I diritti delle donne nella nuova costituzione del Kirghizistan

L'11 aprile 2021, il Kirghizistan ha tenuto un referendum sull'adozione di 81 emendamenti alla sua Costituzione, che equivale quasi a una Costituzione completamente nuova. L'iniziatore degli emendamenti è stato Sadyr Japarov, che ha vinto le elezioni presidenziali del 10 gennaio 2021. Il neoeletto presidente ritiene che la nuova Costituzione stabilizzerebbe la situazione nel Paese, dopo un cambio di leadership e un periodo di governo caotico. Pertanto, il fulcro della nuova Legge fondamentale è il passaggio da una forma di governo parlamentare a una presidenziale, in cui i poteri del capo dello Stato sono notevolmente ampliati. Il 79,24% degli elettori ha sostenuto la nuova Costituzione al referendum.

Tralasciando tutte le numerose violazioni procedurali della legge costituzionale – che vanno dall'annuncio illegittimo e l'adozione del referendum, alle violazioni nei lavori del Consiglio costituzionale, per finire con disposizioni costituzionali in violazione degli equilibri del sistema dei controlli e contrappesi e l'usurpazione di potere nelle mani del capo dello stato: alcune disposizioni della nuova costituzione minacciano i diritti delle donne. Insieme, le disposizioni separate della nuova Costituzione rischiano di diventare uno strumento regressivo che potrebbe sopprimere la posizione delle donne in Kirghizistan.

Emendamenti costituzionali incostituzionali

Alcuni articoli della Costituzione non riflettono l'elevato livello degli standard internazionali sui diritti umani. In particolare, se parliamo di status e diritti delle donne, si possono distinguere le seguenti disposizioni che, in una specifica interpretazione soggettiva, possono giocare in resistenza alla posizione delle donne nella società kirghisa.

Fondamenti spirituali e culturali della società kirghisa

Il preambolo della nuova Costituzione sottolinea ora l'importanza dei fondamenti spirituali e culturali della società kirghisa: “seguire le tradizioni dei nostri antenati, continuando a vivere in unità, pace, armonia con la natura, sulla base dei precetti di Manas il Magnanimo”. Questa citazione sostituisce le parole del preambolo della vecchia Costituzione del 2010 , sulla lotta per uno Stato democratico libero e indipendente.

Parallelamente al tema delle inclinazioni tradizionali della nuova Costituzione, è stato introdotto un nuovo capitolo sui fondamenti spirituali e culturali della società. L'articolo 21 contiene ora un cenno alle tradizioni e ai costumi del popolo kirghiso. Alcuni interpretano il consolidamento dei valori tradizionali nella costituzione come un cambiamento nelle priorità, verso l' erosione del peso e del significato dei diritti umani e delle libertà fondamentali, qualora fossero in conflitto con i valori tradizionali.

Le ragazze e le donne della società kirghisa non hanno sempre beneficiato delle tradizioni dei loro antenati. Le pratiche di "ala-kachuu" (rapimento della sposa), " chelinismo " (la sottomissione forzata delle nuove spose alle suocere nelle famiglie dei mariti) e il matrimonio precoce, nonostante le profonde radici tradizionali, spesso sono in contrasto con il diritti delle ragazze e delle donne kirghise. Vale a dire, nelle loro manifestazioni più estreme, queste pratiche tradizionali sono forme di violenza contro le ragazze e le donne. Un caso recente e sorprendente è stato quello di una giovane ragazza rapita e uccisa dalla sposa , che ha causato un putiferio nel Kirghizistan e nella comunità internazionale. Sfortunatamente, il rapimento della sposa e altri resti del passato sono ancora giustificati da alcuni come una pratica tradizionale, mentre in realtà sono atti criminalizzati.

Dato l'orientamento della Costituzione adottata verso tradizioni e costumi, le suddette forme di violenza contro le donne, soggettivamente, possono essere interpretate come rispetto per le tradizioni degli antenati del popolo kirghiso.

Il preambolo di qualsiasi documento, di regola, stabilisce i suoi principali motivi e obiettivi, indicando così la direzione dell'intero documento e la sua influenza su altri articoli. Considerando il preambolo "tradizionalmente" della nuova Costituzione, si può vedere come essa intreccia i suoi rami negli articoli seguenti.

Che incidono sulle libertà di espressione, riunione pacifica e associazione

Inoltre, l'articolo 10 (4) della nuova Costituzione, al fine di proteggere le giovani generazioni, stabilisce il divieto di eventi e la diffusione di informazioni che "contraddicono i valori morali ed etici, la coscienza pubblica del popolo della Repubblica del Kirghizistan".

