L’Anello di Amazon consente gli sforzi di polizia eccessiva di alcune delle agenzie di applicazione della legge più letali d’America

L'Anello di Amazon consente gli sforzi di polizia eccessiva di alcune delle agenzie di applicazione della legge più letali d'America

Ring, la "smart" società di videocamere con campanello di Amazon, ha recentemente iniziato a condividere statistiche su quante richieste di video i dipartimenti di polizia inviano agli utenti e il numero è impressionante. Solo nel primo trimestre del 2020, la polizia ha richiesto video oltre 5000 volte, utilizzando le loro partnership con l'azienda per inviare direttamente e-mail agli utenti e chiedere loro di condividere video privati ​​dai loro dispositivi Ring.

Non è chiaro quante richieste video abbiano avuto successo, poiché gli utenti hanno la possibilità di rifiutare le richieste; tuttavia, anche una piccola percentuale di richieste riuscite significherebbe potenzialmente migliaia di video condivisi con la polizia all'anno. Con un mandato, la polizia potrebbe anche eludere il proprietario del dispositivo e ottenere filmati direttamente da Amazon, anche se il proprietario ha negato la polizia.

FIRMA LA PETIZIONE


RACCONTA L'ANNO PER CHIUDERE I PARTENARIATI DELLA POLIZIA

Ma questo non è l'unico numero inquietante: circa la metà delle agenzie che ora collaborano con Ring sono state anche responsabili di almeno un incontro fatale negli ultimi cinque anni, un'analisi dei dati di Ring , Incontri fatali e Mappatura della violenza della polizia Spettacoli. In effetti, tali agenzie sono state responsabili di oltre un terzo degli incontri mortali di polizia a livello nazionale. 1

Se Amazon è veramente preoccupato per il "razzismo sistemico e l'ingiustizia", ​​deve immediatamente riconoscere il pericolo di costruire una pipeline digitale da portico a polizia

Le preoccupazioni sulla violenza della polizia devono essere legate alle preoccupazioni relative alla crescente sorveglianza della polizia e alla mancanza di responsabilità che ne deriva. Le partnership ad anello facilitano l'accesso della polizia ai filmati video e audio da un numero enorme di videocamere con campanello rivolte a spazi pubblici come i marciapiedi, una caratteristica che potrebbe essere presumibilmente utilizzata per identificare i partecipanti a una protesta in un quartiere. Creano un meccanismo digitale ad alta velocità con il quale gli utenti possono esprimere giudizi rapidi su chi appartiene e chi non appartiene al loro vicinato e (a volte pericolosamente) convocare la polizia per affrontarli. Queste partnership rendono anche troppo facile per le forze dell'ordine molestare, arrestare o detenere qualcuno che sta semplicemente esercitando i propri diritti legali per la libera espressione, ad esempio camminando per un quartiere o cercando una campagna politica.

L'anello è più preoccupato del profitto che della sicurezza o della privacy

Accanto a un numero crescente di organizzazioni per le libertà civili e di funzionari eletti , EFF ha espresso preoccupazione per questi partenariati da quando sono stati segnalati inizialmente due anni fa. Da allora, sono cresciuti quasi in modo esponenziale , raggiungendo oltre 1400 agenzie dopo averne aggiunto 600 solo negli ultimi sei mesi.

Graph of ring partnerships showing a near-exponential curve

In un momento in cui ci sono più critiche che mai sui modi pericolosi in cui le forze dell'ordine interagiscono con le loro comunità, e mentre i cittadini e le aziende mettono in discussione i modi in cui facilitano tali interazioni, perché Ring dovrebbe raddoppiare le partnership con la polizia? La risposta è semplice: profitto.

Ogni volta che un'app della community porta a una chiamata 911 a una persona di colore, che sia un vicino o un visitatore, mette la persona a rischio di essere molestata o addirittura uccisa dalla polizia

Mentre almeno alcune aziende tecnologiche , e dei loro dipendenti , stanno riesaminando i loro stretti rapporti con le forze dell'ordine, anello continua a confondere volutamente la linea tra ciò che è meglio per la sicurezza di una comunità e ciò che è meglio per la sua linea di fondo. Ring è arrivato al punto di redigere dichiarazioni di stampa e post sui social media affinché la polizia promuovesse le telecamere Ring e scrivesse punti di discussione per convincere gli utenti a consegnare i loro filmati, creando un circolo vizioso in cui la polizia promuove l'adozione di Ring, Ring terrorizza le persone pensando che le loro case siano in pericolo e Amazon vende più telecamere. Questa disposizione rende i venditori fuori da quelli che dovrebbero essere protettori imparziali e affidabili della nostra società civile. In alcuni casi, i dipartimenti di polizia locali ottengono persino credito per l'acquisto di telecamere che possono distribuire ai residenti.

Ogni volta che un'app della community porta a una chiamata 911 a una persona di colore, che sia un vicino o un visitatore, mette a rischio di essere molestata o addirittura uccisa dalla polizia. La ricerca mostra che è più probabile che gli utenti riferiscano ai neri come impegnati in attività sospette sui social network come Neighbours o Nextdoor. I pericoli non sono solo teorici: Ring e altre app di sorveglianza del quartiere sono state entrambe sotto tiro per anni per aumentare la paranoia , normalizzare la sorveglianza e facilitare la segnalazione di comportamenti cosiddetti "sospetti" che alla fine equivalgono alla profilazione razziale .

