Cerimonia di premiazione dei pionieri 2020: una celebrazione delle comunità

Cerimonia di premiazione dei pionieri 2020: una celebrazione delle comunità

La scorsa settimana abbiamo celebrato la 29a cerimonia annuale, e la prima in assoluto online, del Pioneer Award , che EFF convoca per i nostri eroi digitali e per le persone che contribuiscono a rendere il mondo online un luogo migliore, più sicuro, più forte e più divertente. Come le molte cerimonie di premiazione precedenti, l'evento tutto online è stato sia una festa intima con gli amici, sia un promemoria del lavoro critico sui diritti digitali svolto da così tanti gruppi e individui, alcuni dei quali non sono così famosi come dovrebbero essere.

Forse era una caratteristica della pandemia, non un bug, il fatto che chiunque potesse partecipare alla celebrazione di quest'anno e ora chiunque può guardarlo online . Puoi anche leggere la trascrizione completa . Più che mai, la cerimonia del Pioneer Award di quest'anno è stata una celebrazione delle comunità online, in particolare la comunità dell'Open Technology Fund che lavora per creare una tecnologia migliore a livello globale; la comunità di attivisti neri che spinge per la giustizia razziale nel modo in cui la tecnologia funziona e viene utilizzata; e la comunità delle lavoratrici del sesso che sta costruendo strumenti digitali per proteggersi a vicenda, sia online che offline.

Ma dopotutto è stata una festa. Quindi abbiamo dato il via alla serata semplicemente vibrando con DJ Redstickman , che ha portato il suo caratteristico mix di musica funky e divertente, oltre ad alcune immagini virtuali.

DJ Redstickman

Il direttore esecutivo di EFF, Cindy Cohn, ha iniziato le sue osservazioni di apertura ricordando che questo è il 30 ° anno di EFF , e sebbene ci siamo impegnati da molto tempo, non siamo mai stati così impegnati:

Il direttore esecutivo dell'EFF Cindy Cohn

Siamo impegnati nei tribunali, inclusa una nuova causa la scorsa settimana contro la città di San Francisco per aver permesso alla polizia di spiare i manifestanti di Black Lives Matter e il Pride Parade in violazione di un'ordinanza che abbiamo contribuito a far passare. Siamo impegnati nello sviluppo di tecnologie, incluso il proseguimento del nostro ruolo nella crittografia del Web. Siamo impegnati nella legislatura californiana, continuando a spingere per Broadband for All, che è così disperatamente necessario per i milioni di californiani che ora devono lavorare e andare a scuola da casa. Siamo impegnati in tutta la nazione e in tutto il mondo per difendere il tuo diritto di avere una conversazione privata utilizzando la crittografia e per il tuo diritto di creare strumenti interoperabili. E stiamo bloggando, twittando e pubblicando su tutti i tipi di social media per tenerti consapevole di quello che sta succedendo e, si spera, occasionalmente divertito.

Cindy è stata seguita dal nostro oratore principale, amico di lunga data di EFF, autore e uno dei migliori reporter che ricercano tutto ciò che riguarda la tecnologia, Cyrus Farivar . Il recente libro di Cyrus, Habeus Data, copre 50 anni di legge sulla sorveglianza in America, e il suo libro precedente The Internet of Elsewhere, si concentra sulla storia e sugli effetti di Internet in diversi paesi del mondo.

Relatore principale, Cyrus Farivar

Cyrus ha descritto in dettaglio il suo viaggio per diventare un reporter tecnologico, dal tempo trascorso nelle chat IRC durante l'adolescenza fino alla sua realizzazione, in Germania nel 2010, di "cosa significa essere privati ​​e cosa significa avere sorveglianza". A quel tempo, i politici tedeschi erano preoccupati delle implicazioni sulla privacy di Google Streetview. In Germania, ha spiegato Cyrus, in particolare in ogni stato tedesco, esiste un'agenzia per la protezione dei dati: “In un certo senso, penso all'EFF come una delle migliori cose future. Non abbiamo un'agenzia o autorità per la protezione dei dati in questo paese. Certo, abbiamo la FCC. Abbiamo altre agenzie governative che sono responsabili di prendersi cura di noi, ma non abbiamo qualcosa del genere. Penso che una delle cose che l'EFF fa probabilmente meglio della maggior parte delle altre organizzazioni è davvero cercare di capire cosa ha senso in questa nuova realtà ".