Data la spiacevole esperienza del Kirghizistan nello svolgimento di marce femminili l' 8 marzo – Giornata internazionale della donna – e dei movimenti delle donne in generale, questa disposizione potrebbe limitare formalmente i diritti delle donne a tenere tali eventi. Sebbene il Kirghizistan sia stato il primo stato dell'Asia centrale a indire Marce di solidarietà dal 2016 a sostegno dei diritti delle donne, questi sforzi sono stati ampiamente criticati o addirittura interrotti con la forza . All'interno del sentimento omofobico prevalente nel paese, in molti casi, queste marce sono state percepite come movimenti di sostegno LGBTQ +. Espressioni creative per l'uguaglianza di genere, come il festival Feminale , che cerca di attirare l'attenzione sul problema dello status della donna nella società moderna, sono state accolte anche con reazioni rabbiose da parte di alcuni parlamentari e gruppi sociali, come il movimento patriottico nazionale Kyrk Choro (Forty Knights ). Di conseguenza, il Ministero della Cultura censura queste forme di creatività.

La disposizione probabilmente violerà i diritti umani, comprese le libertà di espressione, riunione pacifica e associazione. Inoltre, i concetti di "valori morali ed etici" e di "coscienza pubblica delle persone" sono concetti vaghi , non divulgati e non legalmente definiti a livello internazionale, che a loro volta possono anche essere soggetti a interpretazione e applicazione arbitrarie.

I tribunali di Aksakals (Corte degli anziani)

Continuando il tema delle precedenti disposizioni che incidono negativamente sui diritti delle donne, la Costituzione può anche influenzare un altro diritto: il diritto a un equo processo, in particolare nei casi di abuso domestico.

L'articolo 59 della Costituzione del 2010 aveva già riconosciuto l'esistenza dei tribunali di Aksakals. Si tratta di enti pubblici extragiudiziali, competenti in cause civili e che agiscono come autorità post-sentenza per reati minori. Oltre alle norme legali, sono guidati dalla loro coscienza, convinzioni personali, moralità ed etica, storicamente formate dai costumi e dalle tradizioni kirghise. Tuttavia, la nuova Costituzione li affronta in modo più ampio ( articolo 115 ), ampliando il ruolo dei tribunali di Aksakals nel sistema giudiziario del Kirghizistan.

Pur riconoscendo le caratteristiche salienti della conciliazione inerenti ai tribunali di Aksakals, nonché il loro valore e importanza tradizionali nel patrimonio culturale kirghiso, il loro funzionamento parallelo con i tribunali della giurisdizione generale può essere problematico. L'UN HRC ha riconosciuto che tali tribunali non rispettano pienamente le garanzie a un processo equo. In particolare, le decisioni dei tribunali di Aksakals incidono negativamente sulle donne in violazione del principio di non discriminazione in base al genere. Ad esempio, quando si tratta di considerare casi di violenza domestica, secondo l' OSCE , nella maggior parte dei casi, i meccanismi dei tribunali di Aksakals portano alla riconciliazione delle parti, mentre i tribunali di Aksakals non hanno il potere di emettere ordini di protezione, fornire sostegno e assistenza alle vittime di violenza o ordinare l'arresto di un molestatore.

Conclusione

Considerando tutto quanto sopra, la nuova Costituzione manca di un fondamento nel principio dello Stato di diritto. Al contrario, pone un forte accento sulle tradizioni ancestrali e sui valori morali, dando così una grande priorità a valori familiari e religiosi spesso regressivi, discriminatori o criminalizzati.

Evidentemente, tutte le disposizioni considerate hanno una logica tradizionalista, che, anche senza indicarla esplicitamente, nasconde preoccupazioni ben più grandi. Il preambolo stabilisce l'orientamento generale della Costituzione verso il rispetto delle tradizioni e dei costumi. Quindi, questa idea fluisce senza problemi nelle disposizioni sul divieto di misure che contraddicono i valori morali ed etici. Alla fine, arriviamo agli articoli che elevano l'importanza dei tribunali doganali di Aksakals nel sistema giudiziario e, insieme, queste clausole possono portare a conseguenze negative significative. I diritti umani fondamentali delle donne, come le libertà di espressione, associazione e riunione pacifica, nonché il diritto a un processo equo, saranno ulteriormente limitati e in futuro tali limitazioni potrebbero estendersi ad altri diritti. Inoltre, tutti i tipi di forme convenzionali di violenza contro donne e ragazze saranno giustificati da considerazioni tradizionali e consuetudinarie. Questo sarà un grande ritorno al passato patriarcale, dove le donne saranno ulteriormente represse, sottoposte a violenze ancora maggiori e non potranno né esercitare né difendere i loro diritti.

Naturalmente, considerando chi interpreterà le disposizioni e come, l'entità del danno può variare. In ogni caso, il fatto che alcuni articoli siano scritti in violazione degli standard internazionali sui diritti umani è ovvio. Alla fine, questa riforma costituzionale rappresenterà un grande passo indietro, che potrebbe portare a nuovi sconvolgimenti sociali e politici in futuro, considerando, in particolare, la colorata storia dell'attivismo femminile del Kirghizistan. Oppure, nel peggiore dei casi, l'orientamento neo-tradizionalista rimarrà in vigore, sviluppandosi così in un'autocrazia, dove le tradizioni, i costumi e la moralità prenderanno il potere sulla legge.


Questa è la traduzione automatica di un articolo pubblicato su Verfassungsblog all’URL https://verfassungsblog.de/kyrgyz-women/ in data Fri, 16 Apr 2021 10:49:45 +0000.