EFF si unisce a HOPE 2020

EFF si unisce a HOPE 2020

I membri dello staff di EFF presenteranno alcuni dei nostri ultimi lavori alla conferenza biennale Hackers on Planet Earth (HOPE) della rivista 2600 che inizierà questo fine settimana. HOPE è un evento di hacker diversificato che ha attirato migliaia di armeggi, ricercatori di sicurezza, attivisti, artisti e produttori dal 1994. In partenza dal famigerato Hotel Pennsylvania di New York, questa prima edizione virtuale di HOPE eseguirà un epico 9 giorni dal 25 luglio al 2 agosto.

Le presentazioni di EFF tratteranno diversi argomenti relativi ai diritti online, tra cui il riconoscimento facciale , i poteri di sorveglianza del governo , gli standard e le specifiche di identità digitale, i pericoli per la sicurezza in Amazon's Ring e molto altro. I dichiaranti HOPE potranno inoltre partecipare a sessioni di domande e risposte in formato libero con EFF e membri di Electronic Frontier Alliance .

SPERANZA oratore principale includono il direttore esecutivo di EFF Cindy Cohn che parla il 2 agosto alle 14:00 EST, nonché l'autore e consulente speciale EFF Cory Doctorow il 25 luglio alle 16:00 EST.

Presentazioni EFF

Incontra l'EFA: una discussione sull'organizzazione di base per la privacy digitale, la sicurezza, l'espressione libera, la creatività e l'accesso alla conoscenza
nash
Domenica 26 luglio alle 13:00 EST sul Public Talk Stream
Fondata da EFF, Electronic Frontier Alliance (EFA) è una rete di base di organizzazioni di comunità e campus negli Stati Uniti. Unisciti ai rappresentanti del FEP e ai gruppi affiliati all'EFA per questo panel di discussione sulla difesa della tecnologia basata sulla comunità e lavorando all'interno della tua comunità per educare e responsabilizzare i vicini nella lotta per la privacy dei dati e i diritti digitali.

Riforma o scadenza? La battaglia per autorizzare nuovamente i programmi FISA
India McKinney , Andrew Crocker
Lunedì 27 luglio alle 16:00 EST sul Public Talk Stream
Il 15 marzo 2020, la sezione 215 della legge PATRIOT – una legge di sorveglianza con una ricca storia di superamento e abuso del governo – è scaduta. Insieme ad altre due disposizioni della legge PATRIOT, la sezione 215 è scaduta dopo che i legislatori non sono riusciti a raggiungere un accordo su una più ampia serie di riforme della Foreign Intelligence Surveillance Act (FISA).

Nella settimana precedente alla scadenza della legge, la Camera dei rappresentanti ha approvato la legge sulla riautorizzazione degli Stati Uniti FREEDOM, che avrebbe esteso la sezione 215 per altri tre anni, insieme ad alcune riforme modeste. Dopo i negoziati, il Senato ha approvato una versione leggermente modificata della proposta di legge, ma dopo una minaccia di veto da parte del Presidente, la Camera dei Rappresentanti non è riuscita a approvarla. Il conto attualmente è scaduto, ma la domanda rimane: per quanto tempo? E come sarà la riforma?

In questa discussione, India e Andrew spiegheranno i fattori politici alla base di questo insolito percorso legislativo, nonché le implicazioni politiche di queste proposte.

Le prime identità digitali mobili e la tua privacy
Alexis Hancock
Martedì 28 luglio alle 20:00 EST sul Public Talk Stream
"Mobile First" è qualcosa di più del mantra di uno sviluppatore web cantato dal 2010. Significa anche che molte persone ora visitano i siti Web e utilizzano i servizi dai loro dispositivi mobili più che su laptop e desktop. Recentemente sono state discusse diverse proposte e modelli pubblicati per stabilire gran parte della nostra vita attraverso i nostri dispositivi mobili. Le grandi proposte includono patenti di guida mobili, credenziali sanitarie mobili e altre forme di documentazione digitalizzata come titoli universitari. Gli standard recentemente pubblicati e proposti includono il modello di dati delle credenziali verificabili del W3C e la conformità della patente di guida mobile ISO 18013-5. Questo discorso discute le preoccupazioni sulla privacy che circondano queste idee, casi di test e la traiettoria dell'identificazione digitalizzata.

