabolico del debito a margine, il processo non sarà piacevole.

Come ha recentemente lamentato il gestore di hedge fund David Einhorn : "Da una prospettiva tradizionale, il mercato è fratturato e forse in procinto di rompersi completamente".

Tyler Durden Sun, 18/04/2021 – 10:20


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su ZeroHedge all’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/M5KPjJM3lkI/yet-another-ridiculous-stock-market-bubble-three-charts in data Sun, 18 Apr 2021 07:20:00 PDT.