Poni fine a due programmi federali che finanziano la tecnologia di sorveglianza della polizia

Poni fine a due programmi federali che finanziano la tecnologia di sorveglianza della polizia

La nuova amministrazione può fare immediatamente due cose che aiuterebbero a fermare alcuni dei modi più nefandi in cui i dipartimenti di polizia ottengono la tecnologia di sorveglianza. Dovrebbe ulteriormente annullare il famigerato programma 1033 del National Defense Authorization Act, che consente alla polizia locale di ereditare l'equipaggiamento militare. E dovrebbe impedire l'uso dei fondi sequestrati dalla confisca di beni civili per finanziare queste tecnologie.

La tecnologia di sorveglianza della polizia è un'industria multimiliardaria . I dipartimenti di polizia trovano quante più strade possibili per finanziarlo. Questa tecnologia non viene utilizzata solo contro i sospettati dopo aver acquisito un mandato, ma spesso la polizia la usa per la sorveglianza a rete di automobili e persone. Gli esempi includono lettori automatici di targhe (ALPR) che tracciano le auto mentre si spostano per la città (inclusi i luoghi di culto e gli uffici dei medici o degli avvocati) e i droni o le reti di telecamere a circuito chiuso che la polizia utilizza per monitorare le proteste . I dipartimenti hanno persino acquistato robot della polizia programmati per identificare persone presumibilmente "sospette", il che è un invito a un'ulteriore profilazione razziale.

Oltre ai budget comunali, ci sono numerosi modi in cui la polizia riceve i finanziamenti che consente loro di acquistare droni e lettori di targhe e costruire centri di comando di sorveglianza noti come centri della criminalità in tempo reale. Le sovvenzioni federali, i ricchi benefattori individuali, le fondazioni private e le tangenti da società di sorveglianza contribuiscono tutti al massiccio accumulo di tecnologia di sorveglianza da parte dei dipartimenti di polizia. Quindi la polizia lo usa per monitorare, ascoltare e identificare le persone che svolgono i loro affari.

Due di questi metodi possono essere immediatamente affrontati dall'amministrazione Biden.

Il programma 1033

Il famigerato programma 1033 fornisce alla polizia hardware militare in eccesso come veicoli blindati e armi. Creato negli anni '90, negli ultimi anni è stato oggetto di un tiro alla fune politico. L'amministrazione Obama ha limitato il tipo di equipaggiamento che poteva essere dato ai dipartimenti di polizia, dopo le proteste guidate dai neri del 2015 contro la violenza della polizia a Ferguson, Baltimora e altrove. L'amministrazione Trump ha invertito la rotta e ha avviato il programma poco dopo l'insediamento.

Nel gennaio 2021, il disegno di legge sulle spese militari (approvato nonostante il veto dell'ex presidente Trump) ha ripristinato alcuni corrimano necessari. Il Congresso ha vietato a granate, baionette, veicoli da combattimento armati e droni armati di passare le mani dalle forze armate ai dipartimenti di polizia locali.

Abbiamo bisogno di ulteriori regole per impedire che altre apparecchiature come i droni di sorveglianza raggiungano le nostre strade.

Dopo aver eliminato gradualmente il programma 1033 del Dipartimento della Difesa, che aiuterà a smilitarizzare la polizia locale, speriamo che la nuova amministrazione Biden ripenserà le sovvenzioni del Dipartimento per la sicurezza interna alla polizia statale e locale che finanzia la tecnologia di sorveglianza, come i centri di fusione, in tutto il paese. . Oltre a contribuire all'atteggiamento militarista e antagonista delle agenzie di polizia, è stato recentemente scoperto (ancora una volta) che i centri di fusione sono trafficanti di dubbia intelligence basata su voci, speculazioni e disinformazione .

Equa condivisione e decadenza dei beni civili

La confisca dei beni civili è un processo che consente alle forze dell'ordine di sequestrare denaro e proprietà da persone sospettate di essere coinvolte in un crimine prima che siano state condannate, e talvolta anche prima che siano state accusate. Quando un'agenzia di polizia locale collabora con un'agenzia federale, può richiedere una quota delle risorse sequestrate attraverso un processo chiamato "condivisione equa". Le forze dell'ordine locali spesso spendono questi fondi in tecnologie di sorveglianza, come ALPR, telecamere indossate e software di monitoraggio dei bambini .

Questo denaro condiviso viene comunemente passato dall'agenzia federale alle forze dell'ordine locali. Ad esempio, tra luglio 2012 e giugno 2015, la città di San Jose, California, ha ricevuto $ 569.461 dal programma di condivisione equa. Allo stesso modo, nel 2013, una parte dei 95.000 dollari di fondi confiscati è andata all'acquisto di ALPR per la città di Miami, in Florida. In effetti, gli ALPR sono un acquisto comune con questi fondi.

Poiché la persona la cui proprietà è stata confiscata non è stata ritenuta colpevole di un crimine, il divieto di confisca dei beni civili ha avuto in passato il sostegno bipartisan. Almeno tre stati , North Carolina, New Mexico e Nebraska, hanno vietato la pratica e ci sono stati diversi progetti di legge federali per fare lo stesso.

Sotto il presidente Obama, la confisca dei beni civili è salita alle stelle . Nel 2015 ha emesso un ordine esecutivo per creare alcuni guardrail per il programma. Sfortunatamente, l'amministrazione Trump li ha ribaltati nel 2017.

Ora, il presidente Biden ha la possibilità di usare il suo potere esecutivo per chiudere questo pericoloso gasdotto dalla confisca alla sorveglianza. Questo tipo di presunto "denaro federale gratuito" incentiva i dipartimenti di polizia locali ad acquistare tecnologia di sorveglianza invasiva di cui non hanno effettivamente bisogno, e spesso è generata rubando denaro a persone innocenti.


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su EFF – Electronic Frontier Foundation all’URL https://www.eff.org/deeplinks/2021/01/end-two-federal-programs-fund-police-surveillance-tech in data Mon, 25 Jan 2021 23:39:47 +0000.