Vittoria! EFF si aggiudica l’appello per l’accesso ai record dell’applicazione di intercettazione telefonica

Vittoria! EFF si aggiudica l'appello per l'accesso ai record dell'applicazione di intercettazione telefonica

Immagina di apprendere che sei stato intercettato dalle forze dell'ordine, ma non sei riuscito a ottenere alcuna informazione sul perché. Questo è quello che è successo all'ufficiale in pensione della polizia stradale della California, Miguel Guerrero, e l'EFF ha fatto causa per suo conto per ottenere maggiori informazioni sulla sorveglianza. Questa settimana, una corte d'appello della California ha stabilito nel suo caso che le persone che sono oggetto di intercettazioni telefoniche hanno il diritto di ispezionare il materiale delle intercettazioni, inclusa l'applicazione dell'ordine e le comunicazioni intercettate, se un giudice ritiene che tale accesso sia nell'interesse della giustizia. Questa è un'enorme vittoria per la trasparenza e la responsabilità nei tribunali della California.

Questo caso è derivato dal volume grossolanamente sproporzionato di intercettazioni telefoniche emesse dalla Corte superiore della contea di Riverside nel 2014 e nel 2015. In quegli anni, le intercettazioni da quella singola contea suburbana rappresentavano quasi il doppio delle intercettazioni rispetto a quelle emesse nel resto della California messe insieme, e quasi un quinto di tutte le intercettazioni telefoniche statali e federali emesse a livello nazionale. Dopo che i giornalisti hanno denunciato la massiccia campagna di sorveglianza della contea di Riverside, gruppi di cani da guardia e persino un giudice federale hanno avvertito che la vastità delle intercettazioni telefoniche suggeriva che le applicazioni e le autorizzazioni violavano la legge federale.

Guerrero ha appreso dai familiari che il suo numero di telefono è stato oggetto di un ordine di intercettazione nel 2015. Guerrero, un ex agente delle forze dell'ordine, non ha precedenti penali e non è mai stato arrestato o accusato di alcun crimine in relazione all'intercettazione. E, sebbene la legge richieda che gli obiettivi delle intercettazioni ricevano avviso entro 90 giorni dalla conclusione dell'intercettazione, non ha mai ricevuto tale avviso. Ha voluto vedere i verbali sia per informare il pubblico sia per valutare se intentare un'azione contestando la legalità dell'intercettazione.

Quando siamo andati in tribunale per la prima volta, il giudice ha stabilito che gli obiettivi delle intercettazioni telefoniche possono rimuovere il sigillo della domanda di intercettazione e ordinare solo dimostrando una "buona causa" per la divulgazione. La corte ha quindi ritenuto che né il desiderio di Guerrero di intraprendere un'azione civile né il volume grossolanamente sproporzionato di intercettazioni costituissero una buona causa per la divulgazione, commentando che il numero di intercettazioni non era "nient'altro che routine". Il tribunale ha inoltre respinto la nostra argomentazione secondo cui il pubblico ha un diritto di accesso al primo emendamento all'ordine e alla domanda di intercettazione telefonica.

Abbiamo fatto appello e la Corte d'Appello ha convenuto che il tribunale ha commesso un errore. La corte d'appello ha chiarito che, ai sensi della legge della California, l'obiettivo di un'intercettazione non deve necessariamente dimostrare una buona causa. Invece, l'obiettivo di un'intercettazione deve solo dimostrare che la divulgazione dell'ordine e dell'applicazione delle intercettazioni è "nell'interesse della giustizia", ​​il che, a differenza dello standard della buona causa, non include alcuna presunzione di segretezza.

È importante sottolineare che il tribunale ha fornito indicazioni su come valutare l '"interesse della giustizia" in questo contesto, diventando uno dei primi tribunali della nazione a interpretare questo standard. Come ha spiegato la corte, l'analisi dell '"interesse della giustizia" richiede che un tribunale consideri l'interesse del richiedente all'accesso, l'interesse del governo alla segretezza e gli interessi delle altre persone intercettate e, in modo significativo, l'interesse pubblico. Nel considerare l'interesse pubblico, ha spiegato la corte, i tribunali dovrebbero considerare l'enorme volume di intercettazioni telefoniche approvate nella contea di Riverside. Il tribunale ha specificamente respinto la valutazione del tribunale di primo grado secondo cui quelle statistiche, da sole, erano irrilevanti senza una prova indipendente di condotta nefasta.

Il caso ora ritorna al tribunale, dove il giudice deve applicare l'analisi della Corte d'Appello. Ci auguriamo che il signor Guerrero riceva finalmente delle risposte.


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su EFF – Electronic Frontier Foundation all’URL https://www.eff.org/deeplinks/2020/10/victory-eff-wins-appeal-access-wiretap-application-records in data Thu, 22 Oct 2020 21:11:39 +0000.