Ring's Wrongs: Capitalismo di sorveglianza, Contratti di applicazione della legge e Monitoraggio dell'utente
Bill Budington
Mercoledì 29 luglio alle 12:00 EST sul Public Talk Stream
Questo discorso catalizzerà la campagna di Ring's Wrongs e EFF contro queste pratiche – pratiche che non solo facilitano il superamento delle forze dell'ordine e danneggiano la privacy degli utenti, ma forniscono anche l'esempio più chiaro di capitalismo di sorveglianza, una nuova frontiera del profitto.

Quando i poliziotti vengono hackerati: lezioni (ONU) apprese da un decennio di violazioni delle forze dell'ordine
Dave Maass , Madison Vialpando , Emma Best
Giovedì 30 luglio alle 15:00 EST sul Public Talk Stream
Più di 125 forze dell'ordine statunitensi hanno subito qualche forma di violazione di hacking o di dati negli ultimi dieci anni. Madison Vialpando, laureata in giornalismo, ha lavorato con la Electronic Frontier Foundation per creare un set di dati che compili tutti i ransomware, gli attacchi DDOS, il furto di dati fisici, i server e le tecnologie di sorveglianza esposte online. In questo discorso, spiegherà come funziona il set di dati, le tendenze rivelate dai dati, alcuni dei casi di studio più interessanti e se le forze dell'ordine stanno effettivamente imparando qualcosa da questi incidenti. Dave Maass parlerà della ricerca sulla sicurezza della Electronic Frontier Foundation sui lettori automatici di targhe e altre tecnologie di sorveglianza non garantite, mentre l'attivista per la trasparenza Emma Best of Distributed Denial of Secrets fornirà una panoramica di BlueLeaks, una delle più grandi discariche di documenti di polizia interna della storia .

Chi ha il tuo viso? La lotta contro l'uso del riconoscimento facciale da parte delle agenzie governative statunitensi
Jason Kelley , Matthew Guariglia
Venerdì 31 luglio alle 12:00 EST sul Public Talk Stream
La lotta contro l'uso da parte del governo della tecnologia di riconoscimento facciale è importante, e le libertà civili e altri gruppi sono venuti da molte angolazioni diverse. Sfortunatamente, la tecnologia è già disponibile – in uso – e mette in pericolo la privacy delle persone. A causa delle diverse leggi, regolamenti e accordi di condivisione dei dati tra agenzie federali, statali e locali in tutto il paese, i residenti e i visitatori degli Stati Uniti spesso hanno la loro immagine non solo raccolta e archiviata per scopi di riconoscimento facciale dal governo, ma spesso anche condivisa segretamente tra decine di agenzie. A causa della complessità di queste leggi e accordi, è molto difficile imparare chi ha esattamente la tua immagine. Può essere necessaria una mentalità da hacker per sapere dove si trova la tua immagine: FOIA, ricerca online, persino contattare le persone direttamente presso le agenzie governative. Utilizzando tutti questi metodi, EFF ha sviluppato un nuovo sito Web interattivo per spiegare agli utenti quali agenzie potrebbero utilizzare la loro immagine per il riconoscimento facciale e per spronarli ad agire. Gli oratori spiegheranno problemi con la tecnologia di riconoscimento facciale; che tipo di patrocinio è stato efficace in passato; dove rispettiamo le normative federali, statali e locali; e discutere su come hanno svolto la ricerca, la progettazione e la creazione del sito Web whohasyourface.org e i suoi risultati su leggi e sostegno, nonché suggerire modi in cui gli altri possono basarsi su questa ricerca.

Chiedi al FEP: l'anno delle libertà civili digitali
Alexis Hancock , India McKinney , Kurt Opsahl , Naomi Gilens , Rory Mir
Sabato 1 agosto alle 12:00 EST sul Public Talk Stream
Ricevi le ultime informazioni su come la legge sta correndo per stare al passo con i cambiamenti tecnologici dei membri dello staff di Electronic Frontier Foundation, il primo gruppo di libertà civili digitali della nazione che lotta per la libertà e la privacy nell'era dei computer.

Richieste legali per ricercatori di sicurezza

Gli avvocati del personale di EFF si impegnano a supportare la comunità della sicurezza informatica. Se hai dubbi legali in merito a una presentazione imminente, o una ricerca infosec sensibile che stai conducendo per la SPERANZA o in qualsiasi momento, invia un'e mail a [email protected] e faremo del nostro meglio per fornirti l'aiuto di cui hai bisogno.


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su EFF – Electronic Frontier Foundation all’URL https://www.eff.org/deeplinks/2020/07/eff-hope-2020 in data Fri, 24 Jul 2020 18:35:23 +0000.