Tre strumenti interattivi per comprendere la sorveglianza della polizia

Tre strumenti interattivi per comprendere la sorveglianza della polizia

Questo post è stato scritto dalla stagista dell'estate 2020 Jessica Romo , una studentessa della Reynolds School of Journalism presso l'Università del Nevada, Reno.

Poiché le forze dell'ordine e la tecnologia di sorveglianza del governo continuano a diventare sempre più avanzate, è anche diventato più difficile da evitare per le persone comuni. Le forze dell'ordine di tutti gli Stati Uniti utilizzano telecamere indossabili, lettori di targhe automatizzati, droni e molto altro, il che minaccia il diritto alla privacy delle persone. Ma spesso è difficile per le persone persino rendersi conto di quale tecnologia viene utilizzata nel luogo in cui vivono.

L'Electronic Frontier Foundation dispone di tre strumenti interattivi che ti aiutano a conoscere le nuove tecnologie distribuite negli Stati Uniti e il loro impatto su di te: Atlas of Surveillance, Spot the Surveillance e Who Has Your Face?

L'Atlante della sorveglianza
https://atlasofsurveillance.org

Una mappa con molti punti che rappresentano diversi tipi di sorveglianza.

L'Atlante di sorveglianza è un database e una mappa che ti aiuteranno a comprendere l'entità della sorveglianza a livello nazionale, nonché il tipo di tecnologia utilizzata localmente in cui vivi.

Sviluppato in collaborazione con l'Università del Nevada, la Reynolds School of Journalism di Reno, l'Atlante di sorveglianza è un set di dati con oltre 5.500 punti di informazioni sulla sorveglianza tecnologica utilizzata dalle forze dell'ordine negli Stati Uniti. Studenti di giornalismo e volontari dell'EFF hanno raccolto ricerche online, come articoli di notizie e documenti governativi, su 10 tecnologie di sorveglianza comuni e due diversi tipi di centri di comando di sorveglianza.

Cliccando in qualsiasi punto della mappa, otterrai il nome di un'agenzia e una descrizione della tecnologia. Se attivi la legenda interattiva, puoi vedere come ciascuna tecnologia si sta diffondendo in tutto il paese. È inoltre possibile cercare una versione testuale di semplice utilizzo del database di tutta la ricerca, inclusi collegamenti ad articoli o documenti che confermano l'esistenza della tecnologia in quella regione.

Chi ha la tua faccia?
https://whohasyourface.org/

La prima pagina del sito web Who Has Your Face

La metà di tutti gli adulti negli Stati Uniti probabilmente ha la propria immagine in un database di riconoscimento facciale delle forze dell'ordine, secondo un rapporto del 2016 del Center on Privacy & Technology at Georgetown Law. Oggi, quel numero è probabilmente più alto. Ma per quanto riguarda la tua faccia?

Il riconoscimento facciale è una forma di sorveglianza biometrica che utilizza un software per identificare o tracciare automaticamente qualcuno in base alle sue caratteristiche fisiche. Le persone sono soggette a riconoscimento facciale in centinaia di città in tutto il paese. Il governo ha una serie di usi per la tecnologia, dallo screening dei passeggeri negli aeroporti all'identificazione dei manifestanti ripresi dalle telecamere.

Chi ha la tua faccia? è un breve quiz che consente a un utente di vedere quali agenzie governative possono accedere alle proprie fotografie ufficiali (come la patente di guida o una foto segnaletica) e se gli investigatori possono applicare la tecnologia di riconoscimento facciale a quelle foto.

Il sito non raccoglie informazioni personali, ma pone cinque domande di base, ad esempio se hai una patente di guida e, in tal caso, quale stato l'ha rilasciata. In base alla tua scelta, il sistema genererà automaticamente un elenco di agenzie che potrebbero potenzialmente accedere alle tue immagini.

Include anche una pagina delle risorse che elenca ciò a cui possono accedere DMV di ogni stato e altre agenzie.

Individua la sorveglianza
https://eff.org/spot

una visiera che guarda gli edifici con droni e altra tecnologia spia

Se passassi davanti a un lettore di targhe automatizzato, sapresti che aspetto ha? Hai mai osservato da vicino i dispositivi elettronici trasportati dagli agenti di polizia? La maggior parte delle volte, le persone potrebbero non accorgersi nemmeno di quando sono entrate nel quadro della tecnologia di sorveglianza.

Spot the Surveillance è un'esperienza di realtà virtuale in cui imparerai come identificare la tecnologia di sorveglianza utilizzata dalle forze dell'ordine locali.

L'esperienza si svolge in un quartiere di San Francisco, dove un residente sta interagendo con due agenti di polizia. Guarderai in ogni direzione per trovare sette tecnologie implementate. Dopo aver trovato ciascuna tecnologia, imparerai di più su come funziona e su come viene utilizzata dalla polizia. Successivamente, puoi provare le tue nuove abilità per identificare queste tecnologie nella vita reale nella tua città natale.

Spot the Surveillance funziona con la maggior parte degli auricolari VR, ma è anche disponibile per l'uso su un normale browser web. C'è anche una versione spagnola .


Impara a conoscere la sorveglianza che sta imparando a conoscerti

L'EFF ha combattuto contro la sorveglianza per decenni, ma abbiamo bisogno del tuo aiuto. Quali altri strumenti interattivi vorresti vedere? Faccelo sapere sui social media o inviando un'e- mail a [email protected] , così possiamo continuare ad aiutarti a proteggere la tua privacy.


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su EFF – Electronic Frontier Foundation all’URL https://www.eff.org/deeplinks/2020/09/three-interactive-tools-understanding-police-surveillance in data Thu, 17 Sep 2020 22:05:43 +0000.