Un agente immobiliare nero è stato fermato dalla polizia perché i vicini di Nextdoor pensavano che fosse "sospetto" per lui suonare un campanello. Un uomo è stato sparato e ucciso dai deputati dello sceriffo la stessa notte in cui una telecamera ad anello della donna ha catturato il suo video sulla sua veranda e che successivamente ha condiviso con l'app dei vicini. Queste app essenzialmente semplificano l'escalation della polizia e aumentano la probabilità di interazioni violente. Ma lungi dal spingere gli utenti a essere cauti e attenti quando segnalano il comportamento, Ring si è mosso nella direzione opposta, arrivando al punto di modificare la segnalazione di attività sospette e offrire prodotti gratuiti in cambio di segnalazioni.

L'anello non è l'unica attrezzatura di sorveglianza utilizzata da queste agenzie, ovviamente. Un sondaggio più dettagliato (su cui stiamo lavorando anche nel nostro Atlas of Surveillance ) indicherebbe senza dubbio l'uso di altre tecnologie pericolose, come il riconoscimento facciale, i lettori di targhe automatizzati e i droni, ma le partnership Ring sono particolarmente insidiose. È importante sottolineare che Ring non ha dimostrato di ridurre il crimine . Ma permette per l'espansione della sorveglianza di massa inspiegabile dalle forze dell'ordine. Chiedendo ai residenti (e alle società private) di svolgere il lavoro tecnologico di polizia, Ring minimizza la trasparenza e la responsabilità della polizia; non puoi inviare una richiesta di record pubblici ad Amazon. E se il proprietario di una videocamera Ring si rifiuta di consegnare il proprio video alla polizia, gli agenti possono comunque andare direttamente su Amazon con un mandato e chiedere loro il filmato, aggirando il proprietario della telecamera.

Una relazione con Ring, un crescente desiderio di sorveglianza sul fronte e una risposta ai rapporti paranoici di queste app sono tutti indicatori di un tipo di sovrintesa che mette gli agenti più frequentemente in contatto con popolazioni vulnerabili. Amazon Ring non dovrebbe collaborare con alcuna autorità di contrasto, ma riguarda in particolare il numero di agenzie con cui ha collaborato sono responsabili delle morti nelle loro comunità negli ultimi anni.

Ring deve ammettere il pericolo di queste partnership

A giugno Nextdoor, l'app di sorveglianza del quartiere e dei social network in concorrenza con l'app Ring's Neighbors, ha annunciato la fine di una funzione "Forward to Police" , che consente agli utenti di condividere i propri post o avvisi urgenti direttamente con le forze dell'ordine. La cessazione di questa funzione fa parte del "lavoro anti-razzismo" dell'azienda e dei suoi "sforzi per rendere Nextdoor un luogo dove tutti i vicini si sentono i benvenuti".

Questo cambiamento da Nextdoor è un buon segno, ma è solo un piccolo passo nella giusta direzione. A differenza della funzione Forward to Police di Nextdoor, che secondo Nextdoor è stata utilizzata solo da una piccola percentuale di forze dell'ordine, la crescita dei partenariati polizia-anello non mostra alcun segno di rallentamento. Questo deve cambiare. Citando le attuali proteste contro la polizia, Amazon ha interrotto la vendita del suo strumento di riconoscimento facciale, Rekognition, alla polizia per un anno, ma quel segnale non significa nulla per il pubblico se la società continua ad accelerare l'accesso della polizia al filmato di sorveglianza domestica.

FIRMA LA PETIZIONE


RACCONTA L'ANNO PER CHIUDERE I PARTENARIATI DELLA POLIZIA

Non ci sono prove che la sorveglianza ad anello renda i quartieri più sicuri, ma ci sono prove che possono rendere la polizia meno responsabile , invadere la comunità in privato e alimentare il fuoco del pregiudizio razziale . Se Amazon è veramente preoccupata per il "razzismo sistemico e l'ingiustizia", ​​come afferma la compagnia, deve immediatamente riconoscere il pericolo di costruire un oleodotto digitale da portico a polizia e porre fine a queste invasive e spericolate alleanze Ring-Police .

  • 1. Attualmente Ring collabora con 1403 forze dell'ordine. Un'analisi superficiale dei dati di Mapping Police Violence (MPV) dal 2015 ad oggi ha identificato 559 di queste agenzie come responsabili di almeno un decesso per polizia (40%), mentre nello stesso periodo, gli Incontri fatali il set di dati ha identificato 695 agenzie come responsabili di almeno un decesso per polizia (50%). Inoltre, MPV riporta 6084 decessi, di cui agenzie con partnership Ring hanno rappresentato il 2165, mentre Fatal Encounters riporta 9635 morti, con 3382 che coinvolgono agenzie con partnership Ring (entrambe pari al 35% delle morti totali).

Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su EFF – Electronic Frontier Foundation all’URL https://www.eff.org/deeplinks/2020/07/amazons-ring-enables-over-policing-efforts-some-americas-deadliest-law-enforcement in data Thu, 02 Jul 2020 15:46:29 +0000.