Cyrus, ovviamente, è una delle tante persone che ci aiutano tutti a dare un senso a questa nuova realtà, attraverso i suoi resoconti – e siamo contenti che abbia combattuto la buona battaglia da quando ha incontrato EFF durante la Campagna del Nastro Blu.

A seguire Cyrus è stato il tecnologo dello staff EFF Daly Barnett, che ha presentato il vincitore del primo Barlow: Ms. Danielle Blunt, alias Mistress Blunt. Danielle Blunt è un'attivista della prostituta e ricercatrice di politiche tecnologiche, ed è una delle co-fondatrici di Hacking // Hustling, un collettivo di prostitute e complici che lavorano all'incrocio tra tecnologia e giustizia sociale. La sua ricerca sul lavoro sessuale e sull'equo accesso alla tecnologia dal punto di vista della salute pubblica l'ha portata ad essere uno dei principali esperti sugli impatti della legge sulla censura FOSTA-SESTA e su come la moderazione dei contenuti influisce sul lavoro di movimento delle lavoratrici del sesso e degli attivisti. . Come disse Daly durante la sua introduzione, “ci sono poche persone su questo pianeta che sono così ben equipaggiate per sovvertire la dinamica del potere tossico che la grande tecnologia impone a molti di noi. Mistress Blunt può esaminare un sistema del genere, individuare i punti deboli e sfruttare gli strumenti giusti per sfruttarli. "

Vincitrice del Pioneer Award, Danielle Blunt

Mistress Blunt ha mostrato e evidenziato in modo specifico come Hacking // Hustling colma il divario tra i diritti dei lavoratori del sesso, la politica tecnologica e il mondo accademico, e ha sottolineato i modi in cui i lavoratori del sesso, che sono spesso i primi ad adottare, sono sfruttati anche dalle aziende tecnologiche:

I lavoratori del sesso sono stati alcuni dei primi ad adottare il web. Le lavoratrici del sesso sono state tra le prime a utilizzare piattaforme di e-commerce e le prime ad avere siti Web personali. La rapida crescita di innumerevoli piattaforme tecnologiche dipendeva dall'adozione precoce delle lavoratrici del sesso … [ma] Non tutte le lavoratrici del sesso hanno un accesso equo alle tecnologie oa Internet. Ciò significa che la libertà digitale per le lavoratrici del sesso significa un accesso equo alle tecnologie. Significa coltivare una comprensione più profonda di come la tecnologia viene impiegata per sorvegliare e limitare il movimento delle lavoratrici del sesso e di come questo influisce su tutti noi, perché ha un impatto su tutti noi.

Dopo il discorso di Mistress Blunt, la direttrice della libertà di espressione internazionale dell'EFF Jillian York si è unita a noi dalla Germania per presentare la prossima premiata, Laura Cunningham. Laura ha accettato il premio per la comunità Open Technology Fund , un gruppo che ha promosso una comunità globale e ha fornito supporto, sia monetario che in natura, a più di 400 progetti che cercano di combattere la censura e la sorveglianza repressiva. Ciò ha consentito a oltre 2 miliardi di persone in oltre 60 paesi di accedere a Internet aperto in modo più sicuro.

Sfortunatamente, una nuova leadership è stata recentemente nominata dall'amministrazione Trump per gestire il finanziatore di OTF, l'Agenzia statunitense per i media globali (USAGM). Di conseguenza, esiste la possibilità che i fondi dell'organizzazione vengano congelati, minacciando di lasciare molti strumenti di libertà globale ben consolidati, i loro utenti e i loro sviluppatori in balia. Di conseguenza, questo premio è stato offerto all'intera comunità OTF per il loro duro lavoro e dedizione alla libertà globale di Internet e perché EFF riconosce la necessità di proteggere questa comunità e garantirne la sopravvivenza nonostante gli attuali attacchi politici. Come ha affermato Laura accettandolo, il premio "riconosce l'impatto e il successo dell'intera comunità OTF" ed è "un toccante promemoria di ciò che un gruppo impegnato di persone appassionate può realizzare quando si uniscono attorno a un obiettivo comune".

Laura Cunningham ha accettato il Barlow per conto della Open Technology Fund Community

Ma poiché OTF è una comunità, Laura non ha accettato il premio da sola. Un montaggio video preregistrato dei membri della comunità OTF ha dato voce a questo principio mentre descrivevano ciò che la comunità significa per loro:

Per me, la comunità OTF è piena di risorse. Non ho mai incontrato una comunità che faccia così tanto con così poco considerando quanto sia importante il loro lavoro per attivisti e giornalisti di tutto il mondo per combattere la sorveglianza e la censura.

Amo OTF perché oltre a fornire tecnologia open source alle comunità emarginate, ho trovato le mie sorelle in lotta e solidarietà in questo luogo per una donna di colore e ho trovato la mia comunità all'interno della comunità OTF. Far parte della comunità OTF significa che non sono solo nella lotta contro l'ingiustizia, la disuguaglianza, contro la sorveglianza e la censura.

I membri della comunità OTF hanno parlato di cosa significa per loro

Per me, la comunità OTF gioca un ruolo importante nel lavoro che svolgo perché mi permette di essere in uno spazio in cui vedo persone provenienti da diversi paesi del mondo che lavorano per un obiettivo comune di libertà di Internet.

Ti racconterò una storia sugli abitanti dei villaggi in Vietnam. L'anno è il 2020. Un anziano di un villaggio di 84 anni ucciso a colpi di arma da fuoco dalla polizia mentre difendeva la sua terra e quella dei suoi abitanti. I suoi due figli condannati a morte. Suo nipote condannato all'ergastolo. Questa era la storia di tre generazioni di famiglie in una zona rurale del Vietnam. È stato il mondo online a portare le storie a decine di milioni di vietnamiti e a stimolare una serie di azioni online. Grazie alla nostra lotta contro la censura di Internet, i vietnamiti hanno accesso alle informazioni.

Siamo una comunità che combatte insieme per la libertà di Internet, una precondizione oggi per godere dei diritti fondamentali.

Questi sono solo alcuni punti salienti. Ci auguriamo che guarderai il video per vedere esattamente perché OTF è così importante e così apprezzato a livello globale.

Dopo questo splendido video, Nathan Sheard, Direttore dell'organizzazione della comunità di EFF, ha presentato i vincitori del premio finale: Joy Buolamwini, Dr. Timnit Gebru e Deborah Raji.

Vincitori del premio Pioneer Joy Buolamwini, Dr. Timnit Gebru e Deborah Raji

Il trio ha svolto ricerche innovative sulla razza e sui pregiudizi di genere nella tecnologia di analisi facciale, che ha gettato le basi per il movimento nazionale per vietare l'uso della sorveglianza del viso da parte delle forze dell'ordine nelle città americane. Nell'accettare il premio, ogni premiato ha parlato, a cominciare da Deborah Raji, che ha dettagliato alcuni dei pericoli del riconoscimento facciale che il loro lavoro insieme al progetto Gender Shades ha aiutato a scoprire: “La tecnologia che richiede la violazione della privacy di numerose persone non funziona. La tecnologia dirottata per essere armata e prendere di mira e molestare le comunità vulnerabili non funziona. La tecnologia che non è all'altezza delle sue affermazioni su alcuni sottogruppi rispetto ad altri sottogruppi certamente non funziona affatto ".

Dopo Deborah, la dott.ssa Timnit Gebru ha descritto come questo gruppo si è riunito, iniziando con Joy che ha fondato la Algorithmic Justice League , Deb ha fondato Project Include e la sua co-fondazione di Black in AI . È importante sottolineare che Timnit ha notato come questi tre – e le loro organizzazioni – si guardano l'un l'altro: “Joy ha effettivamente ricevuto questo premio e voleva condividerlo con noi. Tutti noi vogliamo veder crescere l'un l'altro e tutte le organizzazioni che abbiamo fondato, cerchiamo di fare in modo che tutte queste organizzazioni si supportino a vicenda ".

Infine, Joy Buolamwini ha chiuso l'accettazione con una performance, un "passaggio dalle metriche della performance alla performance art". Joy ha lavorato con gli inquilini di Brooklyn che si stavano organizzando contro l'uso forzato del riconoscimento facciale nel loro edificio, e la sua poesia era un'ode a loro e a tutti "che resistevano e rivelavano la menzogna che dobbiamo accettare la resa dei nostri volti". La poesia è qui per intero:

Agli inquilini di Brooklyn che resistono e rivelano la menzogna che dobbiamo accettare la resa dei nostri volti, la raccolta dei nostri dati, il saccheggio delle nostre tracce, celebriamo il vostro coraggio. Nessun silenzio. Nessun consenso. Dimostrate che il percorso verso la giustizia algoritmica richiede una lega, una sorellanza, un quartiere, una riunione nel corridoio, pennarelli e manifesti, coalizioni, petizioni, testimonianze, lettere, ricerche e potlucks, live streaming e contrazioni, balli e musica. Tutti giocano un ruolo per orchestrare il cambiamento. Agli inquilini di Brooklyn e ai combattenti per la libertà in tutto il mondo e alla famiglia EFF che va forte, persiste e prevale contro gli algoritmi di oppressione, automatizzando la disuguaglianza attraverso armi di distruzione matematica, siamo con voi in segno di gratitudine. Dimostrate che le persone hanno una voce e una scelta. Quando le melodie provocatorie si armonizzano per elevare la vita umana, la dignità ei diritti, la vittoria è nostra.  

Joy Buolamwini, alias Poeta del codice

Non c'è davvero un modo semplice per riassumere una celebrazione come la Cerimonia di Premiazione dei Pionieri, specialmente quella che ha riunito questo insieme diversificato di comunità per mostrare, ancora e ancora, quanto siamo tutti collegati, e dobbiamo essere, per lottare contro l'oppressione. Come ha detto Cindy, in chiusura:

Sappiamo tutti che nessun grande cambiamento avviene a causa di una singola persona e quanto importanti possono essere i legami della comunità quando siamo di fronte a così grandi probabilità … Internet può darci gli strumenti e può aiutarci a creare altri per permetterci di connettiti e combatti per un mondo migliore, ma in realtà quello che ci vuole siamo noi. Ci vuole unire insieme ed esercitare la nostra volontà, la nostra intelligenza e la nostra grinta per realizzarlo. Ma quando lo facciamo bene, EFF, spero, può aiutare a guidare quei combattimenti, ma possiamo anche aiutare a sostenere gli altri che li stanno guidando e sempre, sempre aiutare ad illuminare la strada verso un futuro migliore. 

EFF desidera ringraziare i membri di tutto il mondo che hanno reso possibile la cerimonia del Pioneer Award e tutto il lavoro di EFF. Puoi aiutarci a lavorare verso un mondo digitale che supporti la libertà, la giustizia e l'innovazione per tutte le persone donando a EFF . Sappiamo che questi sono tempi profondamente pericolosi e, con il tuo sostegno, staremo insieme, non importa quanto buio diventi e saremo ancora qui per inaugurare una giornata più luminosa.

Grazie ancora a Dropbox, No Starch Press, Ridder Costa & Johnstone LLP e Ron Reed per il supporto alla cerimonia di quest'anno! Se tu o la tua azienda siete interessati a saperne di più sulla sponsorizzazione, contattate Nicole Puller .


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su EFF – Electronic Frontier Foundation all’URL https://www.eff.org/deeplinks/2020/10/pioneer-awards-night-2020-celebration-communities in data Tue, 20 Oct 2020 17:30:35 +